Almeno 16 generali e 300 ufficiali fanno parte dell’ala criminale dell’Esercito, denuncia Iván Cepeda


Il senatore ha detto, inoltre, che avrebbero dei “legami con la Oficina de Envigado, il Clan del Golfo e i dirigenti dell’uribismo”.

Durante un dibattito nel Congresso della Repubblica Iván Cepeda ha denunciato: “il generale Eduardo Quiroz, che ha dovuto andarsene dall’Esercito a causa di questa situazione, il generale Gonzalo García Luna, che fa parte dei cosiddetti ‘uomini bomba’, coloro che secondo un alto comandante sono legati alla maggioranza degli scandali riguardo all’intelligence militare”.

Ha anche menzionato il “generale Adelmo Fajardo, che appare nelle indagini di Semana ed è indagato nella corte per aver sviato risorse per spese personali; Jorge Horacio Romero, che vendeva nella quarta brigata salvacondotti per armi a membri della Oficina de Envigado; Juan Pablo Rodríguez, che è stato coinvolto nell’operazione del comando generale delle Forze Armate e che era interessato a spiare il difensore dei diritti umani, José Miguel Vivanco, per le sue denuncie riguardo ai falsi positivi; il generale Diego Luis Villegas, che in una riunione disse allegramente che ‘bisognerebbe sicariare’ e che era in trattative con il gruppo dei Los Pelusos per fronteggiare le azioni dell’ELN”.

Ha segnalato, inoltre, che nell’attuale scandalo delle schedature sono coinvolti il generale (in congedo) Nicacio Martínez, il generale Eduardo Quiroz e il generale Gonzalo García Luna.

13 maggio 2020

Noticias Caracol

Traduzione del Comitato Carlos Fonseca:
Al menos 16 generales y 300 oficiales integran ala criminal del Ejército, denuncia Iván Cepeda” pubblicato il 13/05/2020 in Noticias Caracol, su [https://noticias.caracoltv.com/politica/al-menos-16-generales-y-300-oficiales-integran-ala-criminal-del-ejercito-denuncia-ivan-cepeda-nid228675] ultimo accesso 27-05-2020

, , ,

  1. Nessun commento ancora.
(non verrà pubblicata)