Colombia: Nel Catatumbo così è stata la grande mobilitazione del 19 novembre


Nell’ambito del cosiddetto Sciopero Nazionale convocato per questo giovedì 19 novembre, contadini e contadine, e membri delle Giunte d’Azione Comunale di diversi municipi della regione del Catatumbo, Norte de Santander, si sono incontrati a Tibú per organizzarsi per questa grande giornata di protesta.

“Un atto di unità del movimento sociale, un fatto storico nella nostra regione”, dice María Ciro, membro del Comitato di Integrazione Sociale del Catatumbo (Cisca), facendo riferimento alla mobilitazione che in questa regione è avvenuta oggi.

Decine di camion, auto e chivas sono giunte questa mattina nel centro municipale di Tibú, nel basso Catatumbo. Con questi sono giunte centinaia di catatumberi e catatumbere che questo 19 novembre si sono disposti a partecipare alla mobilitazione nazionale.

“Siamo qui per dire al governo nazionale che rifiutiamo le sue politiche estrattiviste nel territorio, rifiutiamo la politica del Catatumbo Sostenibile, e le Zone Futuro”, ha precisato María di fronte alle motivazioni per le quali si sono mobilitati oggi. L’estrattivismo, la militarizzazione e l’assassinio di dirigenti sociali, sono alcuni degli assi centrali.

Nell’aprile dell’anno passato, anche alcune delle organizzazioni contadine della regione parteciparono allo sciopero che allora fu convocato. Dopo vari giorni riuscirono a giungere a degli accordi con l’amministrazione dipartimentale, nonostante ciò, “non sono stati rispettati. L’amministrazione non ha riattivato i tavoli di interlocuzione con le comunità contadine”, afferma uno dei contadini che ha assistito alla giornata di oggi.

Esecuzioni extragiudiziarie, assassinio di dirigenti sociali, massacri, e poche o nulle garanzie dei diritti fondamentali come educazione e salute, sono alcune delle denunce che le comunità contadine del Catatumbo hanno denunciato durante tutto l’anno e che oggi si sono cristallizzate nella protesta sociale. “Vogliamo vedere la faccia della pace con giustizia sociale, il suo corpo di cultura e territorio, rispettati, valorizzati e consultati. È ora della pace”, dice María.

Oggi i mezzi di comunicazione corporativi hanno fatto una copertura della non così partecipata manifestazione che c’è stata a Bogotá. Nonostante ciò, il Catatumbo è stato il riflesso di altri municipi della Colombia che oggi hanno portato nelle strade la propria dignità, ma che non sono apparsi in nessun titolo.

19/11/2020

Colombia Informa

Traduzione del Comitato Carlos Fonseca:
Así fue la Gran movilización en el Catatumbo este 19N” pubblicato il 19/11/2020 in Colombia Informa, su [http://www.colombiainforma.info/asi-fue-la-gran-movilizacion-en-el-catatumbo-este-19n/] ultimo accesso 24-11-2020.

, , ,

  1. Nessun commento ancora.
(non verrà pubblicata)