Bolivia: A La Paz i fascisti attaccano i locali della COB e delle Bartolinas

I fascisti di Santa Cruz annunciano che questo venerdì andranno “a sbloccare”.

Il governo della dittatura ha dato luce verde ai gruppi fascisti affinché con totale impunità vadano a colpire e ad attentare contro un popolo che manifesta pacificamente. Riproducendo quanto avvenuto nei giorni precedenti al colpo di stato, sono un’altra volta i gruppi di Santa Cruz e della cosiddetta Resistenza Kochala quelli incaricati delle azioni criminali e provocatorie. Prosegui la lettura »

, , , ,

Nessun commento

Violenta repressione degli indigeni in Perù

Carlos Noriega

Tre membri dell’etnia kukama sono morti durante una protesta. Gli indigeni chiedono medicine e assistenza medica per affrontare il coronavirus. Ci sono 17 feriti, quattro di loro sono gravi. Prosegui la lettura »

, , , ,

Nessun commento

Guerra contro il popolo mapuche

Raúl Zibechi

Negli ultimi giorni l’offensiva militarista dello stato del Cile contro il popolo nazione mapuche si è intensificata con attacchi razzisti e fascisti a comuneri e comunere che mantengono una resistenza pacifica in appoggio degli scioperi della fame, provocata dalla grave situazione del machi Celestino Córdova che si avvicina ai 100 giorni di digiuno. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

Bolivia: Vari feriti da arma da fuoco a Santa Cruz per un attacco di paramilitari fascisti ad un blocco stradale

Rapporto sui feriti da arma da fuoco a Santa Cruz.

L’Associazione per i Diritti Umani Bolivia, denuncia, che in data 10 agosto si sono registrati tre feriti da proiettili che sono stati trasferiti dalla comunità San Martín del municipio di San Ignacio de Velasco, dipartimento di Santa Cruz, alla Clinica “Manantial de Vida” di Santa Cruz Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

L’arresto del genocida Uribe e quello che verrà: crollo o rianimazione?

Camilo Rengifo Marín

Il processo servirà alla destra per sviare l’attenzione dalla grave crisi economica, sociale ed umanitaria sotto la narco-presidenza dell’uribista Iván Duque. Prosegui la lettura »

, , , , , ,

Nessun commento

Bolivia: Il “dialogo” proposto dalla dittatura è fallito

Continuano i blocchi e si uniscono nella richiesta di rinuncia della Áñez.

La convocazione della dittatura non finisce, così come voleva, con un accordo per confermare la data delle elezioni e togliere i blocchi. Hanno assistito la Chiesa, le Nazioni Unite, l’Unione Europea e i rappresentanti di due partiti e del trasporto pesante. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

Il grido “Fuori Bolsonaro!” riempie un’altra volta le strade del Brasile

“Giorno di Lotta e Lutto”

Questo venerdì, in varie città del Brasile come San Paolo, Río de Janeiro, Brasilia (la capitale) e Alagoas, si è registrata una giornata di manifestazioni battezzata “Giorno di Lotta e Lutto” allo scopo di “mettere fine alla politica genocida” del presidente brasiliano Jair Bolsonaro. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Il popolo boliviano contro il malgoverno di fatto

Eduardo Paz Rada

Di fronte al quarto tentativo di prorogarsi nel controllo degli apparati dello stato e di sospendere le elezioni stabilite per legge per il 6 settembre e di fronte al fallimento del regime golpista in Bolivia nell’affrontare i compiti minimi della crisi sanitaria, economica, istituzionale e politica, Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Organizzazioni cilene chiedono al governo una soluzione urgente per lo sciopero dei prigionieri politici mapuche

Mapuexpress.org

La Federazione degli Studenti dell’Università del Cile, l’Associazione degli uffici su temi indigeni di differenti municipalità, il Collegio degli Antropolog@s, e altre organizzazioni cittadine cilene si sono pronunciati affinché il Ministero della Giustizia, il Potere Giudiziario e il governo applichino le differenti raccomandazioni internazionali per dare una soluzione allo sciopero della fame dei prigionieri politici mapuche. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

I pericoli della riforma

Mumia Abu Jamal

La riforma è il tradimento, un patto con il diavolo che promette giorni migliori ma porta solo giorni peggiori.

Per anni, in realtà decenni, abbiamo visto il miraggio delle riforme presentate dai dirigenti neoliberali e dai loro burattini nei media, le quali risvegliano solo i macabri incubi di sogni distrutti e speranze tradite. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Nazione Mapuche: Dura repressione su chi solidarizzava con i prigionieri in sciopero della fame

[resumen.cl] Una serie di scontri tra Carabinieri delle Forze Speciali e comuneri mapuche sono avvenuti a mezzogiorno di mercoledì nelle vicinanze del Museo Mapuche di Cañete. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

Al nostro fratello Oscar Olivera

Redazione Desinformémonos

Città del Messico /  Decine di attivisti e organizzazioni sociali hanno scritto una lettera di incoraggiamento ad Oscar Olivera, uno dei protagonisti nel 2000 della Guerra dell’Acqua di Cochabamba, che soffre di coronavirus. Prosegui la lettura »

,

Nessun commento

Messico: identificati i resti di Christian Rodríguez, uno dei 43 studenti desaparecidos di Ayotzinapa

Fabrizio Lorusso

Christian Alfonso Rodríguez era uno studente della scuola rurale di Ayotzinapa, nello stato del Guerrero, in Messico. Amava la veterinaria e la danza folclorica, e i compagni lo chiamavano Clark per i suoi occhiali e il taglio di capelli simili a quelli dell’alter ego di Superman. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

L’Esercito di Liberazione Nazionale propone al governo della Colombia una tregua per la pandemia

Redazione Desinformémonos

Il Governo della Colombia ha rifiutato la proposta di un cessate il fuoco bilaterale per 90 giorni, tenendo conto della risoluzione emessa dal Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite di cessazione degli scontri bellici nel mondo per la pandemia del Covid-19. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

Cile: Nemmeno gli elicotteri sulla popolazione sono riusciti a placare la protesta popolare a Valparaíso

Bilancio della giornata di lotta nazionale (Editoriale della rivista El Porteño).

In questo momento piove su Valparaíso e nonostante ciò in tutte le collina del porto, si respira il risultato vittorioso della prima giornata di protesta nazionale sotto l’occupazione militare del paese in Stato d’Emergenza. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento