Archivio per la categoria Cile

Siamo tutti Llaitul?

Juan Carlos Gómez Leyton

La “guerra dell’Arauco” nel Wallmapu nuovamente si riattiva con altri mezzi.

A tutte le ed i martiri della lotta sociale e politica mapuche

Per la libertà di tutte e tutti i prigionieri mapuche

Per la libertà immediata di Héctor Llaitul Prosegui la lettura »

, , , , , ,

Nessun commento

Cile: Echi del Plebiscito e la risposta popolare a Boric

Gustavo Burgos Velázquez riflette e pensa il Cile in chiave di Rivoluzione. Profondamente umanista, si definisce marxista. È avvocato difensore di cause legate al Popolo Mapuche e a lavoratori portuali di Valparaíso, dove vive. Dirige “El Porteño”, rivista di sinistra, e conduce il programma radio “Mate al Rey” (Scacco Matto al Re), da dove ha predetto il risultato del Plebiscito del 4 settembre, analizzando il soggetto storico personificato nei lavoratori sfruttati, circa la lotta di classe dal fondo dei tempi. Prosegui la lettura »

, , , , , ,

Nessun commento

Nazione Mapuche: Nuovi sabotaggi del CAM per chiedere la libertà dei prigionieri politici

Venerdì notte è stata compiuta una nuova azione di sabotaggio in territorio mapuche.

All’interno della tenuta “La Trinidad”, settore Niagara Padre las Casas, sono stati distrutti 3 camion e un scavatrice, oltre a una casa padronale e installazioni come magazzini e altro. Questa azione è terminata senza feriti. Prosegui la lettura »

, , , , , ,

Nessun commento

Cile: Gli studenti secondari manifestano per la riforma dell’educazione e contro la repressione di Boric

Un’altra volta i carabinieri hanno attaccato i giovani. Questo giovedì è il terzo giorno consecutivo di manifestazioni studentesche, martedì scorso hanno protestato contro la riforma ministeriale. Prosegui la lettura »

, , , ,

Nessun commento

Cile: I carabinieri del “progressista” Boric reprimono brutalmente gli studenti

Centinaia di studenti che questo martedì manifestavano pacificamente in Plaza Dignidad a Santiago a favore di un nuovo processo costituente in Cile sono stati repressi da questa istituzione criminale chiamata Carabinieri. Prosegui la lettura »

, , , , , ,

Nessun commento

Cile: Il CAM giudica il plebiscito come “uno show folcloristico”

Il gruppo ha dichiarato che “rendiamo responsabile questo nefasto governo di dar continuità all’estrattivismo indiscriminato e alla militarizzazione del nostro territorio mapuche, in alleanza con le grandi imprese forestali e i conglomerati economici”. Prosegui la lettura »

, , , ,

Nessun commento

Cile: Sconfitta della politica dal basso

Raúl Zibechi

I risultati sono inappellabili. Una sconfitta senza palliativi, così ampia e potente che fa entrare in crisi il governo di Gabriel Boric e i partiti che lo appoggiano, ma anche il movimento popolare che si è lanciato nelle strade nell’ottobre del 2019 chiedendo la rinuncia di Sebastián Piñera e la fine del neoliberalismo selvaggio in Cile. Prosegui la lettura »

, , , ,

Nessun commento

Cile: Il voto per il rifiuto della nuova Costituzione si impone all’approvazione con un ampio margine

Continuerà a vigere la Costituzione pinochetista.

Ha causato sorpresa il risultato giacché i sondaggi prima dell’elezione davano il trionfo del voto per l’Approvazione. I risultati indicano che nella grande maggioranza dei comuni il voto per il Rifiuto si è imposto all’Approvazione. Prosegui la lettura »

,

Nessun commento

Comunicato pubblico sull’arresto del portavoce Hector Llaitul Carrillanca

Comunicato del Coordinamento Arauco Malleco

Alla nostra nazione Mapuche, ai gruppi e alle organizzazioni di resistenza, all’opinione pubblica cilena e internazionale. Alla luce dell’arresto del nostro portavoce politico, werken Hector Llaitul Carrillanca, comunichiamo quanto segue: Prosegui la lettura »

, , , , ,

Nessun commento

L’illusione di cambiare dall’alto

Raúl Zibechi

Colombia, Ecuador e Cile ci mostrano processi recenti relativamente simili. I governi della destra neoliberista sono stati affrontati da grandi rivolte popolari di lunga durata, che hanno aperto crepe nella dominazione e messo sotto scacco la governabilità. Il sistema politico ha risposto incanalando la disputa nel terreno istituzionale, con l’approvazione e l’entusiasmo delle sinistre. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

Nazione Mapuche: La ORT “Toño Marchant” (CAM) rivendica l’attacco incendiario nella tenuta El Dominio a Carahue

Questo lunedì, nel Fondo Dominio, situato sulla Strada S-148 San Oscar-Carahue, sono stati incendiati quattro camion, otto macchinari, 1 container e un generatore di elettricità dell’impresa Forestal Mininco, dove sono trovate scritte sulla causa Mapuche. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Nazione Mapuche: “Chem Ka Rakiduam”, il pensiero e l’azione del CAM in un libro

Susanna de Guio

In una sala molto piena del centro culturale recuperato di Lo Hermida, che con attenzione ascoltava silenziosamente, il 10 giugno scorso è stata realizzata la prima presentazione del libro Chem Ka Rakiduam. Prosegui la lettura »

, , , , , ,

Nessun commento

Ex CAM afferma che “dovranno” impadronirsi delle scuole in territorio mapuche

Gruppo Araucania Diario

José Huenchunao, uno dei fondatori ed ex dirigente del Coordinamento Arauco Malleco (CAM), ha difeso la lotta armata e ha riconosciuto che occasionalmente si mantiene ancora in contatto con Héctor Llaitul. Sul furto del legname, ha dichiarato che non è furto, giacché sta dentro i territori delle comunità che hanno recuperato le loro terre. Prosegui la lettura »

, , , , , , , ,

Nessun commento

Paese Mapuche: Giustizia per Eloy Manquepan

Comunicato pubblico del Pu Lof Inalafken Ka Inarukapillan

Lamentiamo profondamente la morte del nostro lamgen (fratello) Ulises Eloy Alarcón Manquepan yem (33 anni), sposo e padre di 2 figli -difensore del suo territorio, conoscitore di piante medicinali e conosciuto lavoratore della località di Licanray- ASSASSINATO ieri nel Lof Hualapulli – Liumalla, situato all’interno lungo la strada rurale tra Villarrica e Lican Ray. Noi aderiamo al dolore della famiglia e del lamgen. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Paese Mapuche: Dichiarazione dell’Osservatorio Cittadino di fronte all’assassinio del Peñi Segundo Catril Neculqueo

Dichiarazione Pubblica

Un’imboscata ad un minibus che conduceva dei lavoratori ai campi di lavoro forestali, avvenuto ieri 24 maggio, in una zona rurale del comune di Lumaco, nell’Araucanía, si è presa un’altra vittima mortale. Questa volta si tratta di Segundo Catril Neculqueo, mapuche di 66 anni, che ha ricevuto un proiettile in testa. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento