Ecuador: Gli indigeni festeggiano l’abrogazione degli aggiustamenti economici, ma la repressione continua


Nella notte del 13 ottobre Quito è scoppiata di allegria dopo che il Governo di Lenín Moreno aveva raggiunto un accordo con i dirigenti indigeni per abrogare il decreto 883 contenente gli aggiustamenti economici imposti dal Fondo Monetario Internazionale.

Dopo circa quattro ore di negoziato, la cui prima parte è stata trasmessa in diretta, il rappresentante delle Nazioni Unite in Ecuador, Arnauld Peral, ha annunciato l’accordo raggiunto tra l’Esecutivo e le comunità indigene che hanno guidato le manifestazioni.

“Terminano le mobilitazioni e le misure di fatto in tutto l’Ecuador e ci impegnamo in modo congiunto a ristabilire la pace nel paese”, ha affermato il rappresentante delle Nazioni Unite in Ecuador, Arnauld Peral.

La Confederazione delle Nazionalità Indigene (CONAIE) chiedeva l’abrogazione del decreto per incominciare da zero. Il presidente aveva dichiarato lo stato d’emergenza e sabato aveva disposto la militarizzazione e il coprifuoco nel distretto metropolitano di Quito.

Nonostante ciò, le proteste continuavano nella notte di sabato con un cacerolazo e domenica ci sono stati nuovi attacchi contro la mobilitazione che è incominciata 12 giorni fa.

Bisogna menzionare che il fatto che il Governo presenti un nuovo decreto per sostituire l’883 non significa necessariamente che congeli tutti gli aggiustamenti che pianificava. La Procura, inoltre, ha confermato l’arresto di Paola Pabón, prefetta di Pichincha, e di Pablo Dávalos, che fa parte del tavolo di negoziato.

Altri politici dell’opposizione, come Virgilio Hernández e Gabriela Rivadeneira, si sono rifugiati nell’Ambasciata del Messico.

14 ottobre 2019

La Minuta

Traduzione del Comitato Carlos Fonseca:
Ecuador: Indigenas celebran derogación de ajustes económicos, pero represión sigue” pubblicato il 14/10/2019 in La Minuta, su [https://www.educaoaxaca.org/ecuador-indigenas-celebran-derogacion-de-ajustes-economicos-del-fmi-pero-represion-sigue/] ultimo accesso 15-10-2019.

, , , ,

  1. Nessun commento ancora.
(non verrà pubblicata)