Articoli con tag Studenti

Messico: Chiedono giustizia per i quattro studenti assassinati a Zacatecas

Redazione Desinformémonos

Città del Messico / Familiari, studenti e professori dell’Università Autonoma del Zacatecas (UAZ) hanno protestato per chiedere giustizia per i quattro studenti assassinati nell’ultima settimana nello stato, e hanno criticato il pubblico ministero Francisco Murillo e il generale Adolfo Marín, segretario per la Sicurezza Pubblica dello stato, per la mancanza di progressi nelle indagini. Prosegui la lettura »

,

Nessun commento

Messico: Esercito e Marina coinvolti nella scomparsa dei 43 di Ayotzinapa

Città del Messico / Secondo il nuovo rapporto del Gruppo Interdisciplinare di Esperti Indipendenti (GIEI) l’Esercito e la Marina del Messico sapevano che i 43 studenti erano stati sequestrati nel 2014 da parte di gruppi criminali e hanno nascosto le informazioni chiave che avrebbero potuto condurre alla loro ubicazione. Prosegui la lettura »

, , , ,

Nessun commento

Una storia orale dell’infamia: Gli attacchi contro i normalisti di Ayotzinapa

John Gibler

Condividiamo il libro “Una storia orale dell’infamia: Gli attacchi contro i normalisti di Ayotzinapa”, di John Gibler, un racconto costruito a partire da testimonianze sulla scomparsa dei 43 normalisti della Scuole Normale Rurale Raúl Isidro Burgos, perpetrata nella mattinata del 26 e 27 settembre 2014 a Iguala, Guerrero. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

Cile: Prima protesta di massa degli studenti da quando si è insediato Boric

Gli studenti chiedono un aumento del sostegno sociale. I repressori hanno sparato ad un manifestante. Prosegui la lettura »

, , , ,

Nessun commento

Cile: Senza cambiamenti, i carabinieri hanno represso brutalmente i manifestanti di Plaza Dignidad

Gabriel Muñoz

La protesta, che chiedeva anche la libertà dei prigionieri politici, si è trasformata nel primo grave atto di repressione statale del nuovo Governo Boric. Prosegui la lettura »

, , , ,

Nessun commento

La digitalizzazione dei nastri del 68, metterci in mezzo al movimento studentesco

Omar Páramo/Myriam Nuñez

Nel 1968, in un paese con le libertà ridotte e i media sottomessi al potere, la Radio UNAM si trasformò in uno spazio d’eccezione da dove i giovani oppositori al regime di Díaz Ordaz esponevano le loro critiche e facevano la cronaca della nascita di una dissidenza. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

A Iguala studenti normalisti protestano a quasi sei anni dalla scomparsa dei 43

Redazione Desinformémonos

Città del Messico / I normalisti di Ayotzinapa che fanno parte della Federazione degli Studenti Contadini Socialisti del Messico (FECSM) lunedì mattina hanno protestato di fronte al Palazzo di Giustizia di Iguala, Guerrero, per chiedere giustizia per i 43 studenti scomparsi, a quasi sei anni dai fatti. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Cile: “Pañuelazo” femminista e manifestazioni studentesche, è giunto il primo venerdì di marzo

A plaza Baquedano, inoltre, la manifestazione è stata accompagnata da una rappresentazione di Nano Stern e degli Illapu, nel balcone di Radio Plaza Dignidad. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Cile: Un altro venerdì di lotta, memoria e musica a Plaza de la Dignidad

Un’altra volta, migliaia di giovani hanno marciato per l’Alameda de Santiago de Chile, hanno combattuto per un bel po’ contro i carabinieri, hanno ascoltato ai piedi dell’edificio dove sta Radio Plaza de la Dignidad un recital della trovatrice Evelyn Cornejo e alla fine hanno occupato con le loro bandiere, le loro percussioni e tutta la loro passione, la Plaza che da ottobre scorso è del popolo. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

L’ACES contesta le azioni del Governo: “Non abbiamo paura e continueremo ad organizzarci”

I portavoce dell’organizzazione hanno messo in discussione il modo di agire del governo e hanno affermato che tutto questo risponde alla storica persecuzione politica contro gli studenti secondari. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

In Colombia centinaia di migliaia di persone hanno sfilato contro le politiche del narco-regime

Terzo sciopero nazionale contro la violenza statale e per la pace con giustizia sociale, come parte delle proteste che si effettuano dal 21 novembre. Prosegui la lettura »

, , , ,

Nessun commento

La ribellione studentesca e la perdita di consenso

Sandra Trafilaf Yañez

Dopo 7 giorni di protesta in Cile, che si è rapidamente trasformata in una esplosione sociale nazionale inarrestabile senza direzione da parte dei partiti politici tradizionali, con richieste che vanno al di là degli aumenti del biglietto del trasporto pubblico, Prosegui la lettura »

, , , ,

Nessun commento

Migliaia in piazza in Brasile per difendere istruzione e pensioni

Emily Dulce

In tutte le regioni del paese grandi manifestazioni per denunciare il tentativo di privatizzazione dell’istruzione del governo con la proposta di legge “Future-se”. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Honduras: La polizia è entrata nell’Università con brutale violenza

Forti scontri nell’Università Nazionale Autonoma dell’Honduras (UNAH) tra studenti ed agenti antisommossa hanno lasciato almeno tre persone ferite e varie intossicate dai gas lacrimogeni. I membri della Polizia Militare sono entrati nel campus e hanno cominciato a sparare contro i giovani che stavano protestando. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

Circa 45 milioni di lavoratori hanno aderito in Brasile allo sciopero generale

Circa 45 milioni di lavoratori e studenti hanno aderito allo sciopero generale che ha scosso più di 300 città del Brasile contro la riforma del sistema delle pensioni e altri peggioramenti del Governo di Jair Bolsonaro. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento