Articoli con tag Ingerenza USA

Latinoamerica oggi

Congreso de los Pueblos

Le minacce contro il Venezuela da parte del governo di Trump, accompagnato dai suoi leccapiedi Duque e Bolsonaro, e dal “Cartello di Lima”, stanno aprendo nella regione un possibile scenario di guerra, che deve essere prevenuta dalle organizzazioni sociali e dai partiti politici di sinistra, progressisti e democratici della regione. Apportiamo alcune note che possono servire per la riflessione e il dibattito. Prosegui la lettura »

Nessun commento

Ma chi è Guaidò? E chi sono i suoi mandanti?

Pablo Pozzi

Apro il New York Times (beh, clicco sull’icona del web) e vedo che ha dichiarato Juan Guaidó come persona «con uno stile fresco e una visione per far avanzare» il Venezuela. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Caos geopolitico e lotta di classe

Raúl Zibechi

La crisi venezuelana può saldarsi con una guerra civile e internazionale se non si riesce a bloccare il rampante militarismo di coloro che vogliono rovesciare il governo di Nicolás Maduro, che fanno appello ad un colpo di stato che integri la destabilizzazione che viene promossa da Washington. Prosegui la lettura »

,

Nessun commento

Verso la guerra civile in Venezuela

Proponiamo un articolo scritto da Raul Zibechi sulla questione venezuelana. Una riflessione che inserisce gli accadimenti di queste settimane in un contesto geopolitico in trasformazione, in particolare rispetto alla crisi dell’egemonia globale statunitense. Prosegui la lettura »

,

Nessun commento

Intellettuali sollecitano gli USA a cessare le azioni contro il Venezuela

In una lettera aperta a Donald Trump gli intellettuali hanno avvertito sulle conseguenze continuando con una politica aggressiva contro il Governo venezuelano.

Almeno 70 intellettuali, scienziati, artisti e attivisti hanno chiesto agli Stati Uniti di cessare qualsiasi tentativo di abbattere il Governo del Venezuela. Prosegui la lettura »

,

Nessun commento

L’Organizzazione degli Stati Americani non legittima il governo golpista venezuelano

Rino Condemi

Nei giorni scorsi è stato dato molto rilievo al fatto che 16 paesi latinoamericani (filo USA) aderenti al “Gruppo di Lima” abbiano riconosciuto il governo golpista di Guaidó in Venezuela. Ma ieri è arrivata una brutta sorpresa dalla riunione dell’OSA (Organizzazione degli Stati Americani). Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Tutte e tutti con il Venezuela

Ángel Guerra Cabrera

La rottura delle relazioni diplomatiche con gli Stati Uniti, annunciata da Nicolás Maduro, presidente della Repubblica Bolivariana del Venezuela, è un atto di dignità come quelli di cui oggi c’è mancanza nella nostra America e nel mondo. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

I golpe che gli USA preparano contro il Venezuela

Raúl Zibechi

La nuova strategia che gli USA portano avanti per abbattere il Governo di Nicolás Maduro passa attraverso la creazione di uno “stato parallelo” sostenuto dal Gruppo di Lima, affermando l’illegittimità del Governo e riconoscendo Juan Guaidó, presidente dell’Assemblea Nazionale, come presidente legittimo, per spianare il cammino a misure destabilizzatrici. Prosegui la lettura »

,

Nessun commento

Il Venezuela rompe le relazioni diplomatiche e politiche con gli USA

Il presidente del Venezuela si è pronunciato durante una manifestazione dei suoi seguaci.

Il capo di stato del Venezuela, Nicolás Maduro, ha annunciato la rottura delle relazioni diplomatiche e politiche con gli USA, dopo che il deputato Juan Guaidó si è autoproclamato “presidente incaricato” ed è stato riconosciuto da Washington come mandatario “legittimo” di questo paese. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

I militari brasiliani si oppongono alla base militare degli USA che vuole Bolsonaro

Raúl Zibechi

Non era trascorsa nemmeno una settimana dall’assunzione della carica di presidente, quando Bolsonaro ha avuto il suo primo scontro diretto con gli alti comandi militari, che hanno frenato il suo desiderio di consegnare territorio brasiliano affinché gli USA installino una base militare. Prosegui la lettura »

,

Nessun commento

La carovana migrante in Messico: tra l’esodo, la crisi umanitaria e la criminalizzazione

Guillermo Castillo Ramírez

I migranti centroamericani e la crisi umanitaria

Le migliaia di centroamericani, principalmente honduregni, che nelle settimane passate sono entrati in Messico, sono molto più che una carovana. Prosegui la lettura »

,

Nessun commento

Suonano i tamburi di guerra e grigie colombe di pace sorvolano il Venezuela

Aram Aharonian

Fattori di potere internazionale, spinti dall’interesse geopolitico di esercitare il controllo sulla regione e in particolare sul Venezuela, si sono proposti come meta di sgomberare il governo costituzionale e cambiarlo con un altro, Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Centroamerica: Che significa e che cerca di ottenere la carovana di migranti?

Il fattore detonante: la crisi post elettorale del 2017

È risaputo che in Honduras il Popolo si lanciò nelle strade a novembre e dicembre del 2017 per cercare di fermare l’imposizione continuista dell’attuale governante, rifiutando le sue pretese rielezioniste, in violazione della Costituzione della Repubblica. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

Noam Chomsky e lo stato dell’impero

Jeremy Scahill

Il mondo ha riso di Donald Trump alle Nazioni Unite, ma le dichiarazioni imperiali emesse non erano cose da ridere. Può sembrare che Trump sia un buffone, ma la sua agenda globale è consistente con la macchina imperiale bipartitica che gestisce gli USA. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Base di Manta 2.0: la rinnovata presenza militare degli USA in Ecuador

Martín Pastor

Con la giustificazione della “cooperazione” e dell’umanitarismo, forze militari statunitensi ritornano in Ecuador dopo un decennio dall’essere state espulse. Questa rinnovata presenza, non solo riattiverà la missione della Base di Manta (1999-2009), ma metterà in moto una nuova fase di ingerenza militare nel paese. La quale si è concretizzata, lo scorso 2 agosto 2018, con l’apertura di un Ufficio di Cooperazione di Sicurezza (OCS) tra ambedue le nazioni. Prosegui la lettura »

Nessun commento