Michel Temer ha sospeso e spento circa 130 radio comunitarie


Katarine Flor

La decisione è stata divulgata il 31 dicembre; enti rappresentativi del settore criticano la misura per mancanza di chiarezza.

L’ultimo giorno del suo governo l’ex presidente brasiliano Michel Temer ha cancellato la licenza di circa 130 radio comunitarie in diverse regioni del paese. Enti rappresentativi del settore hanno criticato la misura e hanno segnalato l’assenza di un dibattito pubblico sul tema.

La decisione del Ministro della Scienza, Tecnologia, Innovazioni e Comunicazioni (MCTIC) è stata pubblicata sul Diario Ufficiale dell’Unione il 31 dicembre 2018, un giorno prima che Michel Temer consegnasse la fascia presidenziale a Jair Bolsonaro.

Il rappresentante nazionale dell’Associazione Mondiale delle Radio Comunitarie (AMARC) in Brasile, Pedro Martins, afferma che la decisione “configura chiaramente una persecuzione, uno sguardo diverso per questo settore che rappresenta la voce delle comunità, le voci popolari nella comunicazione del paese”.

Egli evidenzia anche che è stata presa la misura senza effettuare nessun dibattito con la società e che il ministero non ha chiarito i motivi che hanno portato alla decisione. L’unica indicazione è una dichiarazione pubblica di Fernando Henrique Chagas, presidente dell’Associazione Brasiliana delle Radio e TV (ABART) che critica il finanziamento delle radio comunitarie.

In una nota divulgata lo scorso venerdì (4), l’Associazione Brasiliana delle Radio Comunitarie (Abraço) ha messo in discussione il trattamento del governo verso le emittenti comunitarie, considerato molto differente dal trattamento verso le emittenti commerciali. Ha anche segnalato che gli enti di radiodiffusione comunitaria affrontano molte difficoltà, a incominciare dalla mancanza di risorse.

Le restrizioni segnalate dagli enti si riferiscono alla legge 9.612 del 1995, che regolamenta il Servizio di Radiodiffusione Comunitaria nel paese. Secondo gli enti, questa norma, promulgata dall’allora presidente Fernando Henrique Cardoso, ha limitato e criminalizzato le radio comunitarie, restringendo il loro funzionamento.

7 gennaio 2019

Brasil de Fato

Traduzione del Comitato Carlos Fonseca:
Katarine Flor, Michel Temer suspendió licencias y extinguió cerca de 130 radios comunitarias” pubblicato il 07/01/2019 in Brasil de Fato, su [https://www.brasildefato.com.br/2019/01/07/michel-temer-suspendio-licencias-y-extinguio-cerca-de-130-radios-comunitarias/] ultimo accesso 14-01-2019.

  1. Nessun commento ancora.
(non verrà pubblicata)