Paraguay: Attacco militare ad un presunto gruppo dell’EPP: tre guerriglieri morti


Nella notte di venerdì, è stato riportato un attacco della Forza d’Operazione Congiunta (FTC) ad un gruppo di tre presunti combattenti della guerriglia dell’EPP nella zona di Cerro Guazú, dipartimento di Amambay. Secondo fonti ufficiali, durante una “operazione di intelligence” della FTC sono stati “abbattuti” tre uomini, i cui nomi sarebbero Lucio Silva, di 62 anni, Esteban Marín López, di 36 anni, e Rodrigo Argüello, 24 anni.

Secondo il portavoce militare della FTC nell’accampamento attaccato è stata trovata la carta d’identità di uno dei membri dell’EPP, identificato come Lucio Silva.

Appena è stato informato dei fatti, il presidente paraguayano è andato nella località dell’attacco a salutare cordialmente i militari. Così come fece quando queste stesse truppe assassinarono le due bambine dopo averle torturate e aver messo loro delle tute mimetiche, Abdó al quale piaceva mascherarsi da Rambo ha posato con la truppa e i fotografi dei quotidiani del regime fascista paraguayano.

D’altra parte, il Pubblico Ministero ha informato che i corpi dei tre assassinati sono stati portati a Pedro Juan Caballero per un’indagine più esaustiva.

L’informazione ufficiale, che ovviamente bisogna prendere con le pinze a seguito di quanto è stato precedentemente raccontato sui precedenti “scontri”, segnala che il primo abbattuto è stato Rodrigo Arguello. Questi guidava una colonna di 6 guerriglieri che venerdì verso le ore 22.00 cercava di rientrare nel Cerro Guazú. In quel momento sono stati intercettati da agenti del CODI che non avevano abbandonato la zona dal sequestro del vicepresidente Oscar Denis.

Nella notte il CODI ha dispiegato tre gruppi militari in differenti punti d’ingresso al Cerro che ha un’estensione di più di 10 mila ettari.

Vanagloriandosi di quanto successo, il governo ha precisato che “grazie ai nuovi equipaggiamenti di puntamento termico installati sui fucili M4 dei militari si è potuta visualizzare una fonte di calore da una distanza di 400 metri dalla colonna di 6 membri dell’EPP, guidata da Rodrigo Arguello, che è stato il primo a cadere sotto i proiettili M4 sparati da 5 dei militari. Il secondo ad essere colpito è stato Esteban Marín López (imputato dalla procura per il sequestro di Oscar Denis), che era dietro a Rodrigo, anche lui a seguito di proiettili M4. Un terzo membro del gruppo era potuto fuggire. Nonostante ciò, Lucio Silva, che aveva cercato di scappare tra la boscaglia ha ricevuto un tiro alla testa di una carabina 338. L’altro membro del gruppo ha potuto scappare dai tiri dei militari della ex Forza d’Operazione Congiunta.

Il fatto è avvenuto a 25 km dalla Tenuta Tranquerita, il luogo dove erano stati sequestrati l’ex vicepresidente Óscar Denis e il suo dipendente Adelio Mendoza. 

21 novembre 2020

Resumen Latinoamericano

Traduzione del Comitato Carlos Fonseca:
Paraguay. Ataque militar a un presunto grupo del EPP: tres guerrilleros muertos” pubblicato il 21/11/2020 in Resumen Latinoamericano, su [https://www.resumenlatinoamericano.org/2020/11/21/paraguay-ataque-militar-a-un-presunto-grupo-del-epp-tres-guerrilleros-muertos/] ultimo accesso 25-11-2020.

  1. Nessun commento ancora.
(non verrà pubblicata)