Archivio per la categoria America Indigena

Argentina: Persecuzione degli oppositori, hanno condannato Milagro Sala a 4 anni di prigione

Si è conosciuta una nuova sentenza contro la Deputata del Parlasur, Milagro Sala. Il tribunale composto da Ana Pérez Rojas, Mario Puig e Claudia Sadir l’ha condannata a 4 anni di prigione, nella causa conosciuta come “Luca Arias”, per lesioni gravi con il concorso premeditato di due o più persone. La difesa della Sala farà appello alla misura. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Argentina: Quello di Rafa Nahuel fu un “omicidio aggravato”

Claudia Rafael

“Omicidio aggravato”, hanno detto i membri della corte e hanno ordinato di arrestare Francisco Pintos. Perfetto. Colui che alle spalle e con un fucile mise fine alla vita di Rafael Nahuel, il ragazzo mapuche di 22 anni. Mille pretesti per decidere chi vive e chi no. Prosegui la lettura »

, , , ,

Nessun commento

Governo minerario, resistenza indigena

Raúl Zibechi

Per 68 giorni centinaia di contadini delle comunità vicine alla miniera Las Bambas (Apurímac, Perú), hanno bloccato la strada attraverso cui l’impresa statale cinese Minerals and Metals Group (MMG) esporta rame attraverso il “corridoio minerario” fino al porto di Matarani nell’oceano Pacifico. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

Nazione Mapuche: Héctor Llaitul, portavoce del CAM, ricorda come conobbe il procuratore Sergio Moya: “Quando mi arrestò, lui girava armato”

Tomás González F.

In una intervista al nostro mezzo di comunicazione, il portavoce del Coordinamento Arauco Malleco, CAM, ha raccontato il perché non lo sorprende il messaggio di posta elettronica che il procuratore dell’Alta Complessità di Rancagua avrebbe inviato, testo con il quale dà istruzioni su come montare delle prove e nel quale nomina almeno tre volte Llaitul. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

L’indigeno mapuche che ha vinto il Nobel Ambientale non lo può ricevere poiché è in prigione

Alberto Curamil, indigeno mapuche, volle fermare la costruzione di due progetti idroelettrici sul sacro fiume Cautín, ma nell’agosto del 2018 fu incarcerato, probabilmente per il suo attivismo. Oggi è stato consegnato a lui e ad altri cinque difensori il Premio Goldman, conosciuto come il Nobel Ambientale. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

Riconoscimento dei mapuche

Darío Aranda

Sei membri di Campo Maripe sono stati assolti dall’accusa di “usurpare” terre a Vaca Muerta. Festeggiamenti della Comunità Mapuche. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

Polemica in Bolivia: il governo decide di ampliare la frontiera agricola di 250.000 ettari per la soia transgenica

Yvette Sierra Praeli

– In una riunione tra impresari e autorità di governo, tra loro il presidente Evo Morales, si è concordato di ampliare la frontiera agricola di 250.000 ettari per la coltivazione di due nuove sementi di soia modificata. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

Brasile: Con Bolsonaro si aggrava la questione indigena, 110 assassinati nel 2018

Francesco Bilotta

Nelle misure in arrivo una visione coloniale dell’Amazzonia e dei territori dei nativi. Sempre più «corpi estranei», privati anche del diritto alla salute. Prosegui la lettura »

,

Nessun commento

Colombia: Il vigore della Minga

Horacio Duque

La Minga è una formidabile mobilitazione sociale, etnica e popolare.

Già si completa quasi un mese di Minga indigena nel Cauca e in altri dipartimenti del sud della Colombia come Nariño, Putumayo e Huila. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Assassinato il coordinatore del CRAC-PC Julián Cortés Flores

Redazione Desinformémonos

Città del Messico / Julián Cortés Flores, uno dei dirigenti del Coordinamento Regionale delle Autorità Comunitarie-Polizia Comunitaria (CRAC-PC) a San Luis Acatlán, Guerrero, è stato assassinato venerdì pomeriggio da un comando armato. Prosegui la lettura »

,

Nessun commento

“Così come Madero volle comprare Zapata, il cattivo governo ha voluto comprare Samir e i popoli che resistono”: L’EZLN a cento anni dall’assassinio di Emiliano Zapata

Redazione Desinformémonos

Città dal Messico / “Così come Madero volle comprare Zapata, il cattivo governo ha voluto comprare Samir (Flores Soberanes, attivista assassinato nel Morelos) e i popoli che resistono, con aiuti, progetti ed altre menzogne”, Prosegui la lettura »

,

Nessun commento

Zapata e Samir vivono! Le comunità del Morelos impediscono una visita di AMLO a Cuautla

Per le minacce di coloro che si oppongono all’impianto termoelettrico, di boicottare la vista di Andrés Manuel López Obrador nel Morelos per la commemorazione del 100° Anniversario Luttuoso del Generale “Emiliano Zapata”, domani 10 aprile, la Presidenza della Repubblica e il Governo dello stato hanno deciso di effettuare la cerimonia a Cuernavaca, nonostante che i resti del Caudillo del Sud si trovino a Cuautla, mentre la terra che lo vide nascere è Chinameca, municipio di Ayala, nell’est dello stato. Prosegui la lettura »

,

Nessun commento

Gli studenti colombiani si uniscono alla minga sociale

Studenti colombiani che hanno espresso il proprio sostegno alla minga* sociale sono stati arrestati dalla Polizia Nazionale.

Gli alunni hanno affermato che la minga sociale non è più un movimento regionale, ma che è nazionale. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Colombia: Sedi del CRIC e del CIMA sono attaccate da un gruppo violento

Oggi pomeriggio un gruppo violento ha aggredito le installazioni del Consiglio Regionale Indigeno del Cauca (CRIC) e del Comitato di Integrazione del Macizo Colombiano (CIMA) nella città di Popayán, Cauca. Nonostante che la Forza Pubblica si trovasse sul luogo ha solo osservato passivamente. Nello stesso tempo, un corrispondente di Colombia Informa che stava registrando i fatti è stato aggredito dai manifestanti. Prosegui la lettura »

,

Nessun commento

Corteo mapuche è represso dalla polizia nelle strade di Temuco

Rodrigo Fuentes

La colonna ha continuato il suo cammino nonostante il rifiuto dei Carabinieri, che alla fine hanno disperso i partecipanti con gas lacrimogeni. Il comunero Marcelo Catrillanca ha dichiarato che continueranno a mobilitarsi senza autorizzazioni e per la libera determinazione del popolo originario. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento