Articoli con tag Giustizia

Cile: 12 ottobre, la marcia mapuche riunisce migliaia di persone, è repressa senza successo e abbraccia gli indigeni dell’Ecuador

Andrés Figueroa Cornejo

Questo 12 ottobre la volta celeste santiaghina luccicava plumbea mentre nella capitale del Cile, e per l’Alameda, dalla cordigliera al mare, migliaia di mapuche e meticci hanno marciato per la vita, l’acqua, la terra, i territori, la smilitarizzazione del wallmapu, la libertà dei prigionieri politici e contro uno stato che tratta un popolo intero come “terroristi”. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

Ecuador: Gli indigeni festeggiano l’abrogazione degli aggiustamenti economici, ma la repressione continua

Nella notte del 13 ottobre Quito è scoppiata di allegria dopo che il Governo di Lenín Moreno aveva raggiunto un accordo con i dirigenti indigeni per abrogare il decreto 883 contenente gli aggiustamenti economici imposti dal Fondo Monetario Internazionale. Prosegui la lettura »

, , , ,

Nessun commento

E Lula dice no all’inganno

Eric Nepomuceno

Non c’è stata sorpresa, e si è aperto un finestrone di aspettative a partire dall’annuncio di Lula, divulgato nel pomeriggio di oggi attraverso una lettera manoscritta, che non accetta di passare al regime di semilibertà, come hanno richiesto i pubblici ministeri della “Operazione Lava Jato”. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Audio messaggio del compagno mapuche Facundo Huala a 2 anni dalla sua detenzione politica

Mari Mari Mari com pu che, com pu anai planche,

com ta aukache llemay cangelu mapu cangelu

Ciao a tutti gli amici e a tutta la gente guerriera di altre terre.

Un saluto grande e cordiale a tuttx i compagnx, alla gente che sta ascoltando questo audio. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

La pace si fa con trasformazioni

Congreso de los Pueblos

Di fronte al video pubblicato da Iván Márquez, Jesús Santrich e altri insorti, nel quale annunciano il ritorno della seconda Marquetalia alla lotta armata difensiva argomentando, tra le altre ragioni, il tradimento dell’accordo di pace firmato nel 2016 con lo stato colombiano all’Avana, Prosegui la lettura »

, , , , , ,

Nessun commento

La strategia dell’Esercito della Colombia nella Commissione della Verità

Gearóid Ó Loingsigh

Il quotidiano dello stato spagnolo, El País, ha pubblicato un articolo basato su un documento interno dell’Esercito dove il generale Martínez parla della sua strategia nella Commissione della Verità e di tutti gli scenari della giustizia transizionale. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Brasile: Chomsky afferma che Lula è stato silenziato per impedire la sua presidenza

L’ex presidente brasiliano Luiz Inácio Lula da Silva, che questo 3 luglio ha compiuto 451 giorni di prigione per presunti atti di corruzione, è stato silenziato per toglierlo dalle elezioni e impedire la sua presidenza. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

Dai prigionieri politici dell’ELN ai rivoluzionari del mondo

Collettivo Orlando Quintero Páez

Oggi vogliono farci credere che gli obiettivi per cui abbiamo lottato non siano più validi.

Ricevete un fraterno e rivoluzionario saluto da parte nostra, prigionieri politici dell’Esercito di Liberazione Nazionale, che come voi abbiamo patito decenni di torture e reclusione da parte degli stati repressori che in sé incarnano il medesimo progetto imperiale che governa il mondo. Prosegui la lettura »

, , , ,

Nessun commento

Bolivia: Plan Cóndor – Il Presidente Morales ha giudicato come “storica” la sentenza della giustizia italiana contro 24 autori di crimini di lesa umanità

La Paz / Lunedì il presidente Evo Morales ha giudicato come “storica” la sentenza della giustizia italiana che ha condannato all’ergastolo 24 autori di crimini di lesa umanità nelle dittature del Sudamerica tra gli anni 1970 e 1980, tra i quali Luis Arce Gómez, ex ministro degli Interni della Bolivia di Luis García Mesa. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

Il COPINH denuncia un campagna mediatica contro il processo di Berta Cáceres

Redazione Desinformémonos

Città del Messico / Il Consiglio Civico delle Organizzazioni Popolari e Indigene dell’Honduras (COPINH) ha denunciato che a 40 mesi dall’assassinio della dirigente indigena Berta Cáceres non solo “gli autori intellettuali del crimine non sono stati indagati né processati”, Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

Honduras: Sicario contrattato da David Castillo per assassinare Berta Cáceres appare morto

COPINH

Il Consiglio Civico delle Organizzazioni Popolari e Indigene dell’Honduras (COPINH) comunica che, secondo informazioni comunitarie, il signor Olvin Gustavo García Mejía, ieri 4 luglio, è stato trovato morto nella comunità di San Bartolo, nella zona nord di Intibucá, dopo essere stato visto per l’ultima volta sabato 29 giugno. Prosegui la lettura »

, , , ,

Nessun commento

Eddie Africa: Libero!

Mumia Abu-Jamal

La notizia è giunta come un raggio di luce nella notte. Oggi hanno liberato Eddie Africa.

Eddie Africa, membro del MOVE e sopravvissuto l’8 agosto 1978 allo scontro con la polizia di Filadelfia, è libero.

Dopo più di 40 anni nelle prigioni federali e statali della Pensilvania, Eddie Africa è tornato a casa. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

L’Ordine degli Avvocati del Brasile chiede la rinuncia di Moro dopo le rivelazioni di documenti del caso Lula

L’Ordine degli Avvocati del Brasile (OAB) ha chiesto la rinuncia temporanea del ministro della Giustizia, Sérgio Moro, fino a quando si indaga il contenuto delle conversazioni che mostrano una presunta azione impropria insieme ai procuratori dell’Operazione Lava Jato per inviare in prigione l’ex presidente Luiz Inácio Lula da Silva (2003-2011). Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Nicaragua: Il governo libera 50 oppositori per la nuova legge di amnistia

Foto: tre dei 50 prigionieri dell’opposizione (e familiari) liberati mediante la discussa nuova legge che concede un’amnistia ai manifestanti e ai poliziotti coinvolti nella sollevazione dell’anno scorso contro il presidente Daniel Ortega. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

La legge di Trump è la legge della selva

Gruppo Digitale ELN

L’ordine di libertà emesso dalla Giurisdizione Speciale per la Pace (JEP), per l’ex negoziatore di Pace Jesús Santrich, e il contrordine imposto dal Governo degli Stati Uniti, dimostra chi comanda in Colombia. Prosegui la lettura »

, , , ,

Nessun commento