Articoli con tag Agrocombustibili

Agrocombustibili o i rischi di giocare con il diavolo

Alberto Acosta

“Se vogliamo mettere fine alla fame nel mondo è fondamentale garantire l’accesso universale alla terra, così come all’acqua e ai semi, e proibire di speculare e fare affari con ciò che ci alimenta e di dà da mangiare”. Esther Vivas

Prosegui la lettura »

Nessun commento

Patria grande e soiera

Darío Aranda

Questo rapporto che oggi diventa pubblico, ma che MU ha anticipato nella sua edizione di luglio, rivela come la monocoltura della soia avanzi in Argentina, Brasile, Paraguay e Uruguay provocando disboscamenti, concentrazione delle terre e sfollamenti. In questo articolo Darío Aranda traccia la cartografia geopolitica ed economica del modello.

Prosegui la lettura »

,

Nessun commento

Video: Agrocombustibili: vecchi volti con nuove maschere


Gli agrocombustibili, chiamati furbescamente biocarburanti, vengono presentati come un’alternativa verde all’esaurimento del petrolio. Ma dove vengono coltivati la canna da zucchero, la soia, la palma da olio dai quali sono ottenuti, producono sfruttamento, inquinamento, deforestazione e sottraggono terre alla produzione alimentare. Il capitalismo usa gli agrocombustibili per non mettere in discussione il suo modello di sviluppo e i suoi stili di vita che stanno trascinando il pianeta alla catastrofe. Video sottotitolato in italiano dal Comitato Carlos Fonseca.

Nessun commento

Paramilitarismo e palma nel Catatumbo

Alfredo Molano ha percorso questa regione del Norte de Santander per disotterrare le traccie della violenza e rivelare il costo delle cosiddette allenze produttive.

Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Utilizzare schiavi

Guadalupe Rodríguez

Accedere alla terra come proprietari è praticamente impossibile per molti contadini del Latinoamerica. Da decenni lottano per i propri diritti e per la propria dignità contro i politici e i latifondisti delle piantagioni destinate a produrre combustibile. Contestano la politica della bioenergia e denunciano le violazioni dei diritti umani legate alla sua produzione ed espansione. Il caso estremo è l’esistenza di lavoro schiavizzato in piantagioni di canna da zucchero ed etanolo, in Brasile e Haiti. Due esempi che ci fanno arrossire.

Prosegui la lettura »

,

Nessun commento

Morti globali

Gustavo Duch

Di fronte allo schermo del computer, mentre prende il suo primo caffé, studia gli indici della borsa. I debiti sovrani europei sono poco affidabili, la borsa continua in caduta libera ed il petrolio è troppo instabile, ci sono stati dei ritrovamenti insperati. Dove investire? Le curve dei cereali di base sono, per i suoi gusti, troppo piatte.

Prende il telefono e in pochi secondi le agenzie di stampa offrono nuovi titoli: gravi siccità nei paesi asiatici, una informazione di una agenzia internazionale mette in allarme su un prossimo deficit di alimenti in un pianeta di 7.000 milioni di persone, si constata un importante aumento del consumo di carne, in Europa si studia di incrementare l’uso degli agrocombustibili…

Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

La Procura accusa di sfollamento palmicoltori del Chocó

La Procura ha accusato 15 palmicoltori per una loro presunta responsabilità nel reato di sfollamento attuato con la forza, di invasione di aree di straordinaria importanza ecologica e di associazione a delinquere aggravata.

Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

I combustibili verdi di Obama

Il presidente degli Stati Uniti ha designato come ministro dell’Agricoltura e ministro dell’Energia due militanti della biotecnologia, promotori di agrocombustibili ogni volta più pericolosi. Un articolo dell’anno scorso di Silvia Ribeiro

Prosegui la lettura »

Nessun commento

Dentro l’inganno: Il Magdalena Medio e la Banca Mondiale

A proposito del libro En medio del Magdalena Medio di Alfredo Molano

Gearóid Ó Loingsigh

Pubblicato nella rivista Cepa Vol. II  No. 11 Julio/Diciembre 2010

La recente pubblicazione del libro En Medio del Magdalena Medio, scritto da Alfredo Molano, ci offre l’oppotunità di abbordare di nuovo vari temi che nel paese hanno una certa importanza politica: la concertazione sociale come meccanismo di risoluzione dei conflitti, la palma africana come alternativa per il paese ed il ruolo della Banca Mondiale.

Prosegui la lettura »

Nessun commento