Articoli con tag Narcotraffico

È giunta l’ora

Gilberto López y Rivas

Come sempre, nei grandi mezzi di comunicazione e particolarmente tra la classe politica è passato inavvertito l’importante comunicato del Congresso Nazionale Indigeno Esercito Zapatista di Liberazione Nazionale (CNI-EZLN), “È giunta l’ora”, del 28 maggio scorso. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

Honduras: Le vittime di Ahuas esigono giustizia

Giorgio Trucchi

Un rapporto del Dipartimento di Stato e di Giustizia degli Usa rivela le menzogne della DEA sul massacro dei miskitos.

I familiari delle vittime del massacro chiedono che si riapra il caso e che cessi l’impunità che ha coperto l’assassinio dei loro cari. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

La Strage Silenziosa dei Genitori dei Desaparecidos in Messico

Fabrizio Lorusso

Nel Messico dell’ipocrita guerra al narcotraffico il valore della vita umana s’avvicina drammaticamente allo zero. Il 10 maggio, giorno della Festa della Mamma (in Messico), Miriam Elizabeth Rodríguez Martínez, una delle fondatrici ed esponente in vista della Collettivo dei Desaparecidos nello stato del Tamaulipas, è stata ammazzata dai sicari di un commando armato che, arrivati fuori da casa sua, hanno gridato il suo nome e poi hanno fatto fuoco. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Chi ha ucciso Javier Valdéz?

Rafael de la Garza Talavera

Il recente assassinio del giornalista sinaloense Javier Valdéz conferma, una volta di più, che le aggressioni alla libertà di espressione in Messico non sono un danno collaterale frutto della violenza sociale che ci soffoca. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Assassinano Javier Valdez, corrispondente a Sinaloa de “La Jornada”

Città del Messico / Javier Valdez Cárdenas, corrispondente a Sinaloa di La Jornada, così come fondatore e redattore del settimanale statale Riodoce, con un abbondante lavoro sul narcotraffico e la violenza, oggi è stato assassinato a Culiacán, secondo quanto hanno dichiarato gli infermieri della Croce Rossa. Prosegui la lettura »

,

Nessun commento

Ayotzinapa, quattro punti chiave: Esercito messicano, Huitzuco, telefonia cellulare e trasporto di droga

Redazione Desinformémonos

Città del Messico / Il picchetto dei Padri e delle Madri dei 43 normalisti scomparsi, di fronte all’edificio della Procura Generale della Repubblica (PGR), nel Paseo de la Reforma compie 12 giorni. Prosegui la lettura »

, , , ,

Nessun commento

“I paramilitari ci stanno uccidendo” denunciano gli indigeni del Cauca colombiano

Redazione Desinformémonos

Nel dipartimento del Cauca in Colombia, migliaia di indigeni si sono mobilitati e hanno marciato lungo la strada Panamericana per protestare e denunciare gli assassinii dei dirigenti dei movimenti sociali per mano di gruppi paramilitari, dopo che sono andate via le FARC-EP. Prosegui la lettura »

, , , ,

Nessun commento

La vera notte di Iguala e il caso Ayotzinapa: intervista con Anabel Hernández

Fabrizio Lorusso

Anabel Hernández è una delle giornaliste d’inchiesta più riconosciute del Messico. E’ autrice, tra gli altri, dei libri La terra dei narcos. Inchieste sui signori della droga[*], Messico in fiamme. L’eredità di Calderón e La vera notte di Iguala, l’inchiesta più attuale e contundente sul caso dei 43 studenti di Ayotzinapa, scomparsi a Iguala, Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

In libertà, i sette poliziotti comunitari sequestrati nel Michoacán

Redazione Desinformémonos

Città del Messico/ Questo mercoledì hanno liberato i sette poliziotti comunitari che erano stati sequestrati ad Aquila, Michoacán, dopo che membri delle forze della Marina (SEMAR) li avevano fermati e consegnati a gruppi del crimine organizzato Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

Carta di Fortaleza

Movimento dei Lavoratori Rurali Senza Terra

Ispirati dalle lotte contadine del Ceará, noi, coordinatrici e coordinatori nazionali del Movimento dei Lavoratori Rurali Senza Terra, ci siamo riuniti a Fortaleza rivendicando la memoria e l’esempio di Fidel Castro, Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

Il CRAC-PC annuncia blocchi di fronte ad una estrema violenza, un gruppo paramilitare impone a Tixtla il coprifuoco

Redazione Desinformémonos

Tixtla, Guerrero/ In un comunicato emesso il 30 novembre, il Coordinamento Regionale delle Autorità Comunitarie Polizia Comunitaria CRAC-PC annuncia che a partire dal 1 dicembre prenderanno delle misure per fare pressione, come chiusura di strade e blocchi per protestare per la situazione di estrema violenza che vive la cittadinanza di Tixtla del Guerrero e denunciano il “narco-stato” e il governo fallito per la situazione in cui si trovano Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Brasile: Duri scontri tra “miliziani” dei trafficanti e poliziotti

Abbattono un elicottero e ci sono 4 uomini in divisa morti. L’aeronave reprimeva durante una operazione contro il traffico delle droghe nelle favelas di Jacarepaguá.

Prosegui la lettura »

,

Nessun commento

Uno sciopero dei “para”

María Paula Rubiano

Ha colpito otto dipartimenti. Il governo avverte che, nonostante l’impatto del blocco armato, non tratterà politicamente i suoi promotori, come vuole il clan Úsuga.

Prosegui la lettura »

, , , ,

Nessun commento

Il narcotraffico mette in difficoltà l’EPN

Norberto Emmerich e Edgar A. Valenzuela

Il narcotraffico è stata la questione che ha dato più grattacapi al governo di Enrique Peña Nieto (EPN) durante le prime settimane di quest’anno. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Nel Guerrero liberano 21 persone, sequestrate nonostante il sovraffollamento di poliziotti

Redacción Desinformémonos

Nelle ultime ore di giovedì 14 gennaio, le famiglie sono tornare a respirare.

Martedì 12, circa 300 persone avevano sfilato per le strade della località del Guerrero, Arcelia, chiedendo la ricomparsa in vita dei loro 17 familiari che erano stati sequestrati da uomini fortemente armati mentre si trovavano in una fiesta, sabato 9 gennaio.

Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento