Cile: Realizzata la maggiore espulsione di migranti irregolari in un solo giorno


Questo mercoledì il Cile ha portato a termine la più massiccia espulsione amministrativa di migranti realizzata nel paese in un solo giorno.

Sono state deportate 138 persone, di loro 86 sono cittadini venezuelani e colombiani, che sono partiti su un volo verso i propri rispettivi paesi, e 52 sono migranti provenienti dalla Bolivia e dal Perù, che sono stati trasferiti su degli autobus.

Da parte delle organizzazioni dei diritti umani e politici della sinistra cilena è stata criticata questa misura, considerando che il Governo di Sebastián Piñera punta ad applicare misure estreme contro i migranti invece di affrontare il problema come un tema umanitario.

Una delle prime organizzazioni a manifestare la propria preoccupazione per la situazione, così come a chiedere una risposta umanitaria alla crisi migratoria, è stata il Servizio Gesuita ai Migranti (SJM). Anche il segretario generale del Coordinamento Nazionale degli Immigrati, Rodolfo Noriega, ha criticato le basi legali dell’espulsione dei migranti, sostenendo che “l’ingresso clandestino non è un delitto”, come raccoglie La Tercera.

Dopo la crisi alla frontiera nord del paese, in particolare nelle località di Colchane e Huara, dove all’inizio di questo mese è aumentato notevolmente il numero di migranti che hanno cercato di entrare in Cile attraverso dei passaggi non autorizzati, il numero di entrate irregolari è diminuito.

Secondo le cifre del Governo, questo martedì sono entrate nel paese 42 persone in modo irregolare, di fronte alle più di 300 quotidiane che si registravano soltanto una settimana fa.

Fonte: RedEco

11 febbraio 2021

Resumen Latinoamericano

Traduzione del Comitato Carlos Fonseca:
Chile. Lleva a cabo la mayor expulsión de migrantes irregulares en un solo día” pubblicato il 12/02/2021 in Resumen Latinoamericano, su [https://www.resumenlatinoamericano.org/2021/02/11/chile-lleva-a-cabo-la-mayor-expulsion-de-migrantes-irregulares-en-un-solo-dia/] ultimo accesso 12-02-2021.

,

  1. Nessun commento ancora.
(non verrà pubblicata)