Articoli con tag Multinazionali

Ha vinto Berta! Chiudono il progetto idroelettrico “Acqua Zarca”

La Banca Olandese di Sviluppo (FMO) e il Fondo Finlandese per la Cooperazione Industriale (FINNFUND) hanno definitivamente ritirato il loro sostegno al progetto idroelettrico Agua Zarca che è promosso dall’impresa Desarrollo Energéticos Sociedad Anónima (DESA). Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

“Il diritto al territorio è l’essenza stessa di tutti i diritti indigeni”

Sergio Ferrari

Intervista con il dirigente indigeno peruviano Julio Cusurichi, Premio Goldman 2007. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

La fine di un sogno

Raúl Zibechi

L’ex presidente del Brasile Lula Da Silva, accusato dal giudice federale Sergio Moro di “corruzione passiva” e riciclaggio di denaro, è stato condannato a 9 anni di prigione che ancora non sono stati resi esecutivi. Il contesto brasiliano, il ruolo delle grandi imprese e degli Stati Uniti. Prosegui la lettura »

, , , ,

Nessun commento

Un castigo alle multinazionali nell’oriente colombiano

Fronte di Guerra Orientale

Unità del Fronte di Guerra Orientale, Comandante in capo Manuel Vásquez Castaño dell’Esercito di Liberazione Nazionale, hanno leso la famosa sicurezza del complesso petrolifero di Caño Limón in Arauca, distruggendo infrastrutture estrattive del sangue della nostra Madre Terra. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Stati Uniti e Brasile: quello che il Lava Jato occulta

Silvina M. Romano

Oggi il Brasile passa attraverso una delle crisi istituzionali e politiche più forti degli ultimi decenni. Quello che trasmettono i media egemonici è che la corruzione costituisce il nocciolo di questa crisi. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

Donne Shuar: corpi attraversati dalla violenza miniera

Alba Crespo Rubio

La mega-miniera in Ecuador lascia una traccia che non compensa i “benefici”, anche nelle donne. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

Colombia: rappresaglie e morti contro chi si oppone alle estrazioni. Se anche l’ENEL dice No

Non si placa la foga sanguinaria del governo colombiano nei confronti delle comunità indigene e resistenti dell’interno del Paese. Una lunga scia di delitti che sono effetto consequenziale e collaterale della pace raggiunta in livelli formali con la Farc, e dopo che nella vicina Honduras è stata giustiziata la carismatica Berta Caceres. Prosegui la lettura »

, , , ,

Nessun commento

Cile – Panguipulli e la rinuncia di Endesa Enel: “Questa è una vittoria delle comunità mapuche”

Dichiarazione Pubblica di fronte alla rinuncia della Linea ad Alta Tensione Neltume-Pullinque:

“Questa è una vittoria delle comunità mapuche e delle organizzazioni socio ambientali del territorio”.

Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

Mapuche contro Benetton. Decolonizzando il territorio

Saskia Fischer

È cruciale che le voci mapuche circolino il più ampiamente possibile per rompere, tanto i silenzi imposti, come l’immagine che la loro terra sia un incolto selvaggio, libero da conflitti. Prosegui la lettura »

, , , ,

Nessun commento

Che le abbiamo fatto, presidente Correa? Donne shuar rompono l’assedio dello stato d’emergenza in Ecuador

Verónica Calvopiña

Le seguenti testimonianze condivise non sono le testimonianze di donne siriane che fuggono dalla guerra provocata dallo Stato Islamico; non sono nemmeno quelle di una famiglia palestinese allontanata da israeliani che continuano ad occupare le loro terre. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

Comunicato del Fronte di Guerra Nord-Orientale

Manuel Pérez Martínez, Comandante in Capo del Fronte di Guerra

Il Catatumbo è oggetto dell’accresciuta offensiva integrale di guerra del governo colombiano contro le sue comunità mediante lo svolgimento della cosiddetta “Operazione Valanga” che ha lo scopo di seminare il terrore nei suoi abitanti, di provocare morte e sfollamento Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

Paraguay: La terra per i delinquenti ambientali

Raúl Zibechi

La fulminante destituzione del presidente Fernando Lugo, nel 2012, ha rappresentato un passo indietro per i contadini e ha facilitato una esponenziale avanzata degli affari della soia e della carne. Prosegui la lettura »

, , , , ,

Nessun commento

La resistenza di Máxima Acuña contro violenze e miniere

Nel nord del Perù, precisamente nella regione di Cajamarca, si trova Yanacocha: la più grande miniera d’oro a cielo aperto di tutta l’America latina.

Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Venti anni di lotta contro il libero commercio in America Latina

Luciana Ghioto

Alcune riflessioni per le nuove campagne.

Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Di fronte alla riorganizzazione del crimine organizzato, Ostula ripristina a tempo indeterminato i blocchi

Redazione Desinformémonos

Città del Messico. Il silenzio negligente della Marina Militare del Messico e degli altri organismi di sicurezza, l’evidente fracasso del comando unico di polizia nel Michoacán, la riorganizzazione e il tentativo di prendere il controllo territoriale della Costa-Sierra dello stato da parte del crimine organizzato, sono alcune delle azioni che hanno obbligato la comunità indigena di Santa María Ostula a ripristinare a tempo indeterminato il blocco installato sulla strada costiera 200 in difesa del proprio territorio.

Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento