Articoli con tag Neoliberalismo

A due anni dai violenti fatti di Nochixtlán, a Oaxaca i maestri hanno chiesto giustizia

Redazione Desinformémonos

Città del Messico / I maestri della Sezione 22 del Coordinamento Nazionale dei Lavoratori dell’Educazione (CNTE) ha effettuato un’affollata manifestazione a Oaxaca per commemorare e chiedere giustizia a due anni dai violenti fatti di Nochixtlán, nei quali il governo commise un “crimine di stato” utilizzando la polizia federale e la gendarmeria per disperdere una protesta del sindacato dei maestri contro la riforma dell’educazione. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

La crisi brasiliana, parte della crisi mondiale

Leonardo Boff

Non si può analizzare il Brasile solo a partire dal Brasile. Nessun paese, neppure la chiusa Corea del Nord, è fuori dalle connessioni internazionali che la pianetizzazione ha inevitabilmente creato. Prosegui la lettura »

,

Nessun commento

Nuova lettera di Lula al popolo brasiliano

Luiz Inacio Lula da Silva

Da due mesi sono prigioniero, ingiustamente, senza aver commesso nessun crimine. Da due mesi mi hanno impedito di percorrere il paese che amo, portando il messaggio di speranza in un Brasile migliore e più giusto, con opportunità per tutti, come ho sempre fatto in 45 anni di vita pubblica. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

Brasile: Un paese bloccato e un modello che fa acqua

Juraima Almeida

La settimana passata, è scoppiato in Brasile qualcosa che alcuni chiamano locaut e altri sciopero dei camionisti, che, nonostante la militarizzazione e la repressione, compie dieci giorni, mentre si approfondisce la crisi che pone al bordo del collasso questo paese-continente Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Al terzo giorno di sciopero i maestri del CNTE bloccano l’aeroporto di Oaxaca

Redazione Desinformémonos

Città del Messico / I maestri della Sezione 22 del Coordinamento Nazionale dei Lavoratori dell’Educazione (CNTE) hanno bloccato l’aeroporto di Oaxaca e il terminal degli Autobus dell’Oriente (ADO), così come hanno bloccato mezzi di trasporto pubblico, Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

La Colombia, braccio armato della NATO in Latinoamerica

Camilo Rengifo Marín

Il presidente Juan Manuel Santos, a due giorni delle elezioni presidenziali e a scarsi 70 giorni dal lasciare il governo, ha annunciato che a fine mese formalizzerà a Bruxelles l’entrata della Colombia nell’alleanza militare NATO, nella categoria di socio globale, fatto che condizionerà il suo successore al Palazzo di Nariño e il consolidamento della pace in America Latina. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

L’impotenza della classe dominante argentina

Raúl Zibechi

Dopo due anni e mezzo di governo, Mauricio Macri, ha fallito due volte in una settimana nel contenere la brutale ascesa del dollaro che minaccia di far collassare l’economia e di abbattere il suo governo. Prosegui la lettura »

, , , ,

Nessun commento

Le nostre differenze con la “Dichiarazione finale del vertice dei popoli per l’articolazione sociale della Nostra America”

Hugo Blanco

La Dichiarazione menziona: “organizzazioni indigene che resistono alla furia del capitalismo selvaggio”. Selvaggio è non addomesticato. Il condor è un animale selvaggio, la gallina è un animale domestico. Ci sono compagni amazzonici selvaggi che non vogliono un contatto con la “civilizzazione”. Difendiamo il loro diritto a rimanere isolati. Il capitalismo è quanto meno di selvaggio che ci sia, è prodotto dalla “civilizzazione”. Chiamarlo “selvaggio” è un appellativo lusinghiero che non merita. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

In meno di una settimana assassinano due membri di Ríos Vivos

Nel pomeriggio dell’8 maggio hanno assassinato nella frazione di El Pescado, a Puerto Valdivia (Antioquia), Duvián Andrés Correa Sánchez e suo fratello Luis Alberto Torres Montoya; quest’ultimo membro dell’Associazione dei Piccoli Minatori e Pescatori di Puerto Valdivia (AMPA), che partecipa al movimento di difesa dei territori e dei danneggiati dalle dighe, Ríos Vivos. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Nicaragua: chi ha vinto e chi ha perso?

Marcelo Colussi

In questi giorni il Nicaragua si è messo al rosso vivo. Le notizie sono giunte allarmanti, e un paese che ora non occupa abitualmente i titoli nella stampa -come lo fece decenni addietro, durante la Rivoluzione Sandinista-, è di nuovo di fronte agli occhi del mondo. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

Primo Maggio a Porto Rico: la polizia attacca i manifestanti

A Porto Rico, migliaia di persone hanno festeggiato il Giorno dei Lavoratori con uno sciopero generale effettuato a San Juan, la capitale, per protestare contro le misure di austerità che vanno dalla chiusura di scuole pubbliche fino agli aumenti delle tasse universitarie. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Ahi! Nicaragua, piccola Nicaragua

Raúl Zibechi

“Che fare per non diventare fascista anche quando (soprattutto quando) uno crede di essere un militante rivoluzionario?”. La frase di Michel Foucault descrive alla perfezione il processo che vive il Nicaragua. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

Che succede in Nicaragua

Tomas Andino Mencia

Spiegazioni da un punto di vista critico di sinistra.

Il mondo è stato sorpreso da un’impressionante mobilitazione popolare in Nicaragua, principalmente giovanile, che è cominciata opponendosi alle riforme del sistema della previdenza sociale, ma che si è trasformata chiedendo la rinuncia dello stesso governo. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

In Nicaragua aumenta la repressione contro le proteste per la riforma dell’INSS

M. Fernández

Una ventina di giovani assassinati, più di quaranta scomparsi e centinaia di persone ferite sono le vittime riportate delle proteste di studenti e pensionati che da quattro giorni sono represse in Nicaragua dalla Polizia Nazionale e dalla Gioventù Sandinista. Il presidente del paese, Daniel Ortega, non ha espresso le proprie condoglianze alla popolazione, priva il Governo di ogni responsabilità e incolpa le reti sociali di incitare alla violenza. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Uccisa Olivia Arevalo Lomas, leader dei popoli indigeni del Perù

Dominella Trunfio

Uccisa con cinque proiettili in pieno giorno per aver difeso i diritti culturali e ambientali del popolo Shipibo Konibo. Addio a Olivia Arevalo Lomas, insegnante e leader morta in Perù. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento