Colombia: Aumentano le azioni paramilitari


L’allarme è stato emesso dalla Fondazione dei Diritti Umani Joel Sierra, ONG che vede con preoccupazione quanto avvenuto nel dipartimento di Arauca.

Precisamente il 9 maggio 2017 sono state catturate nel municipio di Arauca undici (11) persone, nove di loro provenienti dall’Antioquia, una dalla Costa e una araucana. La Polizia le ha sequestrato armi da fuoco, munizioni e tre motociclette di grossa cilindrata, e sono state messe in libertà da un Giudice di controllo delle garanzie, sembrerebbe per difetti nella procedura di cattura.

Sonia López, presidente della Fondazione dei Diritti Umani Joel Sierra, ha dichiarato che “questo fatto avviene, dopo aver messo in allerta sulle minacce contro i dirigenti sociali, come è il caso del compagno José Vicente Murillo del Movimento Politico di Massa Sociale e Popolare del Centro Oriente della Colombia e la signora Yudith Rodríguez Cuenza del movimento comunale nel municipio di Arauca”.

A questa situazione si aggiungono le denunce degli abitanti della frazione Las Galaxias, municipio di Tame, circa la presenza di paramilitari che dalla savana di Cravo Norte si muovono su fuoristrada.

Di fronte a questa situazione, nel dipartimento di Arauca c’è un assoluto silenzio da parte delle autorità civili, militari e di polizia, che non si sono pronunciate riguardo la cattura e la successiva messa in libertà di questi soggetti.

“Non comprendiamo come sia stato possibile che nonostante la gravità, per cui è stato rinchiuso un gruppo di persone armate, che oltre a non essere della regione e si muovesse su motociclette di grossa cilindrata, sia stato rimesso in libertà”, ha dichiarato Sonia López.

La López ha criticato la giustizia colombiana affermando che “è un sistema efficace per portare in giudizio dirigenti sociali e difensori dei Diritti Umani, ma non lo è in casi come questo in cui vengono sequestrati degli elementi letali”.

Negli anni precedenti nel dipartimento di Arauca l’asse del paramilitarismo ha contato sulla diretta partecipazione della forza pubblica, di dirigenti politici e imprese transnazionali. Questo ha significato più di duemila (2.000) persone assassinate. Anche l’utilizzo di risorse pubbliche per finanziare questo gruppo.

Il movimento sociale e le organizzazioni di difesa dei diritti umani si attendono che lo stato adotti le misure necessarie affinché nel territorio araucano non si ripeta la storia di sangue e dolore.

11 maggio 2017

Resumen Latinoamericano / Trochando Sin Fronteras

Traduzione del Comitato Carlos Fonseca:
Colombia. Aumentan acciones paramilitares” pubblicato il 11-05-2017 in Resumen Latinoamericanosu [http://www.resumenlatinoamericano.org/2017/05/11/colombia-aumentan-acciones-paramilitares/] ultimo accesso 16-05-2017.

, , , ,

  1. Nessun commento ancora.
(non verrà pubblicata)