A 50 anni dal massacro di Tlatelolco né un’indagine adeguata né la punizione dei responsabili: ONU e AI

Redazione Desinformémonos

Città del Messico / A 50 anni dal massacro studentesco nella piazza delle Tre Culture a Tlatelolco, l’Ufficio in Messico dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Diritti Umani (ONU-DU) ha lamentato “l’assenza di un’adeguata indagine, Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

Rispettare gli accordi e dare continuità al processo di pace

Comando Centrale – COCE

Nei giorni passati il Governo di Duque ha ufficializzato il proprio rifiuto di nominare il gruppo negoziatore della pace, che lo rappresenti al Tavolo delle conversazioni con l’Esercito di Liberazione Nazionale; Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Nicaragua: Chiedono la libertà di Ricardo Baltodano, storico lottatore sandinista

NOI, QUELLA GIOVENTÙ, OGGI SIAMO RICARDO

PRONUNCIAMENTO DI EX DIRIGENTI GIOVANILI E STUDENTESCHI DEL DECENNIO DELLA RIVOLUZIONE 1979-1989 Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Facundo Jones Huala, longko della resistenza Mapuche, parla dal Carcere di Valdivia

Attraverso un comunicato pubblico inviato al nostro mezzo di comunicazione il longko della resistenza Mapuche Puelche, Facundo Jones Huala, saluta e con dignità si fa carico della sua prigionia politica all’interno del carcere della città di Valdivia. Prosegui la lettura »

, , , ,

Nessun commento

I 43 studenti di Ayotzinapa, simbolo del Messico dei desaparecidos

Sergio Scorza

Quattro anni fa il massacro dei 43 studenti della scuola rurale di Ayotzinapa nella città di Iguala, nello stato messicano del Guerrero. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Haddad consolida le sue preferenze

Emir Sader

Nel sondaggio di Ibope per la Rete Globo di questa settimana, per la prima volta Haddad supera Bolsonaro al secondo turno, con il 43 per cento contro il 37 del candidato della destra. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Donne Unite contro Bolsonaro effettuano manifestazioni in tutto il Brasile

Sabato scorso (29) in tutto il Brasile hanno avuto luogo centinaia di manifestazioni. Donne, giovani, LGBT sono scese nelle strade per dire #LuiNo [#EleNão].

Nel campo e nelle città, le mobilitazioni si nutrono della cultura popolare per allontanare dalle urne elettorali la minaccia di una candidatura neofascista. Prosegui la lettura »

, , , ,

Nessun commento

Argentina: La Gendarmeria ha effettuato un violento sgombero a Lanús con feriti e arrestati

Adrian Figueroa Diaz

Le 25 famiglie che da un mese si erano insediate su dei terreni abbandonati nel distretto di Lanús, sono state sgomberate ieri sera dopo che avevano condiviso insieme il cibo nella mensa popolare di quel precario insediamento, durante una violenta operazione nella quale poliziotti e gendarmi hanno sparato proiettili di gomma e gas lacrimogeni. Prosegui la lettura »

,

Nessun commento

Giudice ordina un processo contro dirigente delle proteste a Masaya

Un giudice del Nicaragua ha ordinato oggi di mettere sotto processo per terrorismo Yubrank Suazo, uno dei dirigenti delle manifestazioni contro il Governo di Daniel Ortega nella città di Masaya. Prosegui la lettura »

, , , ,

Nessun commento

Più di 10 mila persone sfilano per i 43 normalisti di Ayotzinapa a quattro anni dalla loro scomparsa

Redazione Desinformémonos

Città del Messico / I genitori delle vittime, studenti delle Normali del paese, attivisti, organizzazioni studentesche e difensori dei diritti umani hanno iniziato, a quattro anni dai fatti, una mobilitazione dall’Angelo dell’Indipendenza fino allo Zócalo per chiedere giustizia per la scomparsa dei 43 normalisti di Ayotzinapa. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Aspettative e incertezze intorno al Governo di AMLO, a poche settimane dalla sua assunzione alla presidenza

Miguel Mazzeo

Intervista a Nayar López Castellanos, Dottore in Scienze Politiche. I segnali che per il momento López Obrador ha inviato non sono molto di buon auspicio. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Argentina: Massiccia mobilitazione all’inizio delle 36 ore di proteste contro il regime di Macri

Ieri i movimenti sociali e i sindacati hanno mobilitato centinaia di migliaia di persone a Plaza de Mayo. Grandi cortei in molte città del paese. Oggi Sciopero Generale. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Quattordici giorni di Sciopero Generale in un paese del Centroamerica (non è il Nicaragua)

Il Costa Rica, la Svizzera del Centroamerica, esempio elogiato dai grandi media, ha perfino un premio Nobel, definitivamente non è il paradiso. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Secondo un rapporto circa il 40% delle FARC si è riarmato

Principalmente per la lentezza nell’applicazione dell’accordo di pace e per gli inadempimenti dello stesso da parte di Bogotà.

Migliaia di dissidenti delle estinte Forze Armate Rivoluzionarie della Colombia (FARC) sono  tornati alle armi dopo la firma dell’accordo di pace con Bogotà. Prosegui la lettura »

, , , ,

Nessun commento

Almeno 10 arresti illegali al corteo “Siamo la voce dei prigionieri politici”

Almeno dieci manifestanti sono stati arrestati questa domenica in modo “arbitrario” dalla Polizia sandinista nell’ambito del corteo “Siamo la voce dei prigionieri politici”, secondo quanto hanno denunciato i familiari degli arrestati. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento