L’iniziativa di legge agraria è una strategia di saccheggio contro i popoli indigeni: CNI


Redazione Desinformémonos

Città del Messico / Il Congresso Nazionale Indigeno (CNI), insieme alle organizzazioni contadine, ha affermato che l’iniziativa di legge agraria proposta da Morena il passato 23 ottobre è una “strategia” per continuare il saccheggio dei popoli indigeni e cerca di armonizzare le disposizioni legali attraverso riforme strutturali in materia energetica e di idrocarburi, come con i regimi privatizzatori di concessioni minerarie, di acque e di beni nazionali.

Hanno dichiarato che “con questa iniziativa dimenticano che gli ejidatari e i comuneri hanno ottenuto le terre, già cento anni fa, dopo una lotta armata e che non solo sono usate per produrre e sfruttare le risorse naturali che ci sono lì”, ma anche per ricreare la propria cultura e la convivenza con le altre comunità.

Hanno segnalato che la proposta facilita le imprese transnazionali ad impadronirsi delle terre di uso agropastorale e forestale e, secondo il membro del CNI, Carlos González García, l’iniziativa “continua” la controriforma salinista del 1992 e fa parte di una strategia per depredare i popoli.

Da parte loro, le organizzazioni hanno manifestato la propria preoccupazione di fronte ai titoli che include la proposta, alcuni propongono che i popoli apportino le proprie terre in associazioni con investitori privati, che le trasformino in azioni tipo T e che facciano dei contratti che implichino l’usufrutto a terze persone della terra ejidale, così come disporre delle terre di uso e utilizzo comune “soprattutto per essere cedute a terzi”.

Hanno dichiarato che queste disposizioni legali “possono avere lo scopo di facilitare gli investitori e le persone estranee agli ejido e alle comunità ad appropriarsi di queste risorse, a portarsi via i profitti, investendo soltanto in quelli, e ad abbandonarle quando sono già inutilizzate”, così come è successo “in altri tempi”.

Di fronte a questo, hanno criticato che le autorità cerchino di favorire gli impresari invece di promuovere che gli ejidatari e i comuneri che sono quelli qualificati a decidere sulla preservazione e sfruttamento delle risorse nei propri territori.

6 novembre 2018

Desinformémonos

Traduzione del Comitato Carlos Fonseca:
Redacción Desinformémonos, Iniciativa de ley agraria es una estrategia de despojo contra los pueblos indígenas: CNI” pubblicato il 06/11/2018 in Desinformémonos, su [https://desinformemonos.org/iniciativa-ley-agraria-una-estrategia-despojo-los-pueblos-indigenas-cni/] ultimo accesso 10-11-2018.

,

  1. Nessun commento ancora.
(non verrà pubblicata)