Archivio per la categoria Messico

Allarme CODEDI! Aggressione armata a Santiago Xanica, Oaxaca

Riceviamo e diffondiamo la notizia di un nuovo attacco armato subito dal CODEDI, organizzazione indigena dello stato di Oaxaca, presso Santiago Xanica luogo natale dell’organizzazione. Prosegui la lettura »

,

Nessun commento

Il collasso del sistema in Honduras causa l’emigrazione

Laura Carlsen

Quattromilaseicentottantatre chilometri separano Tijuana e Tegucigalpa. La connessione è contrassegnata dalla rotta migratoria di esseri umani obbligati a partire in cerca di un habitat sicuro. Prosegui la lettura »

,

Nessun commento

La terza espansione dello zapatismo

Raúl Zibechi

Nonostante siano circondate dall’Esercito messicano, le basi d’appoggio dell’Esercito Zapatista di Liberazione Nazionale (EZLN) sono riuscite a rompere l’accerchiamento militare, mediatico e politico che pesava su di loro. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

E abbiamo rotto l’accerchiamento

Comunicato del Comitato Clandestino Rivoluzionario Indigeno-Comando Generale dell’Esercito Zapatista di Liberazione Nazionale in Messico. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Il mondo in basso cresce in silenzio

Raúl Zibechi e Juan Wahren

C’è vita (e lotta) al di là delle elezioni. Nei nostri paesi (Argentina, Uruguay), dai fuochi mediatici fino alle conversazioni tra militanti dei movimenti sociali, sono centrate e concentrate sulle prossime giornate elettorali, con la speranza che, questa sì, ci saranno dei cambiamenti. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

Furia femminista: disprezzo e assenza di giustizia

Raquel Gutiérrez Aguilar

1. Fatti:

Quattro poliziotti violentano una minore e, quando lei, sua madre e suo nonno vanno a denunciare, si scontrano con il disprezzo dell’istituzione, del pubblico ministero e della Capa di Governo. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Città del Messico: centinaia di donne contro le violenze della polizia

Centinaia di donne e appartenenti a collettivi femministi, lunedì 12 Agosto sono scesi in piazza a Città del Messico per manifestare contro la violenza della polizia e l’insicurezza che affligge il paese, dopo che un gruppo di ufficiali è stato identificato per aver stuprato una ragazza adolescente di 17 anni ad Azcapotzalco quartiere della capitale. Prosegui la lettura »

Nessun commento

Gli zapatisti “rompono l’accerchiamento” e occupano nuovi territori in Messico

L’Esercito Zapatista di Liberazione Nazionale (EZLN) sfida il Governo del Messico e crea nuovi caracol. Prosegui la lettura »

, , , ,

Nessun commento

Da dicembre a giugno più di 82 mila persone sono state deportate dal Messico

Redazione Desinformémonos

Città del Messico / Il Messico ha chiuso giugno con un totale di 21.912 deportazioni dopo l’accordo con gli Stati Uniti di ridurre e controllare il flusso migratorio, che rappresenta il 33 per cento in più rispetto al mese precedente e un numero mensile record nei registri dell’Istituto Nazionale di Migrazione (INM) dal marzo del 2006. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Esercito e Guardia Nazionale arrestano in Chiapas decine di migranti

Redazione Desinformémonos

Città del Messico / Giovedì 27 giugno, decine di migranti centroamericani che viaggiavano in un treno merci in Chiapas sono stati arrestati da circa cento agenti della migrazione e soldati dell’esercito messicano e della Guardia Nazionale, Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

La militarizzazione dei territori zapatisti “più che una strategia di sicurezza sembra una strategia di guerra”: Noam Chomsky, Raúl Zibechi, Carolina Coppel, intellettuali e accademici

Redazione Desinformémonos

Città del Messico / La crescente militarizzazione dei territori zapatisti in Chiapas “più che una strategia di sicurezza sembra una strategia di guerra”, hanno affermato attivisti, organizzazioni, intellettuali e accademici messicani e internazionali, tra cui si trovano Noam Chomsky, Fernanda Navarro, Raúl Zibechi, Juan Villoro e Carolina Coppel. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

Liberato in Chiapas prigioniero politico tseltal che era in sciopero della fame

Redazione Desinformémonos

Città del Messico / Le organizzazioni e i collettivi dei diritti umani, tra cui il Centro dei Diritti Umani Fray Bartolomé de las Casas (Frayba), hanno informato che Juan Pérez Álvarez, prigioniero politico tseltal nel carcere penale di Comitán, Chiapas, è stato messo in libertà lo scorso 14 maggio. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Messico: Questo 15 maggio “non è di festa, è di lotta combattiva”, CNTE

Redazione Desinformémonos

Città del Messico / I maestri del Coordinamento Nazionale dei Lavoratori dell’Educazione (CNTE) hanno iniziato uno sciopero nazionale di 72 ore contro la riforma educativa con mobilitazioni in vari stati del paese, tra i quali si trova Città del Messico, Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Se piango… smetto di essere giornalista?

Daniel Francisco/Damián Mendoza

Nel Veracruz c’è il narcocimitero più grande dell’America Latina che si trova a Colinas de Santa Fe, nell’ultimo periodo di settembre del 2008 si parla di 305 crani e 21 mila frammenti di resti ossei. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Sono più di 11 mila gli assassinati durante i 4 mesi di governo di AMLO

Redazione Desinformémonos

Città del Messico / Cifre ufficiali della segreteria esecutiva del sistema nazionale di sicurezza pubblica, avvertono che durante i primi quattro mesi del governo di Andrés Manuel López Obrador sono stati commessi 11.368 assassinii. Prosegui la lettura »

,

Nessun commento