Messico: Poliziotti di Cancún hanno violentato sessualmente delle donne detenute durante una protesta femminista


Redazione Desinformémonos

Città del Messico / Dai palpeggianti fino ad un tentativo di violenza, i poliziotti municipali di Cancún hanno esercitato violenza sessuale contro alcune delle donne detenute durante la protesta che chiedeva giustizia per i femminicidi e che è stata repressa a colpi di fucile, ha denunciato la Commissione dei Diritti Umani di Quintana Roo.

Secondo il titolare dell’organizzazione, Marco Antonio Toh Euán, tutte le aggressioni sessuali sono state commesse all’interno delle installazioni del Palazzo Municipale, dove lo scorso 9 novembre sono state detenute le giovani.

“Quando andavamo dalla parte posteriore del municipio, hanno incominciato a picchiarmi sulle costole, mi hanno tolto l’aria. Appena potevo camminare. Un poliziotto mi ha afferrata dal gluteo con la sua manaccia, le sue dita sono arrivate fino alla mia vagina, così mi ha voluto sollevare. Sono diventata come una pallina e quasi trascinandomi mi hanno messa”, ha narrato ad Animal Político María Elena, una delle donne arrestate.

Oltre alla violenza sessuale, la Commissione ha registrato ferite per manganellate e spintoni, così come ematomi, tagli che hanno richiesto suture alla testa di alcune persone e altre parti del corpo.

Per il momento, la Commissione dei Diritti Umani dello stato ha ricevuto 11 denunce contro la polizia per i fatti del 9 novembre, quando hanno disperso la manifestazione delle donne con l’uso di armi lunghe e hanno aggredito sessualmente le giovani.

12 novembre 2020

Desinformémonos

Traduzione del Comitato Carlos Fonseca:
Redacción Desinformémonos, Policías de Cancún violentaron sexualmente a mujeres detenidas durante protesta feminista” pubblicato il 12/11/2020 in Desinformémonos, su [https://desinformemonos.org/policias-de-cancun-violentaron-sexualmente-a-mujeres-detenidas-durante-protesta-feminista/] ultimo accesso 13-11-2020.

, , ,

  1. Nessun commento ancora.
(non verrà pubblicata)