Archivio per la categoria Mondo

L’acqua e la guerra contro i popoli

Raúl Zibechi

Nessuno si sorprenderà se diciamo che l’acqua viene utilizzata come arma di guerra contro i popoli. Il caso della Striscia di Gaza parla da sé. Tuttavia, non abbiamo ancora idea dell’entità del fenomeno, perché siamo abituati a considerare che i casi più noti siano piuttosto delle eccezioni. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Caos geopolitico e lotta di classe

Raúl Zibechi

La crisi venezuelana può saldarsi con una guerra civile e internazionale se non si riesce a bloccare il rampante militarismo di coloro che vogliono rovesciare il governo di Nicolás Maduro, che fanno appello ad un colpo di stato che integri la destabilizzazione che viene promossa da Washington. Prosegui la lettura »

,

Nessun commento

Un salto qualitativo nelle tormente

Raúl Zibechi

“Stiamo entrando in una nuova normalità. Le cose non sono come erano 10 anni fa”. Le frasi non appartengono ad un intellettuale ma a qualcuno realmente importante: il capo dei pompieri di una contea della California. Prosegui la lettura »

,

Nessun commento

Emanciparci dal “mandato di mascolinità”

Raúl Zibechi

L’antropologa Rita Segato analizza la violenza contro le donne sulla base del suo lavoro con persone abusate e con abusatori. A mio modo di vedere, si tratta di importanti apporti all’emancipazione delle donne, Prosegui la lettura »

Nessun commento

Lo tsunami dell’ultra destra nel mondo

Deyanira Morán / Damián Mendoza

Perché avanza l’ultra destra nel mondo? Che vedono gli elettori nei nuovi leader segnalati come autoritari, xenofobi e razzisti? Questi leader dove conducono il mondo? Prosegui la lettura »

,

Nessun commento

Dire “fascismo” confonde e spoliticizza

Raúl Zibechi

L’attuale estrema destra è figlia dell’estrattivismo/quarta guerra mondiale, mentre il fascismo fu partorito dal capitalismo monopolista in competizione per i mercati mondiali, dal colonialismo e l’imperialismo nella loro deriva razzista, come segnalò Hannah Arendt in Le origini del totalitarismo. Prosegui la lettura »

,

Nessun commento

L’amichevole Israele-Argentina è stata annullata

Lunghe polemiche e una serrata campagna di boicottaggio hanno accompagnato la selección dall’annuncio dell’amichevole pre-mondiale programmata a Gerusalemme contro la nazionale di calcio di Israele: le forti pressioni hanno costretto la federazione argentina ad annullare la partita anche dietro indicazioni di alcuni calciatori della squadra. Prosegui la lettura »

Nessun commento

Franco tiratore israeliano spara ad un palestinese immobile e gli altri scagnozzi festeggiano

La vittima era in piedi senza fare azioni violente quando è stata assassinata alla frontiera di Gaza con Israele con un proiettile. Prosegui la lettura »

Nessun commento

Un FSM, svuotato di idee, popoli e lotta, si trasferisce a Salvador de Bahía

Aram Aharonian

Sfide del Forum Sociale Mondiale (FSM).

Durante l’ultimo quinquennio ha proliferato il dibattito -tra movimentisti “puri” (in generale alleati alle posizioni della socialdemocrazia europea e della Chiesa Cattolica) e militanti sociali e politici- sul futuro del Forum Sociale Mondiale: Che relazione ci deve essere tra partiti politici anticapitalisti e movimenti sociali? Che legami con i governi progressisti della regione, che strategia di fronte all’appello di Hugo Chávez di portare avanti una Quinta Internazionale? Prosegui la lettura »

,

Nessun commento

Capitalismo / Anticapitalismo. La lotta continua

Massimo Modonesi

Viviamo tempi di accelerazione e approfondimento capitalista e, in questi, si sono anche sviluppate tutte le contraddizioni che gli sono proprie. Nonostante ciò, da queste non si deducono meccanicamente l’emergere di soggetti e movimenti anticapitalisti di massa. Prosegui la lettura »

,

Nessun commento

L’internazionale femminista: appropriarsi dello sciopero e farlo straripare

Verónica Gago

Riportiamo da Connessioni Precarie la traduzione di un contributo di Verónica Gago (Ni una menos Argentina) sullo sciopero globale femminista pubblicato sul Transational Social Strike Platform. Prosegui la lettura »

Nessun commento

Mezzo secolo dalla rivoluzione del 1968

Raúl Zibechi

Fu un’autentica e vera “rivoluzione mondiale”, come afferma Immanuel Wallerstein, perché cambiò il mondo in modo drastico e irreversibile. Il sociologo statunitense aggiunge, a modo di provocazione e polemica, che fu più importante anche delle due grandi rivoluzioni che tutti ricordiamo: la francese e la russa. Prosegui la lettura »

,

Nessun commento

Media, reti sociali e sparizioni forzate in democrazia

Rapporto presentato a Montevideo da lavaca.org nell’ultima udienza della Corte Interamericana dei Diritti Umani. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

In dieci anni sono stati assassinati più di 900 giornalisti in tutto il mondo: UNESCO

Redazione Desinformémonos

Città del Messico/ Con l’Afganistan e il Messico come i paesi più pericolosi per il giornalismo, in tutto il pianeta sono stati assassinati 930 giornalisti dal 2006 al 2016, secondo l’Ufficio delle Nazioni Unite per l’Educazione, la Scienza e la Cultura (UNESCO). Prosegui la lettura »

Nessun commento

La ONG-izzazione della resistenza

Arhundati Roy

Un rischio con cui si scontrano i movimenti di massa è l’ONG-izzazione della resistenza. Sarebbe facile interpretare male quello che sto per dire e intenderlo come una condanna di tutte le ONG. Questo sarebbe falso. Prosegui la lettura »

,

Nessun commento