Archivio per la categoria Cile

Nazione Mapuche: La comunità Rañilwenü dell’Alto Biobío resiste ad un tentativo di sgombero dei Carabinieri

Juan Contreras Jara

15 settembre: alle 7.00 un grosso contingente di polizia è giunto a sgomberare la comunità mapuche Rañilwenü, nell’Alto Biobío. I suoi membri resistono all’assalto della polizia. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

La Convenzione Costituente nega l’accesso alle autorità del popolo Mapuche

Durante la mattinata di questo mercoledì una gran quantità di lonko (capi), werken (portavoce), weichafe (guerrieri), e membri di diverse comunità mapuche, principalmente autonome della zona del Malleco, Wallmapu, sono giunti fino alla sede dove si tengono le sessioni di diverse commissioni che compongono la convenzione costituente, Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Paese Mapuche: L’Organo di Resistenza Territoriale Pelontraru sabota quattro macchine forestali lungo la strada Los Sauces-Lumaco

Lo scorso giovedì mattina, in un’azione di sabotaggio dell’Organo di Resistenza Territoriale (ORT) Pelontraru, sono state sabotate 3 macchine appartenenti alla Forestal Cautín e una ad un riconosciuto investitore della zona. Prosegui la lettura »

,

Nessun commento

Nazione Mapuche: Numerose manifestazioni di omaggio al combattente Pablo Marchant, assassinato dai carabinieri

Dichiarazione della Resistenza Mapuche Lavkenche.

Temuco, dal Servizio Medico Legale è stato consegnato il corpo del combattente Pablo Marchant Gutiérrez, Weichafe (guerriero) assassinato dai bastardi di sempre, guardiani delle imprese forestali e del capitale. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

Il mapuche morto a Carahue non è Ernesto Llaitul, ma un altro weichafe del CAM

Una repentino ribaltamento ha avuto l’informazione riguardo ai fatti avvenuti questo venerdì a Carahue. Dopo che la Procura e diversi dirigenti mapuche avevano segnalato che il defunto era Ernesto Llaitul Pezoa, suo padre, Hector Llaitul, dopo essere andato a riconoscere la vittima, ha negato che fosse suo figlio. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

Nazione Mapuche: I carabinieri assassinano il figlio di Héctor Llaitul

Il combattente stava realizzando un’azione di sabotaggio contro l’impresa Forestal Mininco. Si conferma l’identità del Weichafe assassinato dai carabinieri nel Wallmapu, Ernesto Llaitul di 26 anni. Ernesto era figlio di Héctor Llaitul, portavoce del Coordinamento Arauco Malleco (CAM). Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

Cile: Sospesa per alcune ore la cerimonia inaugurale della Costituente, “Non c’è nulla da celebrare mentre ci sono prigionieri politici”

La Rivolta ha conquistato le strade di tutto il paese. Forte repressione nel centro di Santiago.

L’inizio del primo giorno di funzionamento dell’assemblea composta da 155 costituenti che sono stati eletti lo scorso maggio, è stato segnato dagli appelli alle marce, e alla realizzazione di cerimonie e rituali, convocati dai rappresentanti delle distinte liste e dai popoli originari. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

Cile: La convenzione costituzionale può essere la tomba della rivolta

Raúl Zibechi

La destra pinochetista è stata sconfitta, giacché non ha ottenuto il terzo della convenzione costituzionale necessario a bloccare i cambiamenti. Una sconfitta che cominciò a configurarsi verso il 2000, con l’ostinata resistenza del popolo mapuche e dopo le lotte degli studenti secondari. A partire dall’ottobre del 2019, il popolo cileno decise di sotterrare l’eredità di Pinochet con un’affollata rivolta. Prosegui la lettura »

, , , ,

Nessun commento

Cile: Il popolo ha parlato, hai capito?

Manuel Cabieses Donoso

Il fatto politico più importante di queste elezioni, a mio giudizio, è la vittoria comunista nel comune di Santiago, il cuore della Repubblica. Una giovane di 30 anni, Irací Hassler Jacob, economista, è la prima sindaca comunista dell’antico bastione del conservatorismo. Il primo sindaco di Santiago nel cauto ritorno alla democrazia fu Joaquín Lavín, allora dell’estrema destra, e oggi candidato presidenziale del liberalismo-socialdemocratico. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

Cile: In piena crisi, Piñera blocca il ritiro dai fondi privati pensionistici e aumentano le proteste

Juan Carlos Ramírez Figueroa

L’Esecutivo cileno ha bloccato il progetto inviandolo al Tribunale Costituzionale. L’incerta possibilità di ritirare per un’emergenza il proprio denaro risparmiato per la pensione ha generato battiture di casseruole e proteste della cittadinanza. Si somma ai problemi per accedere ai buoni e ai crediti a tasso zero del governo. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

Cile: Le comunità trionfano dopo che l’impresa ha rinunciato al progetto idroelettrico di Pasada Agua Viva

Il Progetto Idroelettrico di Pasada Agua Viva consisteva in una centrale idroelettrica sul fiume Renaico, all’altezza della Cordillera di Pemehue, a circa cinquecento metri dalla Riserva Nazionale Malleco, che a sua volta appartiene alla Riserva della Biosfera Araucaria stabilita dall’UNESCO. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Cile: Provocazioni contro i Mapuche, aggredita una troupe tv

Tomás González F.

Héctor Llaitul e l’attacco alla troupe di TVN: “Dietro c’è la mano nera e sinistra delle imprese forestali”. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

Cile: Chiedono una moratoria per le industrie salmoniere e la loro urgente uscita da laghi, fiordi e canali

La contaminazione indigna la cittadinanza, le comunità indigene e i ricercatori.

L’industria salmoniera ha creato “effetti ampiamente conosciuti di danni ambientali per decenni” e, soprattutto, questi episodi hanno un “carattere PERMANENTE e STRUTTURALE”, che sono “tanto o più gravi dell’attuale”. Prosegui la lettura »

,

Nessun commento

Cile: Una ribellione che continua

Oleg Yasinsky

Sembrava che in questo paese non sarebbe successo mai nulla. La dittatura di Pinochet, da lontano la più astuta, calcolatrice ed efficiente di tutte, non solo volle combattere la sinistra e qualsiasi dissidenza, ma riformattò anche l’anima del Cile, Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

Víctor Llanquileo, prigioniero politico mapuche, denuncia una nuova montatura contro di lui

Inche Víctor Llanquileo Pilquimán piguen, vewla prigioniero politico mapuche, carcere di Arauko warria, Marri marri pu peñi, pu lagmien, ka pu wenuy.

Attraverso questo media voglio far giungere un mio saluto speciale ai lof in resistenza Rofue, Lautaro, Nueva Imperial e a tutti i lof che resistono giorno dopo giorno insieme ai lottatori più degni che ne fanno parte, vada il mio saluto rivoluzionario ad ogni membro; voi non potrete immaginare la tremenda forza e il tremendo orgoglio che sente un prigioniero politico mapuche sapendo che nei diversi settori del Wallmapu la lotta continua, che fa reagire al governo insieme all’estrema destra che giudicano come terrorismo la giusta richiesta di territorio e giustizia. Prosegui la lettura »

, , , , ,

Nessun commento