Articoli con tag Economia

L’altra via dell’internazionalizzazione dello yuan

Oscar Ugarteche, Jose Luis Cal

Nel 2009 il governo cinese incominciò una campagna di internazionalizzazione dello Yuan che si materializzò nell’anno 2015 quando si iscrissero alla Reuters di Londra e furono ammessi come moneta di riserva nel FMI e come parte del paniere monetario. Prosegui la lettura »

Nessun commento

Il dragone sfida l’aquila nel suo cortile posteriore

Raúl Zibechi

Il dragone asiatico sta proponendo delle iniziative audaci che, in generale, sono ben accolte dai diversi Governi della regione, ma in questo momento questi si mostrano incapaci di dare risposte d’insieme, giacché i progetti per l’integrazione si sono indeboliti a seguito della svolta conservatrice che buona parte dei paesi sta vivendo negli ultimi anni. Prosegui la lettura »

Nessun commento

Un video evidenzia che la polizia dello Stato del Messico ha sparato durante le manifestazioni per il gasolinazo

Redazione Desinformémonos

Città del Messico/ Di fronte all’evidenza che la polizia dello Stato del Messico ha sparato durante la giornata di mobilitazioni per gli aumenti della benzina, il governo dello Stato del Messico si è limitato a dichiarare, attraverso il suo segretario per la sicurezza pubblica, di stare indagando “se i poliziotti siano incorsi in qualche eccesso, giacché un video ha permesso di vedere che hanno sparato in aria”. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

10 verità sul Governo di Mauricio Macri in Argentina

Salim Lamrani

Dopo un anno al potere il presidente argentino presenta un bilancio catastrofico. [1]

1. In un anno, sotto il governo di Macri, in Argentina ci sono stati 200.000 licenziamenti.

Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Con la soia al collo 2016

Marielle Palau et al

Rapporto sugli Agro-affari in Paraguay.

L’avanzata degli agro-affari si dà in molteplici e differenti dimensioni, la più visibile di queste è l’occupazione del territorio. Prosegui la lettura »

,

Nessun commento

L’acqua come detonatore di gravi problemi

Arturo D. Villanueva Imaña

La crisi per scarsità e mancanza d’acqua nella città di La Paz, ha messo a nudo altri gravi problemi che di seguito si annunciano:

Prosegui la lettura »

,

Nessun commento

L’estrattivismo come cultura

Raúl Zibechi

Nella misura in cui l’estrattivismo e i processi politici consolidati in questo modello cominciano a mostrare crepe, per la brusca caduta dei prezzi delle commodities, ci troviamo in condizioni migliori per capire le loro caratteristiche profonde e i limiti delle analisi precedenti. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Il riposizionamento di Beijing in America Latina

Ulises Noyola Rodríguez

La caduta dei prezzi delle materie prime evidenzia la fragilità della relazione economica tra la Cina e l’America Latina che attualmente registra un’importante decelerazione nelle transazioni commerciali, situazione da cui gli Stati Uniti cercano di trarre vantaggio con lo scopo di riposizionarsi nella regione.

Prosegui la lettura »

,

Nessun commento

Stedile: “Da ora in poi, non un disoccupato in più”, bilancio del 2015, prospettive del 2016

Bruno Pavan

Intervista di Bruno Pavan (Brasil de fato, São Paulo – SP) a João Pedro Stedile. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

La fine del ciclo progressista

Raúl Zibechi

Ognuno sceglie il luogo dal quale guardare il mondo, ma questa scelta ha delle conseguenze e determina ciò che si può vedere e ciò che irrimediabilmente sfugge. Il punto di osservazione non è mai un luogo neutrale, così come non lo può essere colui che osserva. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Dilma Rousseff: «Rimedi amari»

Geraldina Colotti

Brasile. Il governo decide tagli per 14.900 milioni di euro: si decurterà il 30% della spesa sociale.

Prosegui la lettura »

Nessun commento

Il dilemma della Bolivia

Ariel Noyola Rodríguez

Attualmente pochissimi si azzardano a mettere in dubbio che l’andamento delle economie dell’America del Sud vada di male in peggio. I primi 8 mesi del 2015 confermano che la fase d’auge economica che è cominciata agli inizi del XXI secolo è una questione del passato.

Prosegui la lettura »

,

Nessun commento

Portorico dà il via alla procedura di default

Redazione Contropiano

Ormai tutti la chiamano “la Grecia d’America”. E non è un complimento per l’isola di Portorico, formalmente indipendente ma totalmente dipendente dagli Stati Uniti, di cui hanno adottato anche la moneta, oltre ad ospitare basi militari costruite per blindare il bloqueo contro Cuba.

Prosegui la lettura »

Nessun commento

Nicaragua in ripresa, ma sul “Canale” crescono le proteste

Leonardo Casetti

Diciotto anni di assenza dal Nicaragua non sono pochi. Queste brevi note di ritorno da un viaggio dal paese centro-americano sono un modesto contributo per dare alcuni elementi di comprensione del Nicaragua oggi. Prosegui la lettura »

,

Nessun commento

Il nuoco ALCAP e la banca cinese

Oscar UgartecheUlises Noyola Rodríguez

L’ascesa in Latinoamerica della Cina è indiscutibile. L’America Latina possiede due dinamiche commerciali: da un lato, la Conca dei Caraibi, focalizzata negli Stati Uniti e, da un altro quella Sudamericana, legata di più alla Cina. Gli uni crescono poco, gli altri crescono più rapidamente. Per l’anno 2015 la Cina si profila come il secondo socio commerciale del Latinoamerica, spodestando così l’Unione Europea al terzo posto e sempre più vicina agli Stati Uniti.

Prosegui la lettura »

Nessun commento