Archivio per la categoria Perù

Perù, movimento popolare destituente

Luis Hernández Navarro

Il sud del Perù arde. Furibondi per l’usurpazione della volontà popolare e la repressione governativa, i manifestanti hanno incendiato banche a Yunguyo, dipartimento di Puno. Lo stesso hanno fatto nel commissariato di polizia di Triunfo, Arequipa. Prosegui la lettura »

, , , ,

Nessun commento

Perù mobilitato. La potenza della comunità

Raúl Zibechi

Siamo migliaia di migliaia, qui, 

ora. Stiamo insieme, ci siamo 

radunati popolo per popolo, nome per nome, e stiamo

pressando questa immensa città

che ci odiava, che ci

disprezzava come un escremento

di cavalli.

José María Arguedas

“A nuestro Padre creador Túpac Amaru Himno-Canción” Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Tutte le strade del regime peruviano conducono alla repressione

Carlos Noriega

Ieri sette morti. Già assommano a più di sessanta, e la presidente golpista risolve tutto sparando. Le differenze di classe tra Lima e il mondo andino in rilievo nella crisi. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Perù: I fotografi narrano quello che è avvenuto nell’aeroporto di Juliaca

Ghiomara Rafaele

Era mezzogiorno e la cittadinanza di Puno stava protestando nelle strade. Mezzora più tardi, secondo la testimonianza di Max Nina, fotografo che è stato nell’aeroporto di Juliaca, una pietra lanciata dall’assedio della polizia ha rotto l’ermetismo. Proiettili, pallettoni e gas lacrimogeni hanno causato il massacro del 9 gennaio. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Perù: La giornata di proteste a Lima è stata segnata da una violenta repressione poliziesca

Assommano a 54 gli assassinati durante la repressione, ieri altri due. Decine di migliaia di persone sono giunte questo giovedì nella capitale del Perù e hanno realizzato “l’occupazione di Lima”. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Perù: Il centro della capitale, virtuale campo di battaglia delle proteste

Lima, la capitale peruviana oggi si è vista faccia a faccia con le luttuose proteste del sud del paese, in una giornata di cortei e contrasti con la Polizia che al cadere del pomeriggio era virtualmente un campo di battaglia. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Perù: Migliaia di abitanti si dirigono in carovana a Lima per chiedere la rinuncia della Boluarte

La Marcia dei Quattro Suyos fa riferimento a quella che ebbe luogo nell’anno 2000, quando migliaia di persone protestarono a Lima contro la fraudolenta rielezione di Alberto Fujimori. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Perù: Turba di destra assalta gli uffici del collettivo Ágora Popular

Almeno 60 persone sono entrate nel locale del collettivo e hanno distrutto tutto al loro passaggio, secondo la denuncia del portavoce di Ágora Popular. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Perù: La Boluarte punta solo sulla repressione con 45 morti in un mese di crisi e proteste

Mariana Álvarez Orellana

Dopo una tregua per le feste di fine anno, migliaia di peruviani sono tornati nelle strade per chiedere la rinuncia della presidente Dina Boluarte, la chiusura del Congresso e la convocazione di nuove elezioni, ottenendo come risposta una maggiore repressione e decine di morti e feriti. Prosegui la lettura »

, , , , ,

Nessun commento

Perù: Dopo il massacro, la dittatura impone tre giorni di coprifuoco a Puno

Sono 17 gli abitanti assassinati ed è morto anche un poliziotto. Luis Otárola, presidente del Consiglio dei Ministri, ha annunciato la misura durante la sua presentazione nel Congresso della Repubblica. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

Perù: La dittatura della Boluarte ha nuovamente massacrato il popolo a Juliaca

Il direttore dell’ospedale statale, Jorge Sotomayor, ha confermato che è salito a 12 il numero di morti in una protesta antigovernativa a Juliaca, città peruviana della regione andina del sud di Puno. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

Perù: Tornano le proteste mentre fallisce “La Marcia per la Pace”

Dal mattino sono cominciate le mobilitazioni e i blocchi stradali in differenti punti del paese contro il governo di Dina Boluarte che si è insediata dopo il golpe contro il presidente eletto, Pedro Castillo. La crisi politica scoppiata dopo che il Congresso aveva destituito il mandatario ha provocato un’ondata di proteste che è stata repressa con violenza dalla polizia e dai militari. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Perù: L’usurpatrice Dina Boluarte vuole uscire dal paese lasciando al suo posto il presidente del Congresso José Williams Zapata, un militare di destra 

Sembrerebbe che l’usurpatrice Dina Boluarte stia tentando di uscire dal paese e propone al Congresso mafioso un progetto di legge per dare l’incarico al presidente del Congresso, non essendoci vicepresidenti. Come già si stava rumoreggiando da quando la Boluarte si è convertita in una marionetta del Congresso, c’era una grande possibilità che questa facesse una mossa di arroccamento con il militare, con precedenti nella destra più accanita del Perù, José Williams Zapata. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

Perù, le proteste si radicalizzano: “che se ne vadano tutti!”

Olivier Turquet

Abbiamo intervistato Raphael Hoetmer, analista politico e membro del Grupo de Trabajo sobre Alternativas al Desarrollo de América Latina y Caribe, sulla complicata situazione in Perù. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

Perù: Per Lucha Indígena “Lo stato è il problema”

Condividiamo l’ultima edizione di dicembre della rivista mensile virtuale “Lucha Indígena” diretta dallo storico dirigente Hugo Blanco Galdós.

“La mobilitazione sociale in Perù è contro il potere economico che ha occupato lo stato. Per questo chiediamo la chiusura del congresso e l’inizio di un Governo Provvisorio delle organizzazioni popolari oggi in lotta di resistenza contro il neofascismo”. Prosegui la lettura »

, , , ,

Nessun commento