Archivio per la categoria Argentina

Audio messaggio del compagno mapuche Facundo Huala a 2 anni dalla sua detenzione politica

Mari Mari Mari com pu che, com pu anai planche,

com ta aukache llemay cangelu mapu cangelu

Ciao a tutti gli amici e a tutta la gente guerriera di altre terre.

Un saluto grande e cordiale a tuttx i compagnx, alla gente che sta ascoltando questo audio. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

La parte danneggiata del mercato del consumo e del lavoro ha deciso la fine dell’economia di tagli di Macri

Julio C. Gambina

Il mese di agosto termina con un aggravamento della situazione economica di milioni di persone in Argentina, acutizzando problemi di inflazione intorno al 55% annuale e di recessione proiettata intorno al -3% per il 2019, a cui dobbiamo aggiungere i primi indizi di una cessazione dei pagamenti. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Salari da pagare, squadracce e uno sciopero nazionale: appunti per intendere perché Chubut arde

La CTERA ha convocato uno sciopero nazionale dopo l’attacco contro i docenti chubutensi che sono stati aggrediti da una squadraccia mentre effettuavano diversi blocchi stradali per salari dovuti. Da parte del sindacato sottolineano a lavaca che l’attacco non ha avuto a che vedere con dei lavoratori petroliferi, che durante i blocchi hanno manifestato la propria solidarietà, ma con dei gruppi di scontro legati al governo provinciale. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

La guerra contro i poveri e altre realtà dell’Argentina macrista

Martín Delgado Cultelli

La situazione sociale dell’Argentina è sempre più insostenibile per i settori popolari che sentono tutto il peso degli aggiustamenti nelle loro e sulle loro spalle, frutto di una repressione che non ha dubbi nell’usare il bastone per garantire l’applicazione della ricetta del fondo monetario. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Ex militare argentino ammette: più di 4.000 gettati vivi in mare

Sergio Scorza

L’ex militare Nelson Ramón González, nel corso della causa giudiziaria contro i responsabili dell’operazione “Controffensiva” e per i crimini commessi da questi ultimi durante l’ultima dittatura militare argentina –sostenuta dagli Stati Uniti– negli anni 1979 e 1980, Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

Ni Una Menos, le donne riempiono le strade di Buenos Aires

“Contro l’asfissia economica e la violenza machista, scendiamo nelle strade”! Con questo appello il movimento femminista argentino Ni Una Menos è tornato a occupare il centro di Buenos Aires, per la quinta volta dalla prima marcia, il 3 giugno del 2015. Migliaia di persone hanno sfilato da Congreso a Plaza de Mayo, in un corteo rabbioso, poderoso e determinato. Tante le anime, unite dalla lotta: contro la violenza. In tutte le sue forme. Prosegui la lettura »

Nessun commento

Argentina: Presentato di nuovo il progetto di legge sull’aborto, una moltitudine lo ha approvato nelle strade

Valeria Fariña

Dopo il pañuelazo (sfazzolettata) federale del 19 febbraio e l’affollata mobilitazione dell’8 marzo, il vasto movimento femminista è tornato a prendere il volo, questa volta, all’ottava presentazione del Progetto di Legge di Interruzione Volontaria della Gravidanza. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Quattro giovanissimi uccisi dalla polizia. Esplode la rabbia in Argentina

Serena Chiodo

«Basta grilletti facili di Stato», la ministra della sicurezza Bullrich sotto accusa. In tre anni sono state 1303 le vittime della violenza istituzionale. E le madri chiedono giustizia in piazza. Prosegui la lettura »

,

Nessun commento

Argentina: Persecuzione degli oppositori, hanno condannato Milagro Sala a 4 anni di prigione

Si è conosciuta una nuova sentenza contro la Deputata del Parlasur, Milagro Sala. Il tribunale composto da Ana Pérez Rojas, Mario Puig e Claudia Sadir l’ha condannata a 4 anni di prigione, nella causa conosciuta come “Luca Arias”, per lesioni gravi con il concorso premeditato di due o più persone. La difesa della Sala farà appello alla misura. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Argentina: Quello di Rafa Nahuel fu un “omicidio aggravato”

Claudia Rafael

“Omicidio aggravato”, hanno detto i membri della corte e hanno ordinato di arrestare Francisco Pintos. Perfetto. Colui che alle spalle e con un fucile mise fine alla vita di Rafael Nahuel, il ragazzo mapuche di 22 anni. Mille pretesti per decidere chi vive e chi no. Prosegui la lettura »

, , , ,

Nessun commento

Dieci chiavi per ripensare e scuotere il femminismo oggi: María Galindo a Mu

María Galindo

La genealogia del femminismo argentino. La nuova fase del neoliberalismo. L’accademia fossilizzante. La tecnocrazia e l’uguaglianza di genere. La costruzione della politica. Il femminismo insaziabile. Il crollo delle coscienze. Dove cercare i segni di piacere, speranza e vita. Prosegui la lettura »

,

Nessun commento

Riconoscimento dei mapuche

Darío Aranda

Sei membri di Campo Maripe sono stati assolti dall’accusa di “usurpare” terre a Vaca Muerta. Festeggiamenti della Comunità Mapuche. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

Nazione Mapuche: “Una piccola grande battaglia vinta a Benetton”

Una delle donne mapuche assolte racconta in prima persona come ha vissuto questo storico processo che i media hanno silenziato. L’allegria di aver trovato, anche se per una volta, un po’ di giustizia in mezzo ad una persecuzione che comporta anni di dolore e morti trasmesse di generazione in generazione. Prosegui la lettura »

, , , ,

Nessun commento

Spie, poliziotti e procuratori che hanno lavorato per Benetton

Sebastián Premici

I Poliziotti della provincia  di Chubut hanno confermato che fecero fuoco con armi letali contro la comunità. Prosegui la lettura »

, , , ,

Nessun commento

I movimenti che lottano contro la nuova destra

Raúl Zibechi

L’energia sociale emancipatrice non scompare né svanisce. Muta, si trasforma e si converte in qualcosa di differente, capace di promuovere nuovi movimenti, senza perdere i propri tratti fondamentali anche se si presenta in modi nuovi ed inediti. Prosegui la lettura »

,

Nessun commento