Assassinano Javier Valdez, corrispondente a Sinaloa de “La Jornada”

Città del Messico / Javier Valdez Cárdenas, corrispondente a Sinaloa di La Jornada, così come fondatore e redattore del settimanale statale Riodoce, con un abbondante lavoro sul narcotraffico e la violenza, oggi è stato assassinato a Culiacán, secondo quanto hanno dichiarato gli infermieri della Croce Rossa. Prosegui la lettura »

,

Nessun commento

Colombia: Aumentano le azioni paramilitari

L’allarme è stato emesso dalla Fondazione dei Diritti Umani Joel Sierra, ONG che vede con preoccupazione quanto avvenuto nel dipartimento di Arauca. Prosegui la lettura »

, , , ,

Nessun commento

Si compie il “sogno americano”: truppe degli USA in Amazonia

Raúl Zibechi

Per la prima volta nella storia, truppe degli Stati Uniti parteciperanno ad una esercitazione militare nel cuore dell’Amazonia. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Il pensiero magico di López Obrador

Ramón I. Centeno

Nel suo ultimo libro, Andrés Manuel López Obrador (AMLO) è contundente: “l’ancora di salvezza del Messico può essere l’onestà”. Questa sarebbe la medicina per alleviare l’attuale nostra “decadenza”. La tesi è ottimista e non solo questo: è forte. Prosegui la lettura »

Nessun commento

Colombia: Continuiamo al Tavolo di Quito

Questa settimana, a Quito, iniziamo il secondo ciclo di conversazioni di pace con il governo di Santos, dove continueremo a sviluppare l’Agenda pattuita il 30 marzo 2016. Prosegui la lettura »

, , , ,

Nessun commento

Venezuela: Sicari di destra assassinano a Caracas ex militante del MIR del Cile

A Caracas, è stato assassinato l’ex militante del MIR-EGP del Cile,  José Rodrigo Muñoz Alcoholado, che era conosciuto con il soprannome di El Chico Alejo. Prosegui la lettura »

,

Nessun commento

Argentina: Il popolo ha detto no all’impunità

Gigantesca marcia contro il tentativo di liberare i genocidi.

Centinaia di migliaia di persone hanno ricoperto Plaza de Mayo con fazzoletti bianchi sulle loro teste al grido di “Come con i nazisti, dove vanno li andremo a cercare” per opporsi alla sentenza della Corte Suprema che ha esteso i benefici del 2×1 ai genocidi. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Il capitalismo è potere, non economia

Raúl Zibechi

La frase appartiene al leader curdo Abdullah Öcalan, tratta dal secondo volume del Manifesto per la Civilizzazione Democratica, che ha come sottotitolo “La Civilizzazione Capitalista. L’era degli dei senza maschera e dei re nudi”. Prosegui la lettura »

,

Nessun commento

“Quello che sta facendo Almagro attraverso l’OEA è un pericolo, non solo per il Venezuela, ma per tutto il continente”

Dichiarazioni dell’ex presidente uruguayano José Mujica che si pone, come dice lui, su posizioni di centro sinistra o sinistra centro, ma lontani dalla destra. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

Cile: Studenti della Grande Concepción hanno sfilato per mettere fine al debito studentesco

Questo martedì, circa 2 mila studenti secondari e universitari hanno accolto l’appello della Confederazione degli Studenti del Cile (CONFECH) a manifestare. Gli studenti chiedono allo stato di farsi carico dei più di 700mila indebitati che ha lasciato il Credito con l’Avallo dello Stato (CAE), dalla sua messa in marcia nel 2005 da parte del governo di Ricardo Lagos Escobar. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

Cile: Studente ferito gravemente dalla repressione nella giornata di mobilitazione nazionale

Nel contesto del corteo studentesco a Valdivia, durante la giornata di mobilitazione nazionale convocata per questo martedì 9 maggio dalla Confederazione degli Studenti del Cile (CONFECH), Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

In Paraguay la terra è la pace dei contadini

Raúl Zibechi

“Senza terra no ci sarà pace”, è stato il motto della 24ª Marcia Contadina che il 29 marzo ha occupato Asunción, in una nuova e massiva mobilitazione di cui è stata protagonista la Federazione Nazionale Contadina (FNC), che in questa occasione ha contato sull’appoggio attivo degli studenti, Prosegui la lettura »

, , , ,

Nessun commento

“Le basi hanno imposto alle centrali sindacali lo sciopero, non il contrario”

Gabriel Brito

Quarantaquattro giorni dopo le massicce azioni di protesta e gli scioperi del 15 marzo, e anche la forte mobilitazione delle donne, il Brasile ha avuto un grande sciopero generale, anticipando il lungo fine settimana del 1° maggio. Almeno 35 milioni hanno incrociato le braccia ed è cresciuto l’ottimismo per cancellare le riforme di Temer. Prosegui la lettura »

, , , ,

Nessun commento

EZLN: contro la fattoria-Stato e il suo fattore-capitale

Perez Gallo

Gli scorsi 12, 13, 14 e 15 aprile, a San Cristobal de las Casas, Chiapas, presso le strutture dell’Unitierra Cideci, l’Esercito Zapatista di Liberazione Nazionale (EZLN) ha fatto il punto: sulla propria storia, su cosa vuol dire essere davvero anticapitalisti, sulla crisi del cosiddetto ciclo progressista in America latina, su ciò che significa l’elezione di Trump e il moltiplicarsi di frontiere, muri e fili spinati. Prosegui la lettura »

, , , ,

Nessun commento

Colombia: Mocoa, tragedia naturale?

Gabriel Antonio Gaitán

Con profondo dolore e rabbia in tutto il mio essere per quanto avvenuto lo scorso sabato 1 aprile a causa della frana che ha fatto mezzo migliaio di morti; la maggioranza di loro vittime del quartiere San Miguel -totalmente cancellato dalla mappa-, Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento