Piano Condor. L’assoluzione del torturatore Troccoli lascia l’amaro in bocca

Fabrizio Salvatori

Si è concluso ieri nell’Aula Bunker di Rebibbia a Roma, il procedimento penale noto come Processo Condor, per l’uccisione e la sparizione di quarantatré persone, delle quali ventitré italiani, avvenuti in Cile, Argentina, Bolivia, Brasile e Uruguay, durante le dittature latino-americane, a partire dal colpo di Stato avvenuto in Cile l’11 settembre del 1973. Otto ergastoli e diciannove assoluzioni: questa la sentenza emessa dalla Corte di Assise di Roma. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

È possibile cambiare il mondo nella tormenta?

Raúl Zibechi

Anche se il pensiero della sinistra antisistema, ha da sempre accolto le crisi come una benedizione giacché danno la possibilità di cambiare il mondo, il pragmatismo in voga ha portato a temerle e rifiutarle perché possono mettere in pericolo le “conquiste” conseguite in periodi di pace sociale.

Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Parole sull’annuncio dell’inizio della fase pubblica del Tavolo dei Dialoghi

Buona sera, grazie per essere venuti.

Speriamo che questo accordo sia utile per la pace della Colombia, per fare del continente una Zona di pace e affinché i popoli fratelli, come l’Ecuador, smettano di subire le conseguenze della guerra colombiana.

Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Comunicato di Governo Colombiano ed ELN sui colloqui di pace in Ecuador

Comunicato Congiunto

Cotacachi, Imbabura, Ecuador.

18 gennaio 2017

Le delegazioni del Governo Nazionale e dell’Esercito di Liberazione Nazionale, riunite in Ecuador, informano l’opinione pubblica nazionale e internazionale: Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

La pace del Tolima

Horacio Duque

La pace si costruisce e si stabilisce nelle regioni e nelle loro comunità popolari.

Voci di pace si fanno presenti nel Tolima e nei territori che sono espressione della resistenza agraria.

Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

Assassinano Isidro Baldenegro, attivista per l’ambiente nella Sierra Tarahumara

Redazione Desinformémonos

Chihuahua/  Isidro Baldenegro López, attivista sociale indigeno della Sierra Tarahumara è stato assassinato il 14 o il 15 gennaio nella casa di un familiare, nella comunità di Coloradas de la Virgen, nel municipio di Guadalupe y Calvo. Prosegui la lettura »

,

Nessun commento

Oscar López Rivera, lottatore indipendentista di Porto Rico, è indultato dopo 36 anni di prigione negli USA

Redazione Desinformémonos

Città del Messico/ Il Governo degli Stati Uniti ha annunciato questo martedì la liberazione di Oscar López Rivera, incarcerato da 36 anni nel paese nordamericano per la sua lotta per l’indipendenza di Porto Rico. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

Un’altra volta, la Patagonia ribelle

Osvaldo Bayer

In senso contrario ad ogni logica umana, il capitalismo continua a radere al suolo le comunità originarie.

Dopo aver visto le immagini di una simile brutalità ufficiale esercitata contro la comunità mapuche a Chubut, non risulta più esagerato affermare che si ripete la storia, mentre stanno rilanciando la Campagna del Deserto. E no, non sovradimensiono le mie parole, per nulla. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

In Brasile muoiono nove prigionieri al giorno

Dario Pignotti

Dall’inizio dell’anno la narco-guerra fa nelle galere 140 morti.

Nonostante la gravità della situazione nelle carceri del nord e del nordest, il presidente Michel Temer non è andato nella zona dei massacri. Il governo ha riconosciuto il rischio che la barbarie delle carceri penali si estenda al resto del paese. Prosegui la lettura »

Nessun commento

Festeggiamo la libertà di Huber Ballesteros

È stata ordinata la libertà del nostro compagno Huber Ballesteros.

Per il Movimento Sociale e Politico Marcia Patriottica è un motivo di grande allegria la libertà del nostro compagno Huber Ballesteros.

Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Patagonia mapuche: tre repressioni in due giorni

Il Pu Lof in resistenza del Dipartimento di Cushamen, a Chubut, che nel 2015 iniziò il recupero delle terre occupate dalla multinazionale tessile Benetton, ha subito tre violente operazioni da parte della Gendarmeria, della Fanteria e della polizia provinciale. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

Il dragone sfida l’aquila nel suo cortile posteriore

Raúl Zibechi

Il dragone asiatico sta proponendo delle iniziative audaci che, in generale, sono ben accolte dai diversi Governi della regione, ma in questo momento questi si mostrano incapaci di dare risposte d’insieme, giacché i progetti per l’integrazione si sono indeboliti a seguito della svolta conservatrice che buona parte dei paesi sta vivendo negli ultimi anni. Prosegui la lettura »

Nessun commento

Colombia: Violento sgombero provoca vari feriti nell’Antioquia

Un’operazione dell’ESMAD contro famiglie umili senza alternative di abitazione provoca almeno dodici feriti

Prosegui la lettura »

,

Nessun commento

Domande mapuche al “nuovo referente” della sinistra cilena

Un settore importante dell’attuale società mapuche osserva con attenzione il processo politico cileno e la sua eredità e trasmissione mediante caste a partire dalla stessa costituzione dello stato 200 anni fa, eredi che vanno dai loro fondatori creoli fino a mercenari “eruditi” e militari europei contrattati per la difesa del loro potere, o coloni portati per “civilizzare”, “produrre” e “migliorare la razza”. Prosegui la lettura »

,

Nessun commento

Dura repressione della Polizia peruviana: gas lacrimogeni nelle proteste per i pedaggi a Puente Piedra

Varie persone sono state arrestate dalla Polizia, che ha caricato contro i manifestanti e usa i gas lacrimogeni per disperderli.

Prosegui la lettura »

,

Nessun commento