Articoli con tag Narcotraffico

Messico: Furti e minacce, aggressioni contro la stampa durante la violenza a Culiacán

Redazione Desinformémonos

Sparatorie e incendio di automobili durante i narco-blocchi di questo giovedì a Culiacán, Sinaloa, Articolo 19; Reporter Senza Frontiere (RSF) e il Comitato per la Protezione dei giornalisti (CPJ) hanno denunciato che cronisti e fotografi che hanno coperto i fatti sono stati vittime di minacce con armi da fuoco e furti di automobili e di attrezzature da lavoro. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

Colombia: Petro ha annunciato il cessate il fuoco bilaterale con cinque gruppi armati

Il ministro dell’Interno colombiano ha informato questo lunedì che l’attuazione dell’accordo sarà valutata ogni due mesi. Prosegui la lettura »

, , , , ,

Nessun commento

Colombia: Nel Putumayo uno scontro tra paramilitari e guerriglieri fa almeno 18 morti

La Rete dei Diritti Umani dei Contadini del Putumayo ha denunciato che gruppi guerriglieri e narcoparamilitari sono stati protagonisti della lotta. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

Incessante guerra contro i popoli in Colombia

Felipe Martínez

Il progressismo non la ferma, la guerra contro i popoli avanza e si mantiene, forse con minore intensità diranno alcuni, ma una cosa certa è che non c’è tregua e al contrario si mantiene e si approfondisce con il passare del tempo. Prosegui la lettura »

, , , ,

Nessun commento

Ex CAM afferma che “dovranno” impadronirsi delle scuole in territorio mapuche

Gruppo Araucania Diario

José Huenchunao, uno dei fondatori ed ex dirigente del Coordinamento Arauco Malleco (CAM), ha difeso la lotta armata e ha riconosciuto che occasionalmente si mantiene ancora in contatto con Héctor Llaitul. Sul furto del legname, ha dichiarato che non è furto, giacché sta dentro i territori delle comunità che hanno recuperato le loro terre. Prosegui la lettura »

, , , , , , , ,

Nessun commento

Ecuador: Il governo gioca la carta della repressione

Raúl Zibechi

Un governo fragile, che appena riunisce il 20% dei parlamentari ed è alla mercé di alleati occasionali che lo appoggiano per tirargli fuori piccole concessioni, è un caso da manuale, ogni volta che punta sulla militarizzazione per uscire dal pantano. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

Affinché la Colombia cambi

L’Esercito di Liberazione Nazionale (ELN) è disposto a riannodare i Dialoghi con il Governo del Presidente che risulterà eletto nelle prossime giornate elettorali; per lavorare per la pace dobbiamo parlare senza giri di parole dell’esistenza di un Conflitto Armato di natura politica che già supera più di sette decenni. Prosegui la lettura »

, , , , ,

Nessun commento

Colombia: Lo “sciopero armato” del Clan del Golfo fa 6 morti e 180 veicoli attaccati in meno di una settimana

Tre delle vittime erano membri della forza pubblica.

Le autorità colombiane hanno confermato 6 morti e 180 veicoli attaccati, la maggioranza incendiati, come risultato dello “sciopero armato” che il Clan del Golfo ha iniziato mercoledì scorso dopo la cattura e l’estradizione negli USA del suo ex capo, Dairo Antonio Úsuga David, Prosegui la lettura »

,

Nessun commento

Colombia: Il Putumayo vittima dell’espansione della frontiera estrattivista?

Yani Vallejo Duque, Alfonso Insuasty Rodríguez

I recenti fatti avvenuti nel Putumayo, dipartimento della Colombia, dove l’esercito nazionale ha perpetrato un massacro con 11 civili assassinati e altri due scomparsi, ci permette di realizzare varie riflessioni su quanto ci accade come paese e forse, come continente. Prosegui la lettura »

, , , , , , ,

Nessun commento

Colombia: Le rivelazione di “Otoniel”, il capo dei narco paramilitari urabegni

Horacio Duque

Dairo Antonio Usuga, conosciuto nel mondo della criminalità come “Otoniel”, è un pericoloso soggetto associato alla più sinistra delinquenza responsabile dell’assassinio di dirigenti sociali, ex combattenti guerriglieri e dell’esecuzione di migliaia di massacri. Prosegui la lettura »

, , , , , , ,

Nessun commento

Messico: Esercito e Marina coinvolti nella scomparsa dei 43 di Ayotzinapa

Città del Messico / Secondo il nuovo rapporto del Gruppo Interdisciplinare di Esperti Indipendenti (GIEI) l’Esercito e la Marina del Messico sapevano che i 43 studenti erano stati sequestrati nel 2014 da parte di gruppi criminali e hanno nascosto le informazioni chiave che avrebbero potuto condurre alla loro ubicazione. Prosegui la lettura »

, , , ,

Nessun commento

El Salvador: Bukele assume poteri straordinari e dichiara lo stato d’emergenza per affrontare l’ondata di assassinii

Dopo 76 morti in 48 ore per mano delle pandillas, viene limitata la libertà di entrata e uscita dal paese, d’espressione e d’associazione. Bukele chiede di lasciar “fare il loro lavoro” a soldati e poliziotti e minaccia i giudici che lo impediranno. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Colombia: Nuovo massacro paramilitare, 4 morti nella Valle del Cauca

Il paese sudamericano ha registrato il massacro numero 26 di questo anno 2022, ha riportato Indepaz. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Perù: Il governo di Pedro Castillo cambia la strategia antidroghe e propone un patto sociale con i cocaleri

Carlos Noriega

“Il patto sociale serve a concordare uno sradicamento volontario, pacifico e progressivo delle coltivazioni di coca e l’impegno di non riseminare”, dichiara Ricardo Soberón. L’80 per cento della cocaina peruviana ha come destinazione l’Europa e il 20 per cento gli Stati Uniti. Prosegui la lettura »

Nessun commento

Brasile: Letale operazione di polizia nella favela Jacarezinho a Río de Janeiro

Per cercare un capo narco sono state uccise 8 persone. Gli spari hanno obbligato le scuole pubbliche e i centri medici a rimanere chiusi. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento