Archivio per la categoria Messico

Messico: Questo 15 maggio “non è di festa, è di lotta combattiva”, CNTE

Redazione Desinformémonos

Città del Messico / I maestri del Coordinamento Nazionale dei Lavoratori dell’Educazione (CNTE) hanno iniziato uno sciopero nazionale di 72 ore contro la riforma educativa con mobilitazioni in vari stati del paese, tra i quali si trova Città del Messico, Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Se piango… smetto di essere giornalista?

Daniel Francisco/Damián Mendoza

Nel Veracruz c’è il narcocimitero più grande dell’America Latina che si trova a Colinas de Santa Fe, nell’ultimo periodo di settembre del 2008 si parla di 305 crani e 21 mila frammenti di resti ossei. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Sono più di 11 mila gli assassinati durante i 4 mesi di governo di AMLO

Redazione Desinformémonos

Città del Messico / Cifre ufficiali della segreteria esecutiva del sistema nazionale di sicurezza pubblica, avvertono che durante i primi quattro mesi del governo di Andrés Manuel López Obrador sono stati commessi 11.368 assassinii. Prosegui la lettura »

,

Nessun commento

Assassinato il coordinatore del CRAC-PC Julián Cortés Flores

Redazione Desinformémonos

Città del Messico / Julián Cortés Flores, uno dei dirigenti del Coordinamento Regionale delle Autorità Comunitarie-Polizia Comunitaria (CRAC-PC) a San Luis Acatlán, Guerrero, è stato assassinato venerdì pomeriggio da un comando armato. Prosegui la lettura »

,

Nessun commento

“Così come Madero volle comprare Zapata, il cattivo governo ha voluto comprare Samir e i popoli che resistono”: L’EZLN a cento anni dall’assassinio di Emiliano Zapata

Redazione Desinformémonos

Città dal Messico / “Così come Madero volle comprare Zapata, il cattivo governo ha voluto comprare Samir (Flores Soberanes, attivista assassinato nel Morelos) e i popoli che resistono, con aiuti, progetti ed altre menzogne”, Prosegui la lettura »

,

Nessun commento

Zapata e Samir vivono! Le comunità del Morelos impediscono una visita di AMLO a Cuautla

Per le minacce di coloro che si oppongono all’impianto termoelettrico, di boicottare la vista di Andrés Manuel López Obrador nel Morelos per la commemorazione del 100° Anniversario Luttuoso del Generale “Emiliano Zapata”, domani 10 aprile, la Presidenza della Repubblica e il Governo dello stato hanno deciso di effettuare la cerimonia a Cuernavaca, nonostante che i resti del Caudillo del Sud si trovino a Cuautla, mentre la terra che lo vide nascere è Chinameca, municipio di Ayala, nell’est dello stato. Prosegui la lettura »

,

Nessun commento

Provocazioni, infamie e apologie

Gilberto López y Rivas

Al compiersi i primi 100 giorni del nuovo governo, risulta preoccupante che i suoi avvocati d’ufficio facciano delle segnalazioni mirate contro coloro che, dai popoli indigeni, dai loro saperi e dall’anticapitalismo, denunciano e resistono alle rinnovate politiche sviluppiste, Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Messico e Colombia, paesi con il maggior numero di dirigenti sociali assassinati nel mondo

Redazione Desinformémonos

Città del Messico / La Colombia e il Messico sono i due paesi con il maggior numero di dirigenti sociali assassinati a livello mondiale, secondo l’ultimo rapporto dell’Organizzazione Front Line Defenders, Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

La vita non si negozia, la morte non si consulta

Gilberto López y Rivas

Un fantasma ricorre lo stato del Morelos ad un secolo dell’assassinio del generale Emiliano Zapata a Chinameca. Le comunità indigene-contadine morelensi, che continuano a resistere per la terra, l’acqua e la vita, si sentono tradite da Andrés Manuel López Obrador (AMLO), Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

È insostenibile la versione della Procura sull’assassinio di Samir Flores

Redazione Desinformémonos

Città del Messico / Il Fronte dei Popoli in Difesa della Terra e dell’Acqua Agua Morelos, Puebla, Tlaxcala (FPDTA) ha dichiarato che è “insostenibile la versione della Procura del Morelos sull’assassinio di Samir Flores”, che lo lega al crimine organizzato e ha chiesto che si aprano delle linee d’indagine sulla sua opposizione al Piano Integrale Morelos, Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Chi era Samir Flores, il difensore nahua di Amilcingo, oppositore della termoelettrica del Morelos, assassinato oggi?

Gloria Muñoz Ramírez

Città del Messico / Erano le cinque del mattino quando Samir Flores Soberanes si preparava a recarsi alla stazione radio comunitaria, Radio Amiltzinko, che egli stesso fondò nel 2013 nella comunità di Amilcingo, municipio di Temoac, Morelos, quando sua madre lo ha avvisato che lo cercavano fuori di casa sua, dove erano giunte due automobili e i conduttori lo chiamavano con grida. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Chiedono la libertà dei prigionieri politici nel Guerrero

Redazione Desinformémonos

Città del Messico / Il Movimento per la Libertà dei Prigionieri Politici dello Stato del Guerrero (Molppeg) ha chiesto al governo di Andrés Manuel López Obrador (AMLO) l’immediata libertà di 19 prigionieri politici che fanno parte del Consiglio degli Ejidos e delle Comunità Oppositori della Diga La Parota (Cecop) e del Coordinamento Regionale delle Autorità Comunitarie-Polizia Comunitaria (CRAC-PC), Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

Lo “storico” sciopero di 45.000 operai alla frontiera nord del Messico che scuote l’industria automobilistica del Nordamerica

Lavoratori della General Motors a Lake Orion, Michigan, USA

Manuel Hernández Borbolla

Gli impresari del settore manifatturiero riportano perdite per quasi 2 milioni di dollari al giorno, ad una settimana dall’inizio dello sciopero del lavoro. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Dopo dodici anni le donne di Atenco hanno ottenuto una sentenza del CoIDH

La risoluzione responsabilizza lo stato messicano per la tortura sessuale.

Dopo dodici anni di attesa, alla fine, questo venerdì 21 dicembre, undici donne sopravvissute alla tortura sessuale hanno ricevuto la notizia che aspettavano: Prosegui la lettura »

, , , ,

Nessun commento

Alla frontiera con gli Stati Uniti lanciano gas lacrimogeni contro i migranti

Redazione Desinformémonos

Città del Messico / La Pattuglia di Frontiera degli Stati Uniti ha effettuato un’operazione per evitare che circa 150 migranti attraversassero la frontiera Tijuana-San Diego all’alba del 1 gennaio e ha lanciato gas lacrimogeni verso il territorio messicano. Prosegui la lettura »

,

Nessun commento