Venezuela: Bande armate irregolari provenienti dalla Colombia sono legate al narcotraffico e al Governo di Iván Duque


Il Presidente colombiano Iván Duque ha abbandonato la via della pace e ha trasformato le sue frontiere in “un corridoio criminale e in un teatro di operazioni per aggredire il Venezuela”, ha detto il Presidente del Potere Legislativo bolivariano.

Tanto il Governo Bolivariano, come l’Assemblea Nazionale e le Forze Armate del Venezuela hanno condannato l’ingresso dalla Colombia di bande irregolari legate al narcotraffico.

Il Generale in Capo Vladimir Padrino López, ha categoricamente dichiarato che lo stato e l’oligarchia colombiana non potranno mai scagliare nel territorio venezuelano le loro mafie e i loro gruppi irregolari che si dedicano al narcotraffico.

Anche il ministro del Potere Popolare per la Difesa ha affermato, “lo stato colombiano e la sua oligarchia sono una società di complici che traggono profitto dal narcotraffico, appoggiati finanziariamente e logisticamente dalla CIA, dalla DEA e dal Comando Sud. Si sbagliano se pensano di scagliare la loro guerra e installarsi in territorio venezuelano per i propri fini. NO!”.

Da parte sua, il presidente dell’Assemblea Nazionale, Jorge Rodríguez, a nome della Giunta direttiva, ha dichiarato che il Potere Legislativo della Repubblica Bolivariana del Venezuela condanna energicamente la recente aggressione in territorio venezuelano, perpetrata nel paese di La Victoria, stato di Apure, da gruppi armati, irregolari e criminali provenienti dalla Colombia, azione temeraria che attenta alla sovranità nazionale e alla pace.

Jorge Rodríguez ha aggiunto che l’attuale governo della Colombia esporta irresponsabilmente gruppi armati irregolari dediti ad attività illegali e legati a mafie del narcotraffico, fatto che non sarà permesso dalle istituzioni democratiche del Venezuela.

E ha aggiunto che il Presidente colombiano Iván Duque ha abbandonato la via della pace e ha trasformato le sue frontiere in “un corridoio criminale e in un teatro di operazioni per le aggressioni contro il Venezuela”.

Alla fine, attraverso il Cancelliere venezuelano, Jorge Arreaza, il Governo bolivariano ha condannato le dichiarazioni emesse dalla Cancelleria colombiana su una “presunta preoccupazione” per le operazioni della Forza Armata Nazionale Bolivariana (FANB) nello stato di Apure.

La dichiarazione della Cancelleria chavista ha affermato che è un fatto comprovato l’abbandono delle frontiere da parte dello stato colombiano che concede un consenso più che tacito alle azioni di diversi gruppi criminali che operano nella zona.

Allo stesso tempo, il Venezuela ha chiarito che le operazioni militari che ha realizzato la FANB contro gli accampamenti illegali di gruppi armati colombiani, sono state portate a termine in zone rurali e sono state orientate a proteggere la popolazione civile dagli effetti avversi delle attività illegali e dalla sistematica violenza di questi gruppi irregolari.

25 marzo 2021

Kaos en la Red

Traduzione del Comitato Carlos Fonseca:
Venezuela. Bandas irregulares armadas provenientes de Colombia están ligadas al narcotráfico y al Gobierno de Iván Duque” pubblicato il 25/03/2021 in Kaos en la Red, su [https://kaosenlared.net/venezuela-bandas-irregulares-armadas-provenientes-de-colombia-estan-ligadas-al-narcotrafico-y-al-gobierno-de-ivan-duque/] ultimo accesso 28-03-2021.

, , ,

  1. Nessun commento ancora.
(non verrà pubblicata)