Articoli con tag Economia

La polizia dell’Ecuador reprime le proteste contro il “paquetazo” economico di Lenín Moreno

Le organizzazioni indigene si sono unite al rifiuto delle riforme economiche, considerate da alcuni settori come sottomesse agli interessi del FMI. Prosegui la lettura »

, , , ,

Nessun commento

Ecuador: Di fronte ad una grande protesta popolare Moreno decreta lo stato d’emergenza

Il presidente ecuadoriano ha annunciato nella rete televisiva nazionale la misura che cerca di bloccare le proteste generate dalle sue riforme economiche. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

Deterioramenti neoliberali in America Latina

Hedelberto López Blanch

Le leggi neoliberali imposte in America Latina dagli Stati Uniti e dagli organismi finanziari internazionali, come principale fondamento del capitalismo, hanno portato la regione ad affrontare grandi scogli economici e sociali per la sussistenza. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

La parte danneggiata del mercato del consumo e del lavoro ha deciso la fine dell’economia di tagli di Macri

Julio C. Gambina

Il mese di agosto termina con un aggravamento della situazione economica di milioni di persone in Argentina, acutizzando problemi di inflazione intorno al 55% annuale e di recessione proiettata intorno al -3% per il 2019, a cui dobbiamo aggiungere i primi indizi di una cessazione dei pagamenti. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Sfide contemporanee per la classe operaia e i contadini in Brasile

João Pedro Stedile

Pubblichiamo un documento di João Pedro Stedile economista, attivista, e scrittore brasiliano, membro del consiglio nazionale del movimento nazionale lavoratori rurali senza terra, relativa alla contemporaneità della classe operaia e contadina in Brasile. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Venezuela: Molto di più del petrolio

Raúl Zibechi

L’attuale assalto degli USA contro il Venezuela si suole spiegare per due ragioni complementari: il paese caraibico possiede le maggiori riserve mondiali di greggio e, parallelamente, il controllo completo dei Caraibi è un obiettivo irrinunciabile per il Pentagono giacché è la principale base del suo dominio globale e la principale trincea difensiva. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Venezuela: Per chi suona la campana?

Daniele Benzi

Things had to change in a hurry. But socialism requires imagination and time. It cannot be made in a hurry. To create socialism in a hurry without mass support, and institutions that can channel this support, led many states to disaster. […] The intentions of the leadership, by all accounts, were not malevolent. Yet its modernist dream-to administer nature and society, and build vast industrial monuments without either a democratic governance structure or a mobilized population-led to the worst excesses of commandism and bureaucratism.

Vijay Prashad, The Darker Nations

Non ricordo più dove. Ma sono quasi sicuro che da qualche parte Giovanni Arrighi abbia scritto, probabilmente citando o parafrasando Braudel, che per conoscere ciò che è nuovo bisogna sapere riconoscere, anzitutto, quello che non lo è. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

La crisi brasiliana, parte della crisi mondiale

Leonardo Boff

Non si può analizzare il Brasile solo a partire dal Brasile. Nessun paese, neppure la chiusa Corea del Nord, è fuori dalle connessioni internazionali che la pianetizzazione ha inevitabilmente creato. Prosegui la lettura »

,

Nessun commento

Scusate per i fastidi, stiamo cambiando il paese

Oscar René Vargas

1) Che può succedere nel paese? Nella lotta quotidiana da parte dei manifestanti si sentono dei logoramenti o piuttosto si stanno aggregando. Il governo cerca di tendere ponti e dialogare o continua a puntare tutto sul logorio della protesta mediante la repressione? Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

La Cina inciampa in Sudamerica

Raúl Zibechi

Il Brasile ha deciso di sospendere la costruzione del progettato treno bioceanico (dall’Atlantico al Pacifico) che era destinato ad essere una pezzo chiave nel commercio della regione con la Cina. Gli argomenti della sospensione sembrano poco solidi, mentre si polarizza il dibattito sulle vere ragioni della decisione. Prosegui la lettura »

,

Nessun commento

Il punto di vista della Cina sul Venezuela

Raúl Zibechi

Conoscere i criteri che usa la potenza emergente sull’America Latina, e in particolare sul Venezuela, è sommamente importante giacché raramente i loro mezzi di comunicazione lasciano intravedere le opinioni che circolano nel governo cinese. Prosegui la lettura »

, , , ,

Nessun commento

Neoliberismo e colonialità a Puerto Rico

Andria Pili

Dall’inizio del XXI secolo, l’isola caraibica di Puerto Rico è impantanata tra recessione, crisi fiscale ed espansione del debito pubblico. Prosegui la lettura »

, , , ,

Nessun commento

L’improbabile ritorno del “lulismo”

Raúl Zibechi

Anche se nel 2018 vincerà le presidenziali, come dicono le inchieste, ed eviterà di essere rinchiuso in una cella, per l’ex presidente Lula non ci saranno condizioni economiche e politiche per far rivivere il “miracolo” che gli ha permesso di migliorare la situazione dei poveri senza toccare i ricchi. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

Il capitalismo è potere, non economia

Raúl Zibechi

La frase appartiene al leader curdo Abdullah Öcalan, tratta dal secondo volume del Manifesto per la Civilizzazione Democratica, che ha come sottotitolo “La Civilizzazione Capitalista. L’era degli dei senza maschera e dei re nudi”. Prosegui la lettura »

,

Nessun commento

L’altra via dell’internazionalizzazione dello yuan

Oscar Ugarteche, Jose Luis Cal

Nel 2009 il governo cinese incominciò una campagna di internazionalizzazione dello Yuan che si materializzò nell’anno 2015 quando si iscrissero alla Reuters di Londra e furono ammessi come moneta di riserva nel FMI e come parte del paniere monetario. Prosegui la lettura »

Nessun commento