Repressa carovana di migranti honduregni alla frontiera con il Guatemala


Le persone hanno affermato che cercano di uscire dal paese per scappare dai fatti di violenza e minacce che vivono nelle loro rispettive comunità.

La carovana di migranti che è partita nella mattinata di questo mercoledì dall’Honduras con destinazione gli Stati Uniti (USA) è stata repressa nella località di Corinto, zona di frontiera con il Guatemala.

Secondo la corrispondente di teleSUR, Gilda Silvestrucci, migliaia di honduregni fanno parte di questa prima carovana del 2020, che comprende giovani, donne e bambini.

Le persone hanno affermato che cercano di uscire dal paese per scappare dai fatti di violenza e minacce che vivono nelle loro rispettive comunità, così come la necessità di una vita migliore per le proprie famiglie.

Nonostante la politica migratoria stabilita dal presidente statunitense Donald Trump, così come gli accordi in questa materia che sono stati sottoscritto con alcuni paesi centroamericani, gli honduregni si sono uniti alla carovana ribadendo che volevano solo un’opportunità di lavoro.

La convocazione precisava che l’ora per l’uscita della carovana erano le 05,00 (ora locale) e, per la mezzanotte di questo mercoledì, circa 1.500 persone si sono riunite nel punto di partenza, nella località di San Pedro Sula.

15 gennaio 2020

teleSUR

Traduzione del Comitato Carlos Fonseca:
Reprimen caravana de migrantes hondureños en frontera con Guatemala” pubblicato il 15/01/2020 in teleSUR, su [https://www.telesurtv.net/news/honduras-caravana-migrantes-represion-frontera-guatemala-20200115-0025.html] ultimo accesso 16-01-2020.

,

  1. Nessun commento ancora.
(non verrà pubblicata)