Articoli con tag Repressione

Colombia: Cinque nuovi dirigenti sociali assassinati

Nel 2021 sono già 124 i dirigenti e i difensori dei diritti umani uccisi dai paramilitari. 

Il coordinatore dell’Osservatorio dei DD.UU. e delle Conflittualità di Indepaz, Leonardo González Perafán, ha denunciato che questo lunedì sono stati assassinati in Colombia 5 dirigenti e attivisti umanitari. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Chiapas sull’orlo della guerra civile

Comunicato del Comitato Clandestino Rivoluzionario Indigeno-Comando Generale dell’Esercito Zapatista di Liberazione Nazionale – Messico Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Persecuzione in Chiapas

Gloria Muñoz Ramírez

“Non hanno alcun rispetto, stiamo chiamando le organizzazioni del mondo affinché si accorgano di noi, stiamo solo cercando una vita migliore. Tutto questo lo sanno… una merda “, dice una donna di Haiti al momento di essere arrestata in Chiapas. Prosegui la lettura »

,

Nessun commento

Il Nicaragua e la prossima Apocalisse

Bái Qiú’ēn

Sergio Ramírez, figura storica del sandinismo, nel mirino dell’orteguismo.

Todo procesado tiene derecho, en igualdad de condiciones, a las siguientes garantías mínimas: A que se presuma su inocencia mientras no se pruebe su culpabilidad conforme la ley (Costituzione politica del Nicaragua, articolo 34). Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

Nazione Mapuche: La comunità Rañilwenü dell’Alto Biobío resiste ad un tentativo di sgombero dei Carabinieri

Juan Contreras Jara

15 settembre: alle 7.00 un grosso contingente di polizia è giunto a sgomberare la comunità mapuche Rañilwenü, nell’Alto Biobío. I suoi membri resistono all’assalto della polizia. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Sergio Ramírez a Ortega: “Le dittature mancano di immaginazione e ripetono le loro menzogne, il loro accanimento, il loro odio e i loro capricci”

Lo scrittore, romanziere ed ex vicepresidente del Nicaragua, Sergio Ramírez Mercado, mercoledì ha dichiarato al presidente nicaraguense, Daniel Ortega, di averlo accusato “attraverso la propria Procura”, di realizzare presuntamente azioni che promuovono e incitano all’odio e alla violenza”. Prosegui la lettura »

,

Nessun commento

Perù: È morto Abimael Guzmán, il fondatore di Sendero Luminoso

Il capo della guerriglia maoista peruviana Partito Comunista del Perù – Sendero Luminoso, che fu vicino a prendere il potere, era detenuto dal 1992. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

Colombia: Manifestanti feriti e detenuti a Bogotá per la repressione poliziesca

Almeno dieci manifestanti sono stati arrestati e due sono rimasti feriti in una mobilitazione convocata giovedì scorso in vari punti della capitale colombiana in memoria di undici persone che morirono un anno fa sparate durante alcune proteste contro la brutalità poliziesca, ha informato questo venerdì la Personería di Bogotá. Prosegui la lettura »

,

Nessun commento

Dignità femminista, non ci silenzieranno!

Collettivo di Donne di Matagalpa

Comunicato

Oggi 26 agosto, l’Assemblea Nazionale ha cancellato la personalità giuridica del Collettivo di Donne di Matagalpa.

Condanniamo e denunciamo questo arbitrio giudiziario basato su stratagemmi e menzogne e una sistematica repressione e violenza statale del governo Ortega Murillo, che si aggiunge alla cancellazione di 55 organizzazioni nazionali e internazionali per imporre paura e silenzio. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

Che succede in Nicaragua?

Rosella Simone

Cosa sta succedendo in Nicaragua? È successo che, di fronte alla tenace resistenza popolare, il regime ha buttato la maschera “socialista, cristiana, solidaria”, lo slogan con cui dal 2006 aveva tappezzato il paese, e si è manifestato per quello che è: una dittatura familiare abbarbicata al potere come cozze allo scoglio. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

Nazione Mapuche: Numerose manifestazioni di omaggio al combattente Pablo Marchant, assassinato dai carabinieri

Dichiarazione della Resistenza Mapuche Lavkenche.

Temuco, dal Servizio Medico Legale è stato consegnato il corpo del combattente Pablo Marchant Gutiérrez, Weichafe (guerriero) assassinato dai bastardi di sempre, guardiani delle imprese forestali e del capitale. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

Militari colombiani in congedo assassinano il presidente haitiano

José Antonio Gutiérrez D.

L’ex ministro della difesa colombiano, ed ex ambasciatore di questo paese negli USA, Juan Carlos Pinzón, quando recentemente cominciavano i negoziati di pace con le FARC-EP, si faceva vanto dell’esportazione di militari colombiani in tutto il mondo per ruoli di mercenari. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

Il mapuche morto a Carahue non è Ernesto Llaitul, ma un altro weichafe del CAM

Una repentino ribaltamento ha avuto l’informazione riguardo ai fatti avvenuti questo venerdì a Carahue. Dopo che la Procura e diversi dirigenti mapuche avevano segnalato che il defunto era Ernesto Llaitul Pezoa, suo padre, Hector Llaitul, dopo essere andato a riconoscere la vittima, ha negato che fosse suo figlio. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

Nazione Mapuche: I carabinieri assassinano il figlio di Héctor Llaitul

Il combattente stava realizzando un’azione di sabotaggio contro l’impresa Forestal Mininco. Si conferma l’identità del Weichafe assassinato dai carabinieri nel Wallmapu, Ernesto Llaitul di 26 anni. Ernesto era figlio di Héctor Llaitul, portavoce del Coordinamento Arauco Malleco (CAM). Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

Cile: Sospesa per alcune ore la cerimonia inaugurale della Costituente, “Non c’è nulla da celebrare mentre ci sono prigionieri politici”

La Rivolta ha conquistato le strade di tutto il paese. Forte repressione nel centro di Santiago.

L’inizio del primo giorno di funzionamento dell’assemblea composta da 155 costituenti che sono stati eletti lo scorso maggio, è stato segnato dagli appelli alle marce, e alla realizzazione di cerimonie e rituali, convocati dai rappresentanti delle distinte liste e dai popoli originari. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento