Aumentano a sette i morti nelle proteste contro la repressione poliziesca in Colombia


Il ministro della Difesa colombiano ha annunciato l’arrivo a Bogotà di almeno 300 soldati per rafforzare le operazioni della Polizia.

Il ministro della Difesa della Colombia, Carlos Holmes Trujillo, ha informato che la cifra dei defunti è aumentata a sette durante la giornata di manifestazioni contro gli abusi della polizia nella capitale e in altre città del paese.

Il rapporto è stato confermato dal direttore generale della Polizia Nazionale, maggiore generale Gustavo Alberto Moreno Maldonado. Ai cinque assassinati dalla Polizia, si sono aggiunte due persone che erano ricoverate in centri medici e hanno perso la vita durante le ultime ore.

Allo stesso tempo, la rete Difendere la Libertà ha indicato l’esistenza di più di 140 feriti, nella loro maggioranza per azioni della Polizia. Da parte sua, attivisti sociali denunciano che la capitale del paese, Bogotá, si trova militarizzata.

La rete Difendere la Libertà aveva informato che diverse persone sono state ferite nella città di Bogotá da armi da fuoco durante le proteste per l’assassinio dell’avvocato colombiano Javier Ordóñez per mano della Polizia.

Nel bollettino Difendere la Libertà dichiara che circa 45 persone sono state arrestate dalle forze di polizia.

Di fronte ai fatti di violenza poliziesca, la rete ha chiesto la cessazione della repressione contro la società civile, e che si portino avanti le indagini e sanzioni esemplari per gli agenti responsabili di questi fatti.

Hanno fatto anche un appello alle autorità, affinché inizino le indagini contro i funzionari implicati nelle aggressioni contro i manifestanti.

Di fronte alla giornata di proteste nella capitale il ministro della Difesa colombiano ha annunciato l’invio di agenti di polizia e di 300 effettivi dell’esercito colombiano per rafforzare le operazioni della Polizia della capitale colombiana.

Varie organizzazioni politiche e sociali hanno denunciato aggressioni ai difensori dei diritti umani e a giornalisti da parte della Polizia.

Le proteste sono scoppiate questo mercoledì a Bogotá e in altri punti della Colombia, a causa della morte dell’avvocato di 46 anni Javier Ordóñez per mano di agenti di polizia.

Media colombiani hanno riportato manifestazioni contro gli abusi della polizia a nord e ad ovest della capitale. Anche nelle città di Medellín (nordest), Cali (sudest) e Neiva (centro).

10 settembre 2020

teleSUR

Traduzione del Comitato Carlos Fonseca:
Aumentan a siete los muertos en protestas contra la represión policial en Colombia” pubblicato il 10/09/2020 in teleSUR, su [https://www.telesurtv.net/news/bogota-protestas-balance-heridos-muertos-20200910-0005.html] ultimo accesso 11-09-2020

, , ,

  1. Nessun commento ancora.
(non verrà pubblicata)