Colombia: Violento sgombero provoca vari feriti nell’Antioquia


Un’operazione dell’ESMAD contro famiglie umili senza alternative di abitazione provoca almeno dodici feriti

Il 12 gennaio una violenta operazione dello Squadrone Mobile Antisommossa (ESMAD) della Polizia Nazionale ha provocato almeno 12 feriti a Bello (Antioquia). L’ESMAD voleva sgomberare 175 famiglie nel municipio di Nuevo Jerusalén, una zona di occupazione situata al confine tra Bello e Medellín. Di fronte alla resistenza della comunità, gli agenti se la sono presa con violenza contro le famiglie umili che non hanno alternative di abitazione.

Lo sgombero ha avuto origine da una sentenza giudiziaria emessa per la situazione di rischio che presenta il fondo. Ma la notifica è giunta solo il 28 dicembre scorso, un tempo insufficiente per trovare una soluzione abitativa, secondo quanto precisa Milena Trujillo, dell’Associazione in Diritti Umani Controcorrente e di Marcia Patriottica Antioquia.

“Il comune di Bello non ha garantito il ricollocamento delle famiglie di fronte allo sgombero, per cui la comunità ha optato per la resistenza pacifica”, ha detto al telefono la Trujillo all’Ufficio Stampa di Marcia Patriottica.

La forza pubblica ha iniziato lo sgombero alle cinque del mattino, con un comportamento aggressivo e senza la presenza di organismi di controllo, come la Defensoría del Popolo (organo costituzionale autonomo che vigila sulla promozione dei diritti umani, ndt) o la Personería (ente del Pubblico Ministero che vigila sui diritti umani, giusto processo, ambiente, patrimonio pubblico, ecc, ndt).

L’ESMAD ha sparato proiettili di gomma e gas lacrimogeni sulla comunità, fatto che ha causato almeno 12 feriti, inclusi bambini e persone della terza età. Al momento della pubblicazione di questo articolo, è circolata una versione non confermata della morte di un bambino di 7 anni durante lo sgombero.

La comunità di Nuevo Jerusalén è accompagnata da volontari di organizzazioni sociali e comunitarie, come il Congresso dei Popoli e Marcia Patriottica.

Sei famiglie delle 175 hanno accettato uno sgombero volontario in cambio di un sussidio per la casa. La comunità spera che le autorità offrano delle soluzioni fattibili e concrete di una abitazione degna per le restanti famiglie.

12 gennaio 2016

Resumen Latinoamericano/ Prensa de Marcha Patriótica

 

Traduzione del Comitato Carlos Fonseca:
Colombia. Violento desalojo deja varios heridos en Antioquia” pubblicato il 12-01-2017 in Resumen Latinoamericanosu [http://www.resumenlatinoamericano.org/2017/01/12/colombia-violento-desalojo-deja-varios-heridos-en-antioquia-nuevo-homicidio-de-una-defensora-de-derechos-humanos/] ultimo accesso 14-01-2017.

,

  1. Nessun commento ancora.
(non verrà pubblicata)