Il Governo del Brasile non aiuterà il ritorno al proprio paese dei medici cubani


Il ministro della Sanità, Gilberto Occhi, ha annunciato che il Governo brasiliano non parteciperà alla logistica per il ritorno nel proprio paese di migliaia di medici cubani. 

In una conferenza stampa, Occhi ha addotto che, siccome la decisione di Cuba di uscire dal programma “Più Medici” è stata “unilaterale”, il Brasile non ha nessun obbligo a facilitare l’uscita dei medici cubani: “Per il momento il Governo federale non parteciperà a nessuna azione di logistica”, ha affermato.

Molti dei medici cubani si trovano in aree remote di difficile accesso, come villaggi indigeni o località nella selva amazzonica, e a suo tempo hanno avuto il sostegno delle Forze Armate del Brasile per giungere alla propria destinazione.

Il ministro ha sottolineato che ora l’unico compito che spetta al Governo del Brasile è di sostituire i più di 8.300 medici cubani che lasceranno il paese nelle prossime settimane per garantire l’assistenza sanitaria ai propri cittadini.

In questo senso, il 20 novembre sarà pubblicato un bando ufficiale per coprire gli 8.517 posti vacanti lasciati dai medici cubani.

Potranno accedere a quelli i medici brasiliani o stranieri formatisi in Brasile, che potranno optare tra i 2.824 municipi e i 34 Distretti Sanitari Speciali Indigeni (DSEI) dove finora lavoravano gli specialisti cubani.

Questa gestione è stata realizzata dal Governo di Michel Temer, che continua ad essere alla guida del paese fino a quando il 1 di gennaio il presidente eletto, Jair Bolsonaro, prenderà possesso.

Fino a questo momento, quasi 11.400 medici dell’isola caraibica partecipavano al programma, a fronte degli 8.332 che ci sono attualmente.

Oltre ai medici attivi, saranno sostituiti i 185 dottori che erano stati congedati o che avevano lasciato volontariamente il programma.

La settimana passata il Governo di Cuba ha annunciato la propria uscita dal programma sociale con critiche alle minacciose dichiarazioni di Bolsonaro, e milioni di brasiliani potrebbero rimanere senza assistenza sanitaria se non si riesce a coprire tutti i posti.

19 novembre 2018

Resumen Latinoamericano / Sputnik

Traduzione del Comitato Carlos Fonseca:
Gobierno de Brasil no ayudará en el retorno de médicos cubanos a su país” pubblicato il 19/11/2018 in Resumen Latinoamericano, su [http://www.resumenlatinoamericano.org/2018/11/19/gobierno-de-brasil-no-ayudara-en-el-retorno-de-medicos-cubanos-a-su-pais/] ultimo accesso 26-11-2018.

  1. Nessun commento ancora.
(non verrà pubblicata)