Archivio per la categoria Colombia

Cessate il fuoco ELN – Governo

Oscar Paciencia

“Al fine di concretizzare azioni e dinamiche umanitarie, il Governo Nazionale e l’Esercito di Liberazione Nazionale hanno concordato un cessate il fuoco bilaterale e temporaneo che riduca l’intensità del conflitto armato. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Quale pace per i minatori?

Oscar Paciencia

Ci sono voluti 42 giorni di sciopero generale continuato; miniere d’oro deserte; negozi chiusi scuole distrutte; tre morti ufficiali e altre tre non contabilizzate; Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

Le FARC consegnano l’equivalente del 5,6% del totale delle riserve di oro della Colombia ma il Governo non è soddisfatto

Questo venerdì Pastor Alape, Rafael Malagán e Yaritza Paniagua, membri del Segretariato e  dello Stato Maggiore delle Forze Armate Rivoluzionarie della Colombia (FARC), hanno illustrato la lista dei beni che il gruppo insurrezionale ha consegnato lo scorso 15 agosto al Governo e all’Organizzazione delle Nazioni Unite (ONU). Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Le forze alternative inermi

L’infografia dell’Agenzia di Comunicazioni Stampa Alternativa (ACPA) mostra il nome della vittima, la data e la presunta paternità dei 22 assassinii commessi contro i membri delle FARC che hanno consegnato le loro armi, o contro i loro familiari diretti, in questa prima parte del 2017. Prosegui la lettura »

, , , , , ,

Nessun commento

Colombia: Continua lo sciopero dei minatori a Remedios e Segovia

Le proteste sono iniziate in modo pacifico, nonostante ciò, fin dai primi giorni del mese di agosto l’intervento delle forze pubbliche è sfociato nella repressione. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Colombia: Assassinano Manuel Ramírez Mosquera, dirigente di comunità nere nel Chocó

Nel pomeriggio di giovedì scorso si è avuta la notizia di un altro deplorevole omicidio di una persona che reclama le terre. Si tratta di Manuel Ramírez Mosquera, uno dei dirigenti dei 2500 abitanti del Bajo Atrato chocoano che da vari mesi si trovano profughi nel centro urbano di Río Sucio a causa delle azioni dei paramilitari nei loro territori. Prosegui la lettura »

,

Nessun commento

Un treno fantasma

Comando Centrale

“La rivoluzione è indispensabile perché ora il potere si trova nelle mani di una minoranza di più o meno cinquanta famiglie incapaci di colpire i propri interessi a favore di quelli della maggioranza, che significa che questa minoranza possiede anche il controllo politico, quello delle elezioni, quello di tutti i media e di tutti i fattori del potere e che crollando, si effettua quella che considero una rivoluzione: il cambiamento della struttura del potere dalle mani dell’oligarchia nelle mani della classe popolare”. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

Colombia: “La detenzione di Milena Quiroz è terrorismo di stato”

Nell’udienza per il caso di Milena Quiroz, la giudice incaricata ha rigettato la richiesta di annullare la misura d’arresto contro la dirigente sociale e membro del Congresso dei Popoli. I suoi avvocati hanno dichiarato che a Milena “sono stati violati tutti i diritti, le hanno negato il diritto di parlare e di accedere alla giustizia”, questo oltre ad essere stata accusata da una procuratrice indagata per nessi con i paramilitari. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

Colombia: Arrestata per corruzione la procuratrice che persegue i dirigenti sociali

Quattro servitori pubblici, tra i quali emerge la Procuratrice María Bernarda Puentes López, sono stati arresti il 28 luglio per una presunta rete di corruzione nella Procura di Cartagena. Le e i detenuti saranno imputati dei delitti di associazione a delinquere, corruzione per dare o offrire, corruzione propria e concussione. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

In Ecuador si mette in moto la 3ª fase dei dialoghi tra l’ELN e Bogotà

In Ecuador, si è messa in moto la terza fase dei dialoghi tra l’ELN e il Governo della Colombia, con l’obiettivo centrale di ottenere un cessate il fuoco bilaterale. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Colombia: Nel Cauca è stato assassinato un dirigente di Marcia Patriottica

Attraverso un comunicato diffuso dalla Rete dei Diritti Umani Francisco Isaías Cifuentes, si è denunciato che lo scorso 14 luglio è stato assassinato il dirigente afrodiscendente, Hector William Mina, membro di Marcia Patriottica e dirigente della regione. Il fatto è avvenuto nel Quartiere Jorge Eliecer Gaitán di Guachené, del dipartimento del Cauca. Prosegui la lettura »

, , , ,

Nessun commento

Colombia: Lasciare le armi non è una festa

Alfredo Molano Bravo

Ho assistito all’abbandono delle armi in una delle cosiddette -per ora- Zone Veredales Transitorie di Normalizzazione, nel Cesar; con più precisione, in una collina da dove si vede Valledupar e tutta quella ricchezza che c’è a sud del ponte Salguero: terre di allevamenti con tre vacche e un ippodromo senza cavalli. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Nel Cauca sono 11 i dirigenti sociali assassinati quest’anno

L’ultimo caso registrato è stato l’assassinio di Alberto Román Acosta, presidente del Sindacato Nazionale dei Lavoratori dell’Industria Agropastorale (Sintrainagro) nel Guacarí, municipio di El Cerrito, dipartimento del Valle del Cauca, lo scorso 1 luglio. In un comunicato emesso dal sindacato si afferma che i fatti sono avvenuti quando la vittima si trovava in un campo di calcio mentre vedeva giocare suo figlio. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Un castigo alle multinazionali nell’oriente colombiano

Fronte di Guerra Orientale

Unità del Fronte di Guerra Orientale, Comandante in capo Manuel Vásquez Castaño dell’Esercito di Liberazione Nazionale, hanno leso la famosa sicurezza del complesso petrolifero di Caño Limón in Arauca, distruggendo infrastrutture estrattive del sangue della nostra Madre Terra. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Colombia: Libertà e assoluzione per il dirigente indigeno Feliciano Valencia

Mercoledì, la Corte Suprema di Giustizia ha ordinato l’immediata libertà del dirigente indigeno della comunità Nasa del Cauca, Feliciano Valencia, che era stato condannato a 18 anni di carcere per il presunto sequestro e lesioni a un soldato che che si era infiltrato nelle proteste indigene del 2008. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento