Cile: I lavoratori portuali di Valparaíso riprendono le mobilitazioni dopo le inadempienze all’accordo con l’Ultraport


Francisca Rubio Riveros

A tredici giorni dagli accordi con l’impresa Ultraport, a Valparaíso, i lavoratori portuali protestano per irregolarità negli adempimenti degli accordi. Perciò, hanno deciso di effettuare varie mobilitazioni.

Sono 36 i lavoratori che non hanno ricevuto i benefici poiché si trovano in malattia o per permessi amministrativi. Ci sono anche 22 lavoratori e lavoratrici che non hanno potuto riprendere le proprie attività per presunte liti, inadempienze alla legge o disordini pubblici.

I lavoratori riuniti nella Forza Portuale Valparaíso hanno fatto appello all’impresa a fare le denunce alla procura, a seguire una condotta regolare e a non agire come dei giudici di fronte a questa situazione. Bisogna evidenziare che il punto 3 degli accordi firmati 13 giorni fa dice che “non saranno effettuate rappresaglie contro i lavoratori che hanno partecipato alla mobilitazione né azioni discriminatorie secondo l’articolo 2 del codice del lavoro, senza pregiudicare le azioni legali che potrebbero corrispondere”.

Pablo Klimpel, dirigente sindacale dei Lavoratori Portuali, ha aggiunto che “oltre alle irregolarità verso i lavoratori, vogliamo denunciare che agli inizi di dicembre -quando eravamo ancora in sciopero- l’impresa ha cominciato a lavorare con le navi con nuovo personale che nella gran parte era di studenti della scuola marinai, ai quali sono state anticipate le lezioni pratiche. Hanno anche cominciato a fare addestramento in varie competenze, aumentando così la lista dei lavoratori e creando uno svantaggio per i vecchi”.

Questi problemi portano ad una riflessione su una legge portuale che sia capace di rafforzare i diritti fondamentali dei lavoratori e delle lavoratrici, mettendo fine alla loro situazione di precarietà. Il sindacato insiste e fa appello all’impresa Ultraport a rispettare gli accordi, a districare i conflitti non necessari, a non permettere l’entrata di altri funzionari, a non pregiudicare i vecchi lavoratori e, la cosa più importante, a permettere che i lavoratori perseguitati riprendano il lavoro e gli siano concessi i loro benefici.

3 gennaio 2019

Resumen Latinoamericano

Traduzione del Comitato Carlos Fonseca:
Francisca Rubio RiverosChile. Trabajadores portuarios de Valparaíso retoman movilizaciones tras incumplimiento de acuerdo de Ultraport” pubblicato il 03/01/2019 in Resumen Latinoamericano, su [http://www.resumenlatinoamericano.org/2019/01/03/chile-trabajadores-portuarios-de-valparaiso-retoman-movilizaciones-tras-incumplimiento-de-acuerdo-de-ultraport/] ultimo accesso 07-01-2019.

, ,

  1. Nessun commento ancora.
(non verrà pubblicata)