Ritrovati nel Tamaulipas i corpi bruciati di migranti guatemaltechi


Redazione Desinformémonos

Città del Messico / Le autorità del Tamaulipas hanno ritrovato nell’Ejido Santa Anita, municipio di Camargo, Tamaulipas, 19 corpi bruciati dentro due fuoristrada, di cui almeno 13 sarebbero migranti guatemaltechi che viaggiavano verso gli Stati Uniti.

Secondo il deputato del distretto di San Marcos, in Guatemala, 13 delle 19 persone i cui corpi sono stati ritrovati bruciati nel Tamaulipas erano marchensi, nonostante ciò le autorità messicane non hanno informato sui progressi dell’indagine né si sono pronunciate sulla nazionalità delle vittime.

Testimoni del municipio di Camargo hanno dichiarato che le 19 vittime erano migranti guatemaltechi che sono stati trovati da un commando di pistoleri del Cartello del Nordest (CDN), gli antichi Zeta, in una casa del paese di Santa Anita, dove li hanno assassinati e dopo li hanno abbandonati al confine con il vicino stato del Nuevo León.

“Secondo le prime istruttorie si è stabilito che la morte è stata provocata da proiettili d’arma da fuoco e dopo gli hanno dato fuoco”, ha riportato la Procura Generale di Giustizia del Tamaulipas riguardo al ritrovamento del 23 gennaio.

Foto: @FuriaNegra7

25 gennaio 2021

Desinformémonos

Traduzione del Comitato Carlos Fonseca:
Redacción Desinformémonos, Hallan cuerpos calcinados de migrantes guatemaltecos en Tamaulipas” pubblicato il 25/01/2021 in Desinformémonos, su [https://desinformemonos.org/hallan-cuerpos-calcinados-de-migrantes-guatemaltecos-en-tamaulipas/] ultimo accesso 27-01-2021.

, ,

  1. Nessun commento ancora.
(non verrà pubblicata)