Archivio per la categoria America Latina

L’America Latina invisibile

Alfredo Serrano Mancilla

Temer continua ad essere presidente del Brasile senza un voto nelle urne. Macri, quello dei Panama Papers, tiene Milagro Sala in un carcere argentino come prigioniera politica. Santos è coinvolto nello scandalo della Odebrecht perché nel 2014 avrebbe ricevuto un milione di dollari per la sua campagna presidenziale in Colombia. Prosegui la lettura »

,

Nessun commento

Il punto di vista della Cina sul Venezuela

Raúl Zibechi

Conoscere i criteri che usa la potenza emergente sull’America Latina, e in particolare sul Venezuela, è sommamente importante giacché raramente i loro mezzi di comunicazione lasciano intravedere le opinioni che circolano nel governo cinese. Prosegui la lettura »

, , , ,

Nessun commento

“Il Venezuela potrebbe trasformarsi nella Siria dell’America Latina”

Enric Llopis e Raúl Zibechi

Intervista al giornalista e ricercatore Raúl Zibechi.

La chiave dell’attuale conflitto in Venezuela non è tanto di carattere sociale quanto geopolitico, dato che si tratta di un paese pieno di ricchezze e collocato in una posizione strategica (un paese cerniera tra due subcontinenti), in un pianeta in cui su scala globale si misurano le forze di Stati Uniti e Cina. Prosegui la lettura »

, , , , , ,

Nessun commento

Cambiare il mondo dall’alto

Raúl Zibechi

La fine di un ciclo progressista. La frattura geopolitica nel continente. I rischi della riforma del lavoro brasiliana. Odebrecht, il narcotraffico e l’1%. Quali sono i movimenti sociali che sono debilitati e quelli che creano altri mondi. I nuclei di una conferenza magistrale del giornalista e ricercatore Raúl Zibechi su #MUTrincheraBoutique. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Difendere la terra e i beni comuni non è mai stato così pericoloso 

Giorgio Trucchi

Nuovo rapporto di Global Witness denuncia record di omicidi.

“Nel 2016 si è registrato il record di 200 difensori della terra, dei boschi e dei fiumi assassinati per il loro impegno contro le industrie distruttive”, segnala il rapporto Difendere la Terra dell’organizzazione britannica Global Witness. Prosegui la lettura »

,

Nessun commento

Stato (coloniale) e rivoluzione

Un’accesa discussione tra le donne mapuche e le forze della sicuerezza cilena. Foto tratta da http://www.t13.cl

Raúl Zibechi

È trascorso un secolo da quando Lenin scrisse uno dei pezzi più importanti del pensiero critico: Stato e Rivoluzione. L’opera fu scritta tra le due rivoluzioni del 1917, quella di febbraio che pose fine allo zarismo e quella di ottobre che portò i soviet al potere. Si tratta della ricostruzione del pensiero di Marx ed Engels sullo Stato, che veniva sminuito dalle tendenze egemoniche nelle sinistre di allora. Prosegui la lettura »

Nessun commento

Le curiose teorie di Álvaro García Linera

Guillermo Almeyra

Álvaro García Linera (AGL) ha pubblicato un lungo articolo su Rebelión con il titolo “¿Fin de ciclo progresista o proceso por oleadas revolucionarias?” (Fine del ciclo progressista o processo per ondate rivoluzionarie?). Prosegui la lettura »

Nessun commento

È morto Francois Houtart, un lottatore contro il capitalismo e la piaga dell’estrattivismo

Oggi è morto a 92 anni Francois Houtart, sacerdote cattolico belga, politologo e sociologo, con una vasta opera sull’America Latina.

La sua morte è avvenuta a Quito, dove risiedeva. Negli ultimi anni lavorava lì alla Fondazione Popolo Indigeno, all’Istituto di Alti Studi e all’Università Centrale dell’Ecuador. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

L’era dell’ingovernabilità in America Latina

Raúl Zibechi

La disarticolazione geopolitica globale nel nostro continente latinoamericano si traduce in una crescente ingovernabilità che colpisce i governi di tutte le correnti politiche. Prosegui la lettura »

Nessun commento

Si compie il “sogno americano”: truppe degli USA in Amazonia

Raúl Zibechi

Per la prima volta nella storia, truppe degli Stati Uniti parteciperanno ad una esercitazione militare nel cuore dell’Amazonia. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

“Quello che sta facendo Almagro attraverso l’OEA è un pericolo, non solo per il Venezuela, ma per tutto il continente”

Dichiarazioni dell’ex presidente uruguayano José Mujica che si pone, come dice lui, su posizioni di centro sinistra o sinistra centro, ma lontani dalla destra. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

Quando la sinistra è un problema

Raúl Zibechi

Quello che sta succedendo in Venezuela non ha la minima relazione con una “rivoluzione” o con il “socialismo”, né con la “difesa della democrazia”, nemmeno con la logora “riduzione della povertà”, per snoccialare gli argomenti che si impiegano a destra e sinistra. Si potrebbe menzionare “petrolio”, e saremmo più vicini. Ma i fatti indicano altre inflessioni. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

Colpo di stato nell’OEA

Julio Centeno

La presidenza del Consiglio Permanente dell’OEA spetta dal 1° aprile alla Bolivia, per un periodo di tre mesi. La vicepresidenza ad Haiti. Nonostante ciò, l’ossessione di aggredire il Venezuela ha obbligato il Segretario Generale, Luis Almagro, a obbedire alle istruzioni degli Stati Uniti Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Assassinano giornalisti per disciplinare i media

Raúl Zibechi

Non sono, non possono essere, effetti collaterali e indesiderati della guerra contro il narcotraffico. I giornalisti critici sono uno degli obiettivi. Non l’unico, perché il principale bersaglio continuano ad essere quelli in basso organizzati. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Sovversione made in USA

Mario Ramos

Esiste una franchigia, questa sì vera franchigia, ci riferiamo ai “colpi di stato soavi/morbidi” o “rivoluzioni colorate”, non al cliché che per 10 anni l’opposizione sovversiva ha affibbiato al processo della Rivoluzione Cittadina: la presunta franchigia bolivariana, come se Bolívar fosse estraneo alla nostra storia.

Prosegui la lettura »

,

Nessun commento