Una sede per l’archivio dei movimenti sociali di Roma

E’ iniziata la campagna di sostegno al progetto dell’Archivio che ha ancora bisogno delle energie e risorse di tanti e tante!

Abbiamo aperto una pagina su Produzionidalbasso per raccogliere i fondi necessari.

https://www.produzionidalbasso.com/…/una-sede-per-l-archiv…/ Prosegui la lettura »

Nessun commento

Dai prigionieri politici dell’ELN ai rivoluzionari del mondo

Collettivo Orlando Quintero Páez

Oggi vogliono farci credere che gli obiettivi per cui abbiamo lottato non siano più validi.

Ricevete un fraterno e rivoluzionario saluto da parte nostra, prigionieri politici dell’Esercito di Liberazione Nazionale, che come voi abbiamo patito decenni di torture e reclusione da parte degli stati repressori che in sé incarnano il medesimo progetto imperiale che governa il mondo. Prosegui la lettura »

, , , ,

Nessun commento

Da dicembre a giugno più di 82 mila persone sono state deportate dal Messico

Redazione Desinformémonos

Città del Messico / Il Messico ha chiuso giugno con un totale di 21.912 deportazioni dopo l’accordo con gli Stati Uniti di ridurre e controllare il flusso migratorio, che rappresenta il 33 per cento in più rispetto al mese precedente e un numero mensile record nei registri dell’Istituto Nazionale di Migrazione (INM) dal marzo del 2006. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Bolivia: Plan Cóndor – Il Presidente Morales ha giudicato come “storica” la sentenza della giustizia italiana contro 24 autori di crimini di lesa umanità

La Paz / Lunedì il presidente Evo Morales ha giudicato come “storica” la sentenza della giustizia italiana che ha condannato all’ergastolo 24 autori di crimini di lesa umanità nelle dittature del Sudamerica tra gli anni 1970 e 1980, tra i quali Luis Arce Gómez, ex ministro degli Interni della Bolivia di Luis García Mesa. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

Il COPINH denuncia un campagna mediatica contro il processo di Berta Cáceres

Redazione Desinformémonos

Città del Messico / Il Consiglio Civico delle Organizzazioni Popolari e Indigene dell’Honduras (COPINH) ha denunciato che a 40 mesi dall’assassinio della dirigente indigena Berta Cáceres non solo “gli autori intellettuali del crimine non sono stati indagati né processati”, Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

Honduras: Sicario contrattato da David Castillo per assassinare Berta Cáceres appare morto

COPINH

Il Consiglio Civico delle Organizzazioni Popolari e Indigene dell’Honduras (COPINH) comunica che, secondo informazioni comunitarie, il signor Olvin Gustavo García Mejía, ieri 4 luglio, è stato trovato morto nella comunità di San Bartolo, nella zona nord di Intibucá, dopo essere stato visto per l’ultima volta sabato 29 giugno. Prosegui la lettura »

, , , ,

Nessun commento

Il “Ritorno” della Violenza in Colombia

Gearóid Ó Loingsigh

La Colombia è già entrata nel mondo moderno, non in quello di un’economia forte e diversificata, dei diritti democratici, né dell’autoproclamato Stato Sociale di Diritto. No, questo non è il mondo moderno in cui entra la Colombia. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

La Germania disconosce Guaidó: il Venezuela annuncia la normalizzazione delle relazioni diplomatiche con Berlino

Triste, solo, abbandonato e disconosciuto, questa la parabola del golpista venezuelano Juan Guaidó. Ormai ridotto al ruolo di semplice esponente dell’opposizione venezuelana. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Esercito e Guardia Nazionale arrestano in Chiapas decine di migranti

Redazione Desinformémonos

Città del Messico / Giovedì 27 giugno, decine di migranti centroamericani che viaggiavano in un treno merci in Chiapas sono stati arrestati da circa cento agenti della migrazione e soldati dell’esercito messicano e della Guardia Nazionale, Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

L’ELN è disposto al dialogo ma non gli si può chiedere un cessate il fuoco unilaterale

Intervista con il comandante Pablo Beltrán, della Delegazione dei Dialoghi dell’Esercito di Liberazione Nazionale: “C’è una guerra contro la società”. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Venezuela, lo staff di Guaidó sprofonda nello scandalo aiuti

Claudia Fanti

Rivelazioni di sito Usa. Almeno 800 mila dollari per i disertori sperperati in lussi, alcol, prostitute. L’idrovora di denari intorno a Cúcuta sul confine colombiano, luogo del concerto e della morte del deputato Freddy Superlano. Prosegui la lettura »

,

Nessun commento

Eddie Africa: Libero!

Mumia Abu-Jamal

La notizia è giunta come un raggio di luce nella notte. Oggi hanno liberato Eddie Africa.

Eddie Africa, membro del MOVE e sopravvissuto l’8 agosto 1978 allo scontro con la polizia di Filadelfia, è libero.

Dopo più di 40 anni nelle prigioni federali e statali della Pensilvania, Eddie Africa è tornato a casa. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

Honduras: La polizia è entrata nell’Università con brutale violenza

Forti scontri nell’Università Nazionale Autonoma dell’Honduras (UNAH) tra studenti ed agenti antisommossa hanno lasciato almeno tre persone ferite e varie intossicate dai gas lacrimogeni. I membri della Polizia Militare sono entrati nel campus e hanno cominciato a sparare contro i giovani che stavano protestando. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

Honduras: Insurrezione popolare in tutto il paese per abbattere il dittatore Hernández

L’ex presidente Zelaya fa appello ad occupare le strade. Tegucigalpa è bloccata dal popolo. Dura repressione. La polizia superata dalla gente ha deposto le armi ed è passata a fianco dei manifestanti. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Haiti: L’epica di una grande insurrezione popolare

Carlos Aznárez

Praticamente è da due settimane che il popolo di Haiti è protagonista di un’insurrezione in grande scala. Sì, due settimane, per non dire due mesi, due anni o due secoli. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

La militarizzazione dei territori zapatisti “più che una strategia di sicurezza sembra una strategia di guerra”: Noam Chomsky, Raúl Zibechi, Carolina Coppel, intellettuali e accademici

Redazione Desinformémonos

Città del Messico / La crescente militarizzazione dei territori zapatisti in Chiapas “più che una strategia di sicurezza sembra una strategia di guerra”, hanno affermato attivisti, organizzazioni, intellettuali e accademici messicani e internazionali, tra cui si trovano Noam Chomsky, Fernanda Navarro, Raúl Zibechi, Juan Villoro e Carolina Coppel. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento