Articoli con tag Repressione

Immagini che compromettono la Gendarmeria

Adriana Meyer

Página/12 ha avuto accesso ad un video dei gendarmi prima dell’operazione che terminò con la morte di Maldonado. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

Il werken José Huenchunao e il caso del machi Celestino: “Se il governo decide di non negoziare, lo scontro aumenterà”

Questo lunedì, a Temuco c’è stato un affollato corteo a sostegno del machi (figura di medico, religioso, consigliere, ndt) Celestino Córdova che oggi compie 87 giorni di sciopero della fame, chiedendo il trasferimento di 48 ore nella sua comunità per poter rinnovarsi attraverso il rehue (altare sacro, ndt). Per questo venerdì 13 aprile sono state convocate in tutto il paese nuove manifestazioni. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Continuano la violenza e gli sgomberi nell’Antioquia contro le comunità danneggiate dalla Hidroituango

Il Movimento Ríos Vivos ha dichiarato che, durante uno sgombero da parte della Polizia Nazionale a Sabanalarga, Antioquia, i danneggiati dal progetto idroelettrico Hidroituango sono stati attaccati con proiettili di gomma e gas lacrimogeni, nello stesso momento in cui venivano segnalati come “guerriglieri”. Hanno dichiarato che 6 persone sono state ferite e che le autorità non erano presenti. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Honduras: A 25 mesi dall’omicidio di Berta Cáceres i mandanti sono ancora liberi

Giorgio Trucchi

In giugno l’inizio del processo per le persone coinvolte nel crimine della dirigente indigena. Prosegui la lettura »

, , , ,

Nessun commento

“Che non ci sia più un prigioniero, né più un morto delle FARC-EP né del Movimento Sociale e Popolare”

Parole di Santrich, incarcerato con una montatura giudiziaria.

Sciopero indefinito della fame di Jesús Santrich. Prosegui la lettura »

, , , , ,

Nessun commento

Nove feriti di fronte alla prigione di Curitiba

Dario Pignotti

I sostenitori del PT sono stati repressi con gas lacrimogeni e proiettili di gomma. Prosegui la lettura »

,

Nessun commento

Perù: La Polizia è entrata con violenza nell’Università San Marcos e ha arrestato almeno 18 studenti

Il rettore, violando l’autonomia universitaria, aveva autorizzato l’intervento poliziesco a seguito dell’occupazione della Città Universitaria da parte degli studenti che protestano per la cattiva impostazione degli Studi Generali. Prosegui la lettura »

,

Nessun commento

L’Alleanza Territoriale Mapuche fa un appello ad effettuare azioni di resistenza a sostegno del machi Celestino Córdova

Territorio Wenteche / Attraverso un comunicato pubblico inviato al nostro media werken.cl l’organizzazione ATM fa un appello a tutte le organizzazioni Mapuche affinché entro questa settimana inizino nei vari luoghi del territorio nazionale mapuche azioni DI LOTTA CHE RIVENDICHINO LE RICHIESTE E LA LIBERTÀ del machi Celestino Córdova. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

Il futuro governatore di Piñera nel Malleco è il principale fornitore di macchinari alle imprese forestali

Malleco/ Un nuovo scandalo scuote il delinquenziale e futuro governo di Sebastian Piñera, oggi la stampa ha denunciato che il nuovo governatore della provincia del Malleco, Víctor Manoli Nazal, è proprietario e direttore della Sociedad de Inversiones Cancura, Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

Brasile: L’esecuzione di Marielle. Chi? Come? Perché?

Silvia Adoue

Alcuni giorni prima della sua esecuzione, una consulente della consigliera era stata avvicinata da un uomo che le domandò in tono minaccioso se lavorava con Marielle Franco. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Una violenta ordinanza municipale è finita con contadine Mapuche colpite e maltrattate dai Carabinieri

Temuco / Questa mattina più di una trentina di contadine Mapuche delle comunità vicine alla città sono state violentemente colpite dalle Forze Speciali dei Carabinieri del Cile, oltre al fatto che le loro mercanzie sono state distrutte e calpestate nelle strade della capitale dell’Araucania. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Continua la mobilitazione per Marielle a Rio de Janeiro

Domenica 18 c’è stato un corteo di migliaia di persone a Maré, il complesso di favela di Gebrielle. Prosegue la mobilitazione dopo l’imponente momento di piazza del 15 Marzo scorso.

Convocato per le 13, il corteo si è mosso alle 14 spostandosi dopo pochi minuti sulla Avenida do Brasil, una delle principali arterie della metropoli carioca che è dunque rimasta bloccata per due ore mentre il corteo sfilava. La manifestazione, con un forte protagonismo delle donne, ha gridato a gran voce “Marielle presente!”, intonando canti e cori contro la polizia, la militarizzazione delle favela, e per la dignità dei poveri, delle donne e contro il genocidio della gioventù nera. Prosegui la lettura »

,

Nessun commento

Brasile: Nell’assassinio della consigliera municipale i proiettili erano della polizia

Settori della popolazione hanno manifestato in vari stati del Brasile per rifiutare l’assassinio dell’attivista Marielle Franco.

L’indagine sui fatti ha rivelato che il lotto con le munizioni utilizzate è stato acquistato nel 2006 dalla Polizia Federale di Brasilia. Prosegui la lettura »

Nessun commento

Assassinata a Río de Janeiro una consigliera comunale del partito di sinistra PSOL

Alberto Azcárate

Il 14 marzo, alle ore 21.30 è stata assassinata a colpi di pistola Marielle Franco, consigliera comunale del PSOL (Partito per il Socialismo e la Libertà), una formazione che nel parlamento statale ha una sua rappresentanza e che si è scissa a sinistra dal PT. Prosegui la lettura »

,

Nessun commento

La PDI e la Procura hanno concluso che tutti i rapporti dei Carabinieri dell’Operazione Uragano sono falsi

Le presunte conversazioni tratte dal “Il Professore” Smith con il suo programma Antorcha sarebbero tutte inventate. La Procura prepara, inoltre, una imputazione per il generale Gonzalo Blu. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento