Ecuador: La repressione di questo sabato è stata tanto brutale quanto costante


Altri morti e altri feriti. Immagini di un popolo che chiede che Moreno e il FMI se ne vadano.

Questo sabato la repressione ordinata dal governo ecuadoriano è stata brutale e costante. Praticamente dall’alba, la polizia ha già cominciato a lanciare gas lacrimogeni e a perseguitare coloro che cercavano di rimanere pacificamente in strada.

Dopo, con il trascorrere delle ore la situazione è peggiorata ma la resistenza non è cessata e verso mezzogiorno, il presidente repressore, messo alle strette, ha annunciato il coprifuoco. Dopo questo è tornata ad aumentare la repressione che è durata fino alla notte. In queste ore, gli abitanti dei quartieri di Quito sono scesi in massa in strada a battere sulle loro pentole “in solidarietà con i nostri fratelli indigeni”.

12 ottobre 2019

Resumen Latinoamericano

Traduzione del Comitato Carlos Fonseca:
Ecuador. La represión de este sábado fue tan brutal como constante / Más muertos y más heridosImágenes de un pueblo que exige que Moreno y el FMI se vayan” pubblicati il 12/10/2019 in Resumen Latinoamericano, su [http://www.resumenlatinoamericano.org/2019/10/13/271879/] e [http://www.resumenlatinoamericano.org/2019/10/12/ecuador-imagenes-de-un-pueblo-que-exige-que-moreno-y-el-fmi-se-vayan/] ultimo accesso 13-10-2019.

, , ,

  1. Nessun commento ancora.
(non verrà pubblicata)