Articoli con tag Neoliberalismo

Nicaragua: Mónica Baltodano, “Siamo riusciti a sopravvivere, a resistere, siamo in piedi di fronte alla politica della paura e del terrore”

Raúl Zibechi

La comandante guerrigliera della rivoluzione popolare sandinista e ministra nel decennio del 1980 sostiene in questa intervista che al di sotto delle dichiarazioni antimperialiste di Daniel Ortega, gli accordi con gli Stati Uniti sono mantenuti in piedi. Ambedue temono la rivolta popolare, perché odiano il protagonismo della strada, dice. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

Significati dell’elezione boliviana

Salvador Schavelzon

L’accoppiata Luis Arce e David Choquehuanca si è imposta nelle elezioni boliviane del 18 ottobre con il 55,1% dei voti e una distanza sufficiente sul secondo candidato, Carlos Mesa, che con il 28,8% non ha raggiunto il ballottaggio. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

Messico: Morena, una zavorra per la Quarta Trasformazione

*Al di là delle critiche che si possono fare al programma della Quarta Trasformazione portato avanti da Andrés Manuel López Obrador e alla relativa democrazia partecipativa, l’articolo mette in evidenza i limiti strutturali che ha il partito Morena, così come tutti i partiti “progressisti”, di “sinistra”, che in America Latina vanno al potere attaccando le politiche neoliberiste, che successivamente portano avanti condendole con politiche blandamente sociali. (NdT) Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Cile: A livello nazionale più del 78% di “Approvo” e Assemblea Costituzionale con votazione

Andrés Figueroa Cornejo

I risultati del plebiscito sono un forte colpo al pinochetismo e al regime di Piñera, e significano un chiaro rifiuto della “classe politica” istituzionale. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

Una montagna (zapatista) in alto mare

Gilberto López y Rivas

Il comunicato dell’Esercito Zapatista di Liberazione Nazionale (EZLN), intitolato Una montagna in alto mare, fatto conoscere il 5 ottobre passato dal suo portavoce, il subcomandante Moisés, contiene riflessioni di lungo respiro sulla realtà nazionale e mondiale, Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

Il Cile approva il referendum per cambiare la Costituzione di Pinochet

Domenica i cileni hanno approvato con il 78,20 per cento l’abrogazione della Costituzione trasmessa dalla dittatura di Augusto Pinochet e la redazione dopo 30 anni di una nuova Magna Carta. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

Minga indigena, nera e contadina

Foto: Servindi

Raúl Zibechi e Berta Camprubí

Rompere l’accerchiamento tessendo con le uguali

“Guardia, Guardia. Forza, Forza”, ripetono in coro migliaia di giovani sollevando i loro bastoni di legno (di palma chonta), mostrando la decisone dei popoli originari, neri e contadini di difendere la vita e il territorio, durante la Minga che domenica notte è giunta a Bogotà. Prosegui la lettura »

, , , ,

Nessun commento

Cile: La Rivolta è tornata ad esplodere a Santiago

Un 18 ottobre in cui la gioventù arruolata nella prima linea è stata un’altra volta protagonista non solo per riempire l’emblematica Plaza de la Dignidad, ma per combattere corpo a corpo con i pakos (carabinieri semplici) assassini. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Rompere l’accerchiamento, navigando il mondo

Raúl Zibechi

I cosiddetti governi progressisti nella nostra regione continuano a dare molteplici impatti negativi sui movimenti popolari e i popoli in movimento. Prosegui la lettura »

, , , ,

Nessun commento

Argentina: Voto all’ONU contro il Venzuela, “A nostro nome, no”

Carlos Aznárez

Con un atteggiamento compiacente verso la politica estera nordamericana, il governo argentino, attraverso il suo rappresentante ufficiale, nel Consiglio dei Diritti Umani dell’ONU ha votato contro la Repubblica Bolivariana del Venezuela. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

Bolivia: Governo del popolo e colpo di stato

Eduardo Paz Rada

Sebbene le condizioni sociali e politiche in Bolivia non siano le medesime di novembre 2019 affinché si sviluppi un nuovo Colpo di Stato, il terrore dei settori più conservatori e radicali delle oligarchie locali del trionfo elettorale democratico del Movimento Al Socialismo (MAS), Prosegui la lettura »

, , , , ,

Nessun commento

Guatemala: Centinaia di personalità del mondo chiedono la libertà del mitico comandante César Montes arrestato in Messico

Signor Presidente della Repubblica del Guatemala,

Don Alejandro Giammattei.

Il mitico Comandante Cesar Montes è stato arrestato in Messico, dopo vari mesi di ricerca da parte delle forze repressive guatemalteche. Prosegui la lettura »

, , ,

Nessun commento

Arrestato in Messico il guerrigliero “Comandante César Montes”

Isaín Mandujano

Tuxtla Gutiérrez, Chiapas / Il guerrigliero Julio César Macías, alias “Comandante César Montes”, è stato catturato e consegnato alle autorità del Guatemala alla frontiera comune. Prosegui la lettura »

, , , ,

Nessun commento

Sesta parte: UNA MONTAGNA IN ALTO MARE

COMUNICATO DEL COMITATO CLANDESTINO RIVOLUZIONARIO INDIGENO-COMANDANCIA GENERALE DELL’ESERCITO ZAPATISTA DI LIBERAZIONE NAZIONALE Prosegui la lettura »

, , , , ,

Nessun commento

Denunciano un attacco armato contro i difensori in un blocco di Miahuatlán

Redazione Desinformémonos

Città del Messico / Il Comitato di Difesa dei Diritti Indigeni (CODEDI) dell’Oaxaca ha denunciato che all’alba del 6 ottobre un comando armato ha attaccato gli abitanti di Miahuatlán de Porfirio Díaz che facevano un blocco stradale, per la “Giornata di lotta statale contro la corruzione, l’impunità, per la giustizia e il rispetto dei diritti umani”. Prosegui la lettura »

, , , ,

Nessun commento