Articoli con tag Golpes

Ma chi è Guaidò? E chi sono i suoi mandanti?

Pablo Pozzi

Apro il New York Times (beh, clicco sull’icona del web) e vedo che ha dichiarato Juan Guaidó come persona «con uno stile fresco e una visione per far avanzare» il Venezuela. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

L’Organizzazione degli Stati Americani non legittima il governo golpista venezuelano

Rino Condemi

Nei giorni scorsi è stato dato molto rilievo al fatto che 16 paesi latinoamericani (filo USA) aderenti al “Gruppo di Lima” abbiano riconosciuto il governo golpista di Guaidó in Venezuela. Ma ieri è arrivata una brutta sorpresa dalla riunione dell’OSA (Organizzazione degli Stati Americani). Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Tutte e tutti con il Venezuela

Ángel Guerra Cabrera

La rottura delle relazioni diplomatiche con gli Stati Uniti, annunciata da Nicolás Maduro, presidente della Repubblica Bolivariana del Venezuela, è un atto di dignità come quelli di cui oggi c’è mancanza nella nostra America e nel mondo. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Il Venezuela rompe le relazioni diplomatiche e politiche con gli USA

Il presidente del Venezuela si è pronunciato durante una manifestazione dei suoi seguaci.

Il capo di stato del Venezuela, Nicolás Maduro, ha annunciato la rottura delle relazioni diplomatiche e politiche con gli USA, dopo che il deputato Juan Guaidó si è autoproclamato “presidente incaricato” ed è stato riconosciuto da Washington come mandatario “legittimo” di questo paese. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Noam Chomsky e lo stato dell’impero

Jeremy Scahill

Il mondo ha riso di Donald Trump alle Nazioni Unite, ma le dichiarazioni imperiali emesse non erano cose da ridere. Può sembrare che Trump sia un buffone, ma la sua agenda globale è consistente con la macchina imperiale bipartitica che gestisce gli USA. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

“Tornare al lavoro di base, promuovere l’alfabetizzazione politica del popolo”

Sergio Ferrari

Intervista a Frei Betto. Teologo della liberazione, storico militante sociale, ex prigioniero politico negli anni settanta, teorico-scrittore-giornalista, il religioso domenicano brasiliano Carlos Alberto Libânio Christo, conosciuto come Frei Betto è, anche, uno dei più lucidi analisti della realtà del suo paese. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

Il Brasile rifiuta la risoluzione dell’ONU su Lula: “Non è vincolante”

Il Governo golpista del Brasile rifiuta la risoluzione dell’ONU che suggerisce che l’ex presidente Lula da Silva sia candidato alle presidenziali nelle elezioni di ottobre. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Migliaia di persone iscrivono Lula come candidato alle elezioni

Leonardo Fernandes

I movimenti popolari brasiliani hanno riunito a Brasilia 50 mila persone per accompagnare l’iscrizione dell’ex presidente. Prosegui la lettura »

,

Nessun commento

Paraguay – Fine della farsa: sono stati assolti i contadini di Curuguaty

Manifestazione a Marina Kue un anno dopo il massacro

Celso Guanipa Castro

Dopo sei anni, con una decisione storica contro la menzogna istituzionalizzata dal latifondo e dalle transnazionali dell’agro-negozio, la Sala Penale della Corte Suprema di Giustizia del Paraguay ha assolto questo giovedì 26 luglio i contadini accusati ingiustamente e illegalmente per il massacro di Curuguaty. Prosegui la lettura »

, , , , ,

Nessun commento

Quasi 45 anni dopo, la giustizia condanna nove ufficiali per l’assassinio di Víctor Jara e Littré Quiroga

Claudia Carvajal G.

Il magistrato ha deciso la condanna dei militari in ritiro e ha anche fissato un indennizzo per danni a favore dei familiari di ambedue le vittime. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

Guilherme Boulos, dirigente sociale e precandidato presidenziale: “Il Brasile vive la più grave crisi democratica dalla fine della dittatura”

Lucio Garriga e Gerardo Szalkowicz

Intervista a Guilherme Boulos*, dirigente sociale e precandidato presidenziale. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

Gli interessi degli USA dietro la decisione contro Lula

Raúl Zibechi

La votazione degli undici giudici del Supremo Tribunale Federale (STF), nella notte di mercoledì 4 aprile, presuppone la fine della carriera politica di Luiz Inácio Lula da Silva, così come desideravano i militari, i grandi imprenditori, il governo degli USA e un importante settore della società brasiliana. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

Lula si arrende

Si è consegnato il sette aprile alla polizia dopo aver resistito per giorni nella sede del sindacato Abc di Sao Paulo al mandato di arresto per corruzione spiccato dal giudice Sergio Moro dopo la condanna a 12 anni per corruzione nel contesto dell’inchiesta sulle tangenti del casi Petrobras. In precedenza i suoi sostenitori avevano impedito all’ex presidente di consegnarsi circondando il palazzo. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

Brasile: Dirigente dei Senza Terra fa un appello a fare un “aprile rosso” in difesa di Lula

Tremenda dichiarazione dei Senza Terra.

“È terminato il valzer. È una Bastonata, è guerra, è lotta e vinceremo. Non ci sarà terra che non occuperemo, non ci sarà un alibi per nessuno. Non ci sarà edificio pubblico che non occuperemo. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Da Curitiba Lula denuncia la perdita di sovranità del Brasile

Lula ha precisato che punterà sulla reintegrazione dell’America Latina.

Durante la chiusura della carovana nel sud del paese, l’ex presidente brasiliano ha affermato che non si arrenderà mai e lotterà per giungere alla Presidenza. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento