Archivio per la categoria America Latina

Il saldo negativo dei governi “progressisti” in America Latina e l’arrivo di AMLO alla presidenza del Messico, un esame di Raúl Zibechi

Gloria Muñoz Ramírez / Raúl Zibechi

Città del Messico / I governi progressisti in America Latina “si sono rivelati un regresso e per i popoli indigeni hanno significato un doppio o triplice regresso, perché sono stati folklorizzati. Oggi ci sono nel parlamento uomini con cappello e donne in crinolina, ma folklorizzati, non rappresentando politicamente i propri popoli. Prosegui la lettura »

Nessun commento

Carovana Migrante: arrestate almeno 600 persone in Chiapas, Messico

I migranti, membri della quinta carovana, sono stati obbligati a salire sugli autobus e i pick-up per essere trasferiti nella Stazione Migratoria.

Almeno 600 migranti centroamericani sono stati arrestati questo giovedì da agenti dell’istituto Nazionale di Migrazione e dalla Polizia Federale dello stato messicano del Chiapas. Prosegui la lettura »

,

Nessun commento

Dire “fascismo” confonde e spoliticizza

Raúl Zibechi

L’attuale estrema destra è figlia dell’estrattivismo/quarta guerra mondiale, mentre il fascismo fu partorito dal capitalismo monopolista in competizione per i mercati mondiali, dal colonialismo e l’imperialismo nella loro deriva razzista, come segnalò Hannah Arendt in Le origini del totalitarismo. Prosegui la lettura »

,

Nessun commento

Figli degli uomini

Paco Gómez Nadal

L’immaginazione di Cuarón e di P.D. James non è riuscita a dire tutto. La Carovana dei Migranti che serpeggia per il Messico è un sintomo, non il problema.

Che fa sì che migliaia di persone cerchino il rifugio della massa per cercare di raggiungere un sogno così distopico come quello statunitense. Prosegui la lettura »

,

Nessun commento

Le strategie non sono per sempre

Raúl Zibechi

Ora che l’immediato panorama è oscuro. Ora che non possiamo più sperare nulla se non dalle nostre stesse lotte, può essere un buon momento per fare una pausa e riflettere sui cammini che stiamo percorrendo negli ultimi decenni. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Dodici giorni e cinque racconti dalla #CaravanaMigrantes

Andrés Cabanas

Uno, il nostro corpo è il messaggio

In un’epoca in cui la menzogna si istituzionalizza, la  #CaravanaMigrantes informa con la sua presenza, rompe silenzi e riempie vuoti informativi. Prosegui la lettura »

,

Nessun commento

Un morto e vari feriti dopo l’arrivo in Messico della seconda carovana di migranti

I pompieri volontari del Guatemala hanno informato che questo lunedì migliaia di persone, nella loro maggioranza honduregni, hanno rotto la rete metallica che separa il Guatemala dal Messico. Almeno un migrante honduregno è morto e altri dieci sono rimasti feriti durante lo scontro con i federali messicani. Prosegui la lettura »

,

Nessun commento

A 526 anni dall’inizio dell’olocausto in Abya Yala

Ollantay Itzamná

(…) le creative resistenze individuali, comunitarie e territoriali indigene di fronte a questo olocausto furono anche, sono e saranno permanenti fino a conseguire le nostre autodeterminazioni come popoli, e a far fiorire il buon convivere tra tutte e tutti, come figli e figlie della nostra Madre Terra. Prosegui la lettura »

Nessun commento

Le autonomie dopo il progressismo

Raúl Zibechi

Dopo un lungo decennio di governi progressisti, i dibattiti sull’autonomia e le pratiche autonome sembrano essere mutati; hanno abbandonato lo scenario e si sono rifugiati nelle pieghe meno visibili dei movimenti anti-sistema. Prosegui la lettura »

Nessun commento

Il sistema ha creato il “principio di autodistruzione”: Leonardo Boff

Pedro Rendón

Il dottor Leonardo Boff, ecologo, che è stato una delle personalità in materia di difesa dell’ambiente che, lo scorso 20 agosto è andato nell’Università Iberoamericana Città del Messico per essere testimone dell’apertura del Centro Interdisciplinare Universitario per la Sostenibilità e della Laurea in Sostenibilità Ambientale di questo istituto. Prosegui la lettura »

,

Nessun commento

La sinistra dopo il Nicaragua

Raúl Zibechi

La crisi in Nicaragua trova le sinistre nel loro momento peggiore. Le reazioni di fronte ai fatti e ai comportamenti del regime Ortega-Murillo stanno generando un inedito livello di divisioni nelle forze politiche che si proclamano di sinistra o progressiste. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Le nostre differenze con la “Dichiarazione finale del vertice dei popoli per l’articolazione sociale della Nostra America”

Hugo Blanco

La Dichiarazione menziona: “organizzazioni indigene che resistono alla furia del capitalismo selvaggio”. Selvaggio è non addomesticato. Il condor è un animale selvaggio, la gallina è un animale domestico. Ci sono compagni amazzonici selvaggi che non vogliono un contatto con la “civilizzazione”. Difendiamo il loro diritto a rimanere isolati. Il capitalismo è quanto meno di selvaggio che ci sia, è prodotto dalla “civilizzazione”. Chiamarlo “selvaggio” è un appellativo lusinghiero che non merita. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

Amnesty International denuncia la persecuzione dei difensori

L’organizzazione internazionale ha riconosciuto l’uso del linguaggio con l’intenzione di stigmatizzare e una normativa che potrebbe portare ad effettuare sgomberi con la forza. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

Guerra contro la corruzione o contro le alternative al neoliberalismo?

Silvina M. Romano

Il problema dell’America Latina è la corruzione, ma non la corruzione “e basta”, ma specialmente quella associata ai governi progressisti o postneoliberali [1]. Lo affermano i think-tanks, i consulenti delle Istituzioni Finanziarie Internazionali (IFI) e voci esperte su quello che “succede” nella regione [2]. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

Un FSM, svuotato di idee, popoli e lotta, si trasferisce a Salvador de Bahía

Aram Aharonian

Sfide del Forum Sociale Mondiale (FSM).

Durante l’ultimo quinquennio ha proliferato il dibattito -tra movimentisti “puri” (in generale alleati alle posizioni della socialdemocrazia europea e della Chiesa Cattolica) e militanti sociali e politici- sul futuro del Forum Sociale Mondiale: Che relazione ci deve essere tra partiti politici anticapitalisti e movimenti sociali? Che legami con i governi progressisti della regione, che strategia di fronte all’appello di Hugo Chávez di portare avanti una Quinta Internazionale? Prosegui la lettura »

,

Nessun commento