Articoli con tag Neoliberalismo

Lottare per la vita nel Messico dei mega-progetti – III

*** Terza parte ***

Inés Durán Matute, Rocío Moreno

Seconda parte

Il Corridoio Interoceanico

Fin dall’arrivo di Hernán Cortés si è guardato alla regione dell’Istmo di Tehuantepec come potenziale per favorire il transito e il commercio mondiale. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Lottare per la vita nel Messico dei mega-progetti – II

*** Seconda parte ***

Inés Durán Matute, Rocío Moreno

Prima parte

Acquedotto Indipendenza e Gasdotto Sonora Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Messico: Assassinato Luis Urbano Domínguez Mendoza, difensore dell’acqua yaqui

Redazione Desinformémonos

Città del Messico / Luis Urbano Domínguez Mendoza, membro della tribù yaqui e difensore dell’acqua, è stato assassinato il passato 9 giugno mentre usciva da una banca nel centro di Ciudad Obregón, Sonora. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Colombia: Il vecchio mondo muore, il nuovo tarda ad apparire

Alba Barrett

Pensare il tempo storico in cui viviamo in termini gramsciani ci porta a riflettere intorno alla frase scritta nei suoi Quaderni del carcere: “Il vecchio mondo muore. Il nuovo tarda ad apparire. E in questo chiaroscuro sorgono i mostri”, con questa frase il teorico marxista definiva i momenti di crisi. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

Perù: Pedro Castillo è il nuovo presidente. L’oligarchia grida ai brogli

Carlos Aznárez

Il candidato di “Perù Libre”, il maestro popolare Pedro Castillo ha respinto le accuse di brogli alle elezioni peruviane ed ha incoraggiato i suoi sostenitori a difendere il voto in una “veglia storica”. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Paro General e Primera Linea: cosa ci dice la nuova stagione di lotte in Colombia?

Pubblichiamo questa interessante intervista a Nathalia, fotografa ed attivista femminista di base a Bogotà su quanto sta succedendo in Colombia, sul processo che ha portato allo sciopero generale, sulle nuove composizioni e nuove pratiche che si sono viste nelle piazze e sulla violenza di Stato, paramilitari e narco. Ringraziamo Cappi per la traduzione. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

Lottare per la vita nel Messico dei mega-progetti – I

*** Prima parte ***

Inés Durán Matute, Rocío Moreno

Proponiamo da oggi la traduzione di alcune parti di “La lucha por la vida frente a los Megaproyectos en Mexico”, di Inés Durán Matute e Rocío Moreno*, un libro che pone al centro dell’analisi la costruzione delle grandi infrastrutture critiche in Messico, il loro impatto diretto ambientale e sociale e quello indiretto, come catalizzatori di uno “sviluppo” devastatore. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

COVAX: l’imbroglio

Silvia Ribeiro

Questa istituzione privata cerca di evitare che siano prese misure indispensabili, come la cancellazione dei brevetti dei vaccini e il sostegno internazionale al rafforzamento delle capacità nazionali per prevenire prossime pandemie. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Perù: Un opportuno attacco di “Sendero” in piena campagna elettorale

Castillo ha messo in allerta sulle montature.

A due settimane dal secondo turno delle elezioni presidenziali, nelle quali si affrontano il candidato della sinistra Pedro Castillo e della destra Keiko Fujimori, un attacco attribuito immediatamente dalle autorità alle rimanenze del gruppo guerrigliero maoista Sendero Luminoso, ha fatto almeno quattordici morti, tra loro due bambini. Prosegui la lettura »

, , , ,

Nessun commento

Nicaragua: Il fallimento delle cupole di partito

Mónica Baltodano

La vicinanza di un processo elettorale in Nicaragua dovrebbe presupporre la possibilità di mettere fine al regime dittatoriale di Ortega attraverso il voto popolare. Prosegui la lettura »

, , , ,

Nessun commento

Cile: La convenzione costituzionale può essere la tomba della rivolta

Raúl Zibechi

La destra pinochetista è stata sconfitta, giacché non ha ottenuto il terzo della convenzione costituzionale necessario a bloccare i cambiamenti. Una sconfitta che cominciò a configurarsi verso il 2000, con l’ostinata resistenza del popolo mapuche e dopo le lotte degli studenti secondari. A partire dall’ottobre del 2019, il popolo cileno decise di sotterrare l’eredità di Pinochet con un’affollata rivolta. Prosegui la lettura »

, , , ,

Nessun commento

Colombia: La soluzione è negoziare con il popolo e non militarizzare

Comando Centrale (COCE) ELN

La pace della Colombia passa attraverso un negoziato del Governo con tutti i settori che partecipano allo Sciopero Nazionale, che reclamano alcune richieste legittime. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

Nuova giornata di mobilitazioni a Bogotá e in altre città della Colombia

Crescono le denunce di abusi dello Squadrone Mobile Antisommossa (ESMAD) durante le proteste in territorio colombiano. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Cile: Il popolo ha parlato, hai capito?

Manuel Cabieses Donoso

Il fatto politico più importante di queste elezioni, a mio giudizio, è la vittoria comunista nel comune di Santiago, il cuore della Repubblica. Una giovane di 30 anni, Irací Hassler Jacob, economista, è la prima sindaca comunista dell’antico bastione del conservatorismo. Il primo sindaco di Santiago nel cauto ritorno alla democrazia fu Joaquín Lavín, allora dell’estrema destra, e oggi candidato presidenziale del liberalismo-socialdemocratico. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

Colombia: Magaly Pino, del Congreso de los Pueblos, dice che “la voce fondamentale da ascoltare in un dialogo è quella dei ragazzi che lottano nelle strade”

Carlos Aznárez

Parlare con Magaly Pino* è abbeverarsi ad una fonte informativa fondamentale nel momento di sapere come e perché Cali si stia mobilitando con la forza con cui lo fa e anche quali siano le ragioni per cui il sistema oppressivo governativo ha messo nel mirino quella regione del Valle del Cauca. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento