Articoli con tag Integrazione latinoamericana

Si compie il “sogno americano”: truppe degli USA in Amazonia

Raúl Zibechi

Per la prima volta nella storia, truppe degli Stati Uniti parteciperanno ad una esercitazione militare nel cuore dell’Amazonia. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

“Quello che sta facendo Almagro attraverso l’OEA è un pericolo, non solo per il Venezuela, ma per tutto il continente”

Dichiarazioni dell’ex presidente uruguayano José Mujica che si pone, come dice lui, su posizioni di centro sinistra o sinistra centro, ma lontani dalla destra. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

La polizia aggredisce la cancelliera venezuelana in Argentina

La ministra delle Relazioni Estere venezuelana, Delcy Rodríguez, ha affermato a Buenos Aires di essere stata aggredita da un poliziotto al suo arrivo alla Cancelleria argentina e da un funzionario all’interno dell’edificio, e ha anche dichiarato che si tratta di “una vendetta personale” del presidente Mauricio Macri.

Prosegui la lettura »

,

Nessun commento

Correa contesta Macri per la sua posizione sul Venezuela

Il presidente dell’Ecuador ha rifiutato l’intenzione di Macri di escludere il Venezuela dagli organismi regionali e pensa che ci sia una “campagna denigratoria” contro i governi progressisti del Sudamerica. “Se qualche presidente o paese si crede arbitro del bene e del male in base a queste informazioni sarebbe molto grave”, ha affermato.

Prosegui la lettura »

,

Nessun commento

Interconnessione senza integrazione: 15 anni di IIRSA

Raúl Zibechi

Sono passati 15 anni dalla creazione dell’Iniziativa per l’Integrazione dell’Infrastruttura Regionale Sudamericana (IIRSA) e si impone un bilancio dalla prospettiva di un suo apporto all’integrazione.

Prosegui la lettura »

,

Nessun commento

America Latina. Al via l’Alleanza del Pacifico, l’alternativa all’Alba

Marco Santopadre

Entrerà in vigore il 20 luglio l’Accordo quadro che dà concretezza all’Alleanza del Pacifico, un organismo per l’integrazione tra Colombia, Perù, Messico e Cile. Prosegui la lettura »

Nessun commento

L’America Latina dopo Panama

Juan Manuel Karg

Prima conclusione: dopo la riunione di Panama il blocco dei 33 paesi che compongono la CELAC (Comunità degli Stati Latinoamericani e Caraibici) si è rafforzata. Una immagine può rendere conto di questo: dopo aver ascoltato Raúl Castro, e prima che parlassero Cristina Fernández in Kirchner e Nicolás Maduro, con un atteggiamento molto discutibile Obama si è ritirato dall’assemblea plenaria dei Capi di Stato. Prosegui la lettura »

,

Nessun commento

Quale è il futuro della CELAC?

Eduardo Tamayo G.

Il dibattito sul carattere e il futuro della CELAC si è installato nel III Incontro che il 29 gennaio conclude i suoi lavori facendo conoscere una dichiarazione politica, un piano d’azione e varie dichiarazioni specifiche.

Prosegui la lettura »

Nessun commento

La Bolivia tiene in scacco l’oligarchia cilena

Eduardo Paz Rada

Confusione nel governo di Santiago.

Come mai prima nella politica internazionale boliviana, il governo di Evo Morales è riuscito a creare una grande confusione nel governo del Cile e nei settori oligarchici di questo paese che non possono trovare il modo ridurre la legittimità che ha acquisito il diritto della Bolivia ad uno sbocco sovrano nell’oceano Pacifico, tenendo conto delle ragioni storiche, giuridiche e politiche prospettate e mantenendo un’incessante iniziativa diplomatica che ha segnato l’agenda internazionale.

Prosegui la lettura »

Nessun commento

Curuguaty, Paraguay e la disputa regionale

Raúl Zibechi

Raúl Zibechi propone di interpretare gli avvenimenti di Curuguaty e la successiva caduta di Fernando Lugo nell’ambito della disputa delle potenze per l’egemonia nella regione.

Sembra evidente che il colpo di stato costituzionale, che ha scacciato dal governo Fernando Lugo, faccia parte della disputa geopolitica e geostrategica che interessa la regione sudamericana. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

Offensiva imperialista in grande scala: non è solo contro il Venezuela, penetrano nel continente

Carlos Aznárez

L’ambiente latinoamericano si sta raffreddando. Ci sono segnali molto chiari che l’Impero ha deciso di portare avanti in profondità una controffensiva. Tanto che lo stesso segretario di stato statunitense John Kerry è tornato a dissotterrare un concetto che negli ultimi anni sembrava dimenticato. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

La visione di Lula sull’America Latina

Niko Schvarz

Ha avuto una forte ripercussione la tavola rotonda avvenuta il passato 4 aprile nell’edificio del MERCOSUR a Montevideo, che ha riunito l’ex presidente brasiliano Lula, il presidente uruguayano Pepe Mujica, il dirigente sindacale latinoamericano della CSA Víctor Báez, la segretaria della CAPAL Alicia Bárcena (non ha potuto intervenire l’ex presidente cilena Michelle Bachelet) per dibattere, sotto il patrocinio della Fondazione Friedrich Ebert in Uruguay, FESUR, un tema di grande attualità: “Trasformazioni a rischio? Prospettive e tensioni del progressismo in America Latina”. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

Unione Europea: Protezionismo contro 5 paesi latinoamericani

Porte chiuse a Brasile, Argentina, Uruguay, Cuba e Venezuela

L’Unione Europea (UE), ha escluso 89 paesi dal sistema di “preferenze generalizzate” (SPG). Dal 1 dicembre del 2014, con una decisione di evidente carattere protezionista, l’UE chiude il suo spazio ai prodotti provenienti dal Brasile, Argentina, Uruguay, Cuba e Venezuela perché –a suo giudizio– sarebbero economie emergenti, ormai chiaramente emergenti. Prosegui la lettura »

Nessun commento

Il Brasile vuole essere gli Stati Uniti

Equipo Otramérica

Ci sono molte voci che mettono in guardia sulla propensione coloniale del sub-impero del Brasile. La strategia di lotta contro le droghe imposta da Brasilia alla regione confermerebbe questi timori. Gli agenti brasiliani si trasformano negli sceriffi dell’Amazzonia, uno dei territori dove il Brasile vuol imporre il suo rinnovato potere militare continentale.

Prosegui la lettura »

,

Nessun commento

Sconfitta dell’impero: il Venezuela è entrato nel Mercosur

Atilio Boron

Ieri a Brasilia è stato ratificato l’ingresso del Venezuela nel Mercosur. In questo modo il blocco commerciale sudamericano si rafforza tanto quantitativamente che qualitativamente. Il primo, perché aggiunge un nuovo socio con un prodotto interno lordo stimato – dal World Economic Outlook del FMI a parità di potere d’acquisto – di 397 miliardi di dollari. Prosegui la lettura »

,

Nessun commento