Lettera pubblica al Presidente della Colombia Juan Manuel Santos e alle autorità colombiane


Per la Pace con giustizia sociale e il rispetto dei Diritti Umani;

difendiamo la libertà di espressione e di partecipazione politica in Colombia

Dr. Juan Manuel Santos

Presidente della Repubblica di Colombia

Palacio de Nariño

Carrera 8 No.7-26,

Bogotá – Colombia

contacto@presidencia.gov.co

 

Da diversi anni le nostre organizzazioni sostengono e solidarizzano con i sindacati e le organizzazioni sociali colombiane impegnate nella difesa dei diritti umani, della pace con giustizia sociale e per migliori condizioni di vita della popolazione.

Nelle ultime settimane abbiamo seguito con molta attenzione la Minga que, sotto lo slogan “Piantare Speranza, mietere Paese” ha mobilitato in tutto il territorio colombiano oltre 200.000 persone raggruppate nella coalizione di organizzazioni sociali: “ Vertice Agrario Contadino, Etnico e Popolare”.

In questo contesto siamo immensamente preoccupati per la risposta particolarmente violenta che lo Stato colombiano ha dato a queste manifestazioni pacifiche, provocando la morte di quattro persone – gli indigeni Manuel Jovel Dagua, Gersain Ceron et Marco Aurelio Diaz – e dello studente Miguel Angelo Barbosa, che era stato ferito in una manifestazione precedente; nonchè il fatto che ci sono 136 persone ferite e molte altre detenute in carcere.

Vogliamo richiamarle l’attenzione sul fatto che di tutti questi fatti è accusato lo Squadrone Mobile Anti-sommossa della Polizia – ESMAD – per l’uso eccessivo della forza.

Signor Presidente, per tutti questi fatti esigiamo immediatamente che lo Stato colombiano:

1. Avvii un’indagine rigorosa ed approfondita per chiarire le circostanze e le cause per cui gli attivisti sono stati uccisi; indagare sulle violazioni dei diritti umani che si sono verificate e la condanna responsabili. Deve essere intrapresa un’azione coerente del Pubblico Ministero secondo i principi di indipendenza della magistratura e della professionalità degli stessi organi, in modo da raccogliere le prove necessarie per realizzare un giusto processo.

2. La liberazione delle persone arrestate e il rispetto del diritto alla difesa.

3. Riconoscere la legittimità della protesta sociale.

4. Garantire la partecipazione politica, la libertà di espressione e la fine di tutti i meccanismi che ostacolano la difesa dei Diritti Umani, la lotta contro la povertà e la difesa dei territori in Colombia.

5. Rispettare gli obblighi derivanti dagli accordi sottoscritti nel decreto 870 dell’8 maggio 2014 e negoziare la lista di richieste presentate durante le manifestazioni del 24 gennaio e 17 marzo 2016.

6. Porre fine alle campagne di stigmatizzazione sistematica delle mobilitazione e delle organizzazioni sociali realizzate da funzionari pubblici e autorità politiche e militari. Queste dichiarazioni creano condizioni favorevoli che permettono a gruppi paramilitari di agire impunemente.

7. Intraprendere azioni concrete per combattere i paramilitari, che in questi mesi hanno causato lo sfollamento delle comunità, assassinando impunemente 139 attivisti politici.

La pace in Colombia deve essere il frutto della piena partecipazione del movimento sociale, del rispetto dei Diritti Umani e di un reale miglioramento delle condizioni di vita delle persone e delle comunità

Signor Presidente, la ringraziamo per l’attenzione che potrà accordare alla nostra lettera e, creda, che il nostro sincero desiderio è quello di avere una pace giusta e duratura in Colombia

 

Indirizzare la medesima a :

Dr. Luis Carlos Villegas Echeverri

Ministro de Defensa

Carrera 54 Nº 26 – 25 CAN

Bogotá D.C., Colombia

 

Dr. Juan Fernando Cristo

Ministros del Interior

Sede Camargo

Calle 12No. 8-38

servicioalciudadano@mininterior.gov.co

 

Dr. Alejandro Ordoñez Maldonado

Procurador General de la Republica

Cra. 5 # 15-80, Bogotá.

cap@procuraduria.gov.co;

quejas@procuraduria.gov.co

 

Dr. Alfonso Cajiao

Defensor del Pueblo

Calle 55 Nº 10 – 32 – Bogotá – Colombia

atencionciudadano@defensoria.gov.co

 

Señoras y señores

Comisión de derechos humanos del Senado

comisionderechoshumanos@senado.gov.co

 

Firma:

Comitato di Solidarietà con i Popoli dell’America Latina Carlos Fonseca – Roma

Traduzione del Comitato Carlos Fonseca:
[] ultimo accesso 09-06-2016.
  1. Nessun commento ancora.
(non verrà pubblicata)