Cile: Denunciano che il progetto di Legge sull’Educazione Superiore è una beffa alla società cilena


Questo martedì a Concepción, così come in diverse città del paese, è stata effettuata la prima marcia del 2017 per la fine dell’affare dell’educazione. È stata convocata dalla Confederazione degli Studenti del Cile (CONFECH) con lo scopo di rendere visibile lo scontento della comunità studentesca e della società in generale riguardo il progetto di Legge di Riforma dell’Educazione Superiore firmato dalla Bachelet nel luglio del 2016. Alla marcia ha aderito il Collegio dei Professori e a Concepción i docenti di alcuni comuni della provincia hanno sfilato insieme agli studenti, così come anche i lavoratori riuniti nel Coordinamento Non Più AFP (AFP, fondi pensione, ndt).

La CONFECH ha affermato che il progetto di legge non integra le richieste che il movimento sociale propose nel 2011, persistono il finanziamento dell’educazione attraverso l’indebitamento e le sovvenzioni (borse di studio di gratuità e altri stanziamenti). Attraverso questi meccanismi, i proprietari di banche e istituzioni dell’educazione superiore potranno continuare a lucrare. Ancor di più, il progetto di legge contempla solo la penalizzazione del lucro per il caso di padroni di università, senza stabilire sanzioni per coloro che controllano gli Istituti Professionali o i Centri di Formazione Tecnica. Insieme a questo, si mantiene lo sregolato sistema degli accrediti. Non chiede, inoltre, a coloro che controllano di rendere conto alla comunità sull’uso delle risorse e ancor meno che questa possa deliberare in modo vincolante sul suo uso.

Per quanto riguarda la formazione accademica, gli studenti protestano per l’inesistenza di un piano di rafforzamento per poter iniziare a fare ricerche e interventi sociali al servizio della comunità e che inverta le condizioni di precarietà lavorativa alla quale sono sottoposti i nuovi ricercatori e professori. Si critica anche il fatto che il ricollocamento degli studenti truffati nelle università come la Del Mar, sono stati ricollocati in altre istituzioni private, le quali hanno fatto pingui affari con il pagamento delle tasse senza fornire una preparazione accademica adeguata.

A Concepción, il corteo è terminato a Plaza Independencia dove gli studenti secondari e universitari hanno interrotto Viale O’higgins per protestare per il dispotismo mostrato dal Governo e dalla classe politica nel difendere l’affare della vendita dei titoli tecnici e professionali. Dopo aver ricevuto le cariche delle Forze Speciali dei Carabinieri si sono spostati fino nella zona di Piazza Perù e nelle vicinanze dell’Università di Concepción, dove guardie private si trovavano appostate in punti fissi intorno alla Laguna e al circolo di Los Patos.

Resumen è stato presente a violenti arresti effettuati da personale in abiti borghesi all’interno del campus. Un manifestante è stato bloccato da civili e fatto entrare all’interno dell’edificio della vecchia morgue dell’università. Gli scontri si sono sviluppati in via Chacabuco intorno alla Facoltà di Scienze Biologiche (El Arco), e al parcheggio di fronte al Rettorato, nelle vie Edmundo Larenas e Víctor Lamas. Alla chiusura di questo articolo la quantità di giovani arrestati non era ancora conosciuta.

Tendenziosamente, le imprese del settore della comunicazione hanno posto l’accento sulle ripercussioni materiali della manifestazione, eludendo le loro gravissime motivazioni e creando artificiosamente un atteggiamento di criminalizzazione della protesta. La stampa commerciale cerca di ingannare non riconoscendo che la volontà della maggioranza del paese non è stata presa in considerazione dai politici di carriera e insiste nel condannare coloro che resistono a rassegnarsi. Di fronte a questo, la comunità non può ingannarsi, non può sentirsi colpevole di agire per rovesciare questa situazione, né incolpare coloro che denunciano e rifiutano questa arbitrarietà che viene installata come una nuova beffa.

11 aprile 2017

Resumen.cl / Resumen Latinoamericano

Traduzione del Comitato Carlos Fonseca:
Chile. Denuncian que proyecto de Ley de Educación Superior es una mofa a la sociedad chilena” pubblicato il 11-04-2017 in Resumen Latinoamericanosu [http://www.resumenlatinoamericano.org/2017/04/11/chile-denuncian-que-proyecto-de-ley-de-educacion-superior-es-una-mofa-a-la-sociedad-chilena/] ultimo accesso 13-04-2017.

, ,

  1. Nessun commento ancora.
(non verrà pubblicata)