Articoli con tag Multinazionali

Colombia: Javier Giraldo dice che “questa persecuzione del paramilitarismo è poco credibile nel governo di Duque”

Nei giorni passati, Colombia Informa ha intervistato il sacerdote Gesuita Javier Giraldo, conosciuto come un instancabile lavoratore per i diritti umani e la denuncia del paramilitarismo. Prosegui la lettura »

, , , ,

Nessun commento

La resistenza e i Mondi Altri si trovano nella periferia: Raúl Zibechi

Jaime Quintana Guerrero

Cuautla, Morelos. Nel libro “Mondi Altri e popoli in movimento. Dibattiti sull’anti-colonialismo e la transizione in America Latina”, il giornalista e scrittore uruguayano Raúl Zibechi propone uno sguardo sociale alle esperienze e lotte dell’America Latina, al ruolo dello stato e alle sue alleanze, del pensiero critico, dei popoli originari e delle resistenze, e invita a pensare alle rinnovate e innovative letture di una realtà. Prosegui la lettura »

, , , , ,

Nessun commento

Le multinazionali impongono la loro legge all’America Latina

Sergio Ferrari

La voracità dei rapaci.

Perdite miliardarie per gli Stati

Le multinazionali non danno tregua all’America Latina e Caribe e, quando qualche paese osa metterle in discussione, l’impero del diritto internazionale – fatto a loro misura – si abbatte su di lui. Prosegui la lettura »

, , , ,

Nessun commento

Perù: Las Bambas, per la quarta volta fallisce il dialogo con le comunità

Senza consenso. Per la quarta volta è fallito il tentativo della Presidenza del Consiglio dei Ministri (PCM) di installare una tavolo di dialogo con Fuerabamba, Huancuire, Chuicuini, Choaquere, Chila e Pumamarca, comunità che protestano contro l’impresa mineraria MMG Las Bambas. Nonostante ciò, il premier, Aníbal Torres, ha abbandonato la riunione.
Prosegui la lettura »

, , , ,

Nessun commento

Colombia: Il Putumayo vittima dell’espansione della frontiera estrattivista?

Yani Vallejo Duque, Alfonso Insuasty Rodríguez

I recenti fatti avvenuti nel Putumayo, dipartimento della Colombia, dove l’esercito nazionale ha perpetrato un massacro con 11 civili assassinati e altri due scomparsi, ci permette di realizzare varie riflessioni su quanto ci accade come paese e forse, come continente. Prosegui la lettura »

, , , , , , ,

Nessun commento

Aumentano disuguaglianza e violenza nelle comunità indigene del Messico

Redazione Desinformémonos

Città del Messico / Le comunità indigene del Messico “vivono in una situazione dove la disuguaglianza, la povertà, la violenza e l’impunità si approfondiscono e aumentano”, a cui contribuisce la “negligenza” delle autorità nell’attendere la problematica, ha dichiarato l’annuale rapporto dell’organizzazione Diritti dei Popoli Indigeni Internazionale (IPRI, con la sua sigla in inglese). Prosegui la lettura »

, , , ,

Nessun commento

In Perù sciopero agrario per la costituente e contro il Parlamento

Uno sciopero agrario, con blocchi di strade, marce e concentrazioni in diverse città e regioni, è stato effettuato oggi in Perù per chiedere un’assemblea costituente e la dissoluzione del Congresso che si oppone. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Il litio, la riserva allo stato e la sua utilità pubblica, passo storico in Messico

Gerardo Villagrán del Corral

In solo due ore e 15 minuti, e in assenza dell’opposizione che ha abbandonato il salone delle sessioni, la Camera dei Deputati messicana ha approvato con 298 voti a favore la riforma della legge mineraria, che dichiara di utilità pubblica il litio e riserva alla stato messicano la sua esplorazione, sfruttamento, Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Aprile indigeno occupa Brasilia

Elaine Tavares

In questo articolo l’autrice si fa eco delle mobilitazioni che da 17 anni i popoli indigeni del Brasile hanno effettuato nell’Accampamento Terra Libera. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

Transizione energetica: dal neoliberalismo verde all’ecologismo popolare

Jorge Chemes e Pablo Bertinat

Nel contesto della crisi climatica, risuona l’appello alla “transizione energetica” come sinonimo di meno emissioni di gas serra e maggior uso di fonti energetiche non fossili. Ma ci sono chiare differenze tra quello che propongono le grandi imprese e, dall’altro lato, quello che promuovono le organizzazioni sociali. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

Autogestire l’acqua: autogestire la vita

Di seguito condividiamo l’intervento del Nodo Solidale Messico per l’iniziativa “Per l’acqua e per la vita – Contro ogni guerra”  svoltasi lo scorso 27 marzo per far vivere anche alle nostre geografie la “Carovana per l’Acqua e per la vita: Popoli uniti contro il saccheggio capitalista” che sta attraversando il Messico, tessendo cammini di autonomia e organizzazione dal basso e a sinistra, a partire dallo scorso 24 Aprile in occasione della Giornata mondiale dell’acqua.
Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

Messico: Nel Puebla gli ejidatarios protestano per il furto dell’acqua contro l’impresa canadese Driscoll’s

Redazione Desinformémonos

Città del Messico / Contadini ed ejidatarios del Puebla hanno protestato nei terreni seminati a fragole, mirtilli e lamponi dell’impresa canadese Driscoll’s, insediata nella comunità di San Andrés Payuca, Puebla, Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

Messico: Treno Maya, il megaprogetto messicano che rade al suolo i diritti umani

Jan Medina, Celeste Patiño, Roberto Sánchez, Mariana Beltrán*

Il Treno Maya, progetto forte del presidente messicano Andrés Manuel López Obrador, di 1.500 km di lunghezza, attraverserà almeno dieci aree naturali protette del sudest del Messico e 1.400 comunità indigene. Prosegui la lettura »

, , , , , ,

Nessun commento

Messico: Nel Morelos i popoli contro l’attività mineraria solidarizzano con l’Altepelmecalli

Redazione Desinformémonos

Città del Messico / “Noi solidarizziamo con le e i compagni della ‘Casa dei Popoli Altepelmecalli’”, ha dichiarato l’Unificazione dei Popoli e delle Colonie contro l’attività Mineraria nel Morelos, Prosegui la lettura »

, , , , ,

Nessun commento

Popoli originari e guerre imperiali

Raúl Zibechi

Da cinque secoli, i popoli originari delle Americhe stanno subendo una guerra di saccheggio, un lunghissimo etnocidio che cominciò con la dominazione coloniale, proseguì durante le repubbliche e si approfondisce (sì, ogni volta è peggio) durante il periodo neoliberale attraverso l’accumulazione per saccheggio o quarta guerra mondiale. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento