Archivio per la categoria America Indigena

Cile: Boric decreta lo stato d’emergenza nei territori mapuche

Silvia Adoue e Tamy Cenamo

Il decreto ha l’obiettivo di reprimere le azioni delle organizzazioni indigene nelle strade delle regioni del Biobío e dell’Araucanía, territorio ancestrale del popolo mapuche. Prosegui la lettura »

, , , , ,

Nessun commento

Nazione Mapuche: Il CAM fa appello ad “organizzare la resistenza armata” di fronte alla proposta del governo di stato intermedio

Il Coordinamento Arauco-Malleco ha fatto appello a “prepararsi alla difesa” di fronte ad una “offensiva statale di Stato Intermedio”, proposto dal Governo nell’ambito di una serie di fatti violenti nella macrozona sud. Prosegui la lettura »

, , , ,

Nessun commento

“Le pratiche capitaliste che riproduciamo”

Raúl Zibechi

Il comunicato della Carovana per la Vita e l’Acqua, diffuso il 26 aprile alla fine del percorso di 34 giorni attraverso i territori di dieci popoli originari, è un passo che merita di essere dibattuto e studiato dalle persone organizzate in movimenti (https://bit.ly/37qvex9). Prosegui la lettura »

, , , ,

Nessun commento

Argentina: Conflitto per la terra e repressione contro la comunità Tonokoté a Santiago del Estero

La Polizia di Santiago del Estero ha represso le famiglie contadine e indigene che protestavano insieme all’UTT per l’arresto di un produttore e la persecuzione di altri quattro membri della comunità. L’impresario Jorge Simón Karan, con la complicità del Potere Giudiziario, li accusa di “usurpare” le terre che sono comunitarie. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Messico: Perché ci opponiamo al Treno Maya

Gilberto López y Rivas

Il 19 aprile è stata consegnata al Presidente della Repubblica una lettera intitolata “Perché ci opponiamo al Treno Maya”, firmata da più di 300 ricercatori di diverse discipline, che si autodefiniscono così: “Non siamo pseudo scienziati, non siamo conservatori, non siamo avversari. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Messico: Si chiede un ritorno sicuro per le basi zapatiste fatte sfollare dall’ORCAO

Redazione Desinformémonos

Città del Messico / Organizzazioni dei diritti umani hanno chiesto alle autorità messicane di creare le condizioni di sicurezza per il ritorno delle 83 persone, basi d’appoggio zapatiste sfollate per la violenza armata dell’Organizzazione Regionale dei produttori di Caffè di Ocosingo (ORCAO), che dal 2 al 5 maggio ha aumentato le aggressioni contro le comunità zapatiste Emiliano Zapata e La Resistencia, nel Chiapas. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Il Movimento di Liberazione Nazionale Mapuche ha realizzato tre sabotaggi lo scorso mese di aprile

Radio Kvrruf

Comunicato Pubblico

Il Movimento di Liberazione Nazionale Mapuche (LNM) saluta il nostro popolo nazione Mapuche, le degne comunità in resistenza, i weichafe (guerrieri), i nostri prigionieri politici, l’opinione pubblica in generale. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Nazione Mapuche: La Resistenza Mapuche Lavkenche (RML) rivendica un attacco a macchinari per la ghiaia e camion forestali a Los Álamos

Durante la giornata di venerdì 29 aprile è stata realizzata un’azione di sabotaggio contro un’impresa di macchinari e trasporti, effettuati principalmente per l’estrazione di ghiaia, e lavori forestali nel comune di Los Álamos, che ha avuto un grande impatto per la quantità di 33 attrezzature incendiate. Prosegui la lettura »

, , , ,

Nessun commento

Aumentano disuguaglianza e violenza nelle comunità indigene del Messico

Redazione Desinformémonos

Città del Messico / Le comunità indigene del Messico “vivono in una situazione dove la disuguaglianza, la povertà, la violenza e l’impunità si approfondiscono e aumentano”, a cui contribuisce la “negligenza” delle autorità nell’attendere la problematica, ha dichiarato l’annuale rapporto dell’organizzazione Diritti dei Popoli Indigeni Internazionale (IPRI, con la sua sigla in inglese). Prosegui la lettura »

, , , ,

Nessun commento

I Popoli dell’Istmo ricevono la Carovana per l’Acqua e la Vita

Redazione Desinformémonos

Città del Messico / Questo venerdì, il collettivo “L’Istmo è Nostro” riceve la Carovana per l’Acqua e per la Vita, come attività finale della Giornata Globale contro il Corridoio Interoceanico e i Megaprogetti di Morte, che dal passato 1° gennaio ha informato sulla storia e l’impatto ambientale del Corridoio, denunciato “le fraudolente consultazioni indigene” e discusso sull’importanza dell’Istmo nell’attuale momento cruciale globale. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Aprile indigeno occupa Brasilia

Elaine Tavares

In questo articolo l’autrice si fa eco delle mobilitazioni che da 17 anni i popoli indigeni del Brasile hanno effettuato nell’Accampamento Terra Libera. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

Racconto dalla “Carovana per l’Acqua e per la Vita: Popoli Uniti contro il Saccheggio Capitalista”

Introduzione

Sono ormai passati più di 3 anni da quando il presidente messicano Andrés Manuel López Obrador (AMLO) ed il suo partito Morena promettevano di porre fine al neoliberismo. Prosegui la lettura »

, , , ,

Nessun commento

Nazione Mapuche: Attacco della Resistenza nel comune di Contulmo, undici abitazioni di una zona residenziale incendiate

Comunicato della Resistenza Mapuche con un duro avvertimento al governo.

Un nuovo attacco della Resistenza Mapuche si è registrato nella notte di questo venerdì sulle sponde del Lago Lanalhue, situato nel comune residenziale di Contulmo, nel sud della Regione del Biobío, dove si è registrato l’incendio di almeno 11 abitazioni in un attacco incendiario realizzato da circa 40 militanti incappucciati armati. Prosegui la lettura »

, , , , ,

Nessun commento

Giunge a Città del Messico la Carovana per l’Acqua

Camila Tecpatl

Dopo aver vissuto momenti di tensione nel trasferimento da Alcozacán, Guerrero, a Città del Messico per la presenza del gruppo militare Los Ardillos, con una marcia e una riunione la Carovana per l’Acqua e la Vita è giunta, al suo 13° giorno, nella comunità di Milpa Alta, Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Colombia: È un’esecuzione extragiudiziale il nuovo massacro dell’Esercito Nazionale nel Putumayo

L’Organizzazione Nazionale dei Popoli Indigeni dell’Amazonia Colombiana (OPIAC) denuncia il recente assassinio di nove contadini a Puerto Leguizamo, dipartimento del Putumayo. Sollecitano all’Esercito Nazionale, la cessazione urgente e immediata degli omicidi, nella modalità di esecuzioni extragiudiziali, contro la popolazione civile. È il 28° massacro avvenuto nel paese durante il 2022. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento