La madre di tutte le battaglie: Nora Cortiñas accompagnerà le mobilitazioni a Temuco


Questo fine settimana la madre di Plaza de Mayo visiterà il Wallmapu, come parte di una missione internazionale di osservazione sui Diritti Umani. Instancabile lottatrice femminista e per i diritti indigeni, Nora visiterà nel carcere anche il prigioniero politico mapuche Facundo Jones Huala.

È una delle principali referenti dei Diritti Umani del continente. A 89 anni “Norita” come è conosciuta in Argentina, non solo si riunisce tutti i giovedì a Plaza de Mayo per chiedere giustizia per suo figlio e i 30 mila detenuti fatti scomparire dall’ultima dittatura dell’Argentina, ma percorre anche il paese accompagnando diverse lotte sociali. Conseguente come poche, Norita è stata molto vicina alla lotta del Popolo Mapuche nel Puelmapu (Argentina), accompagnò la famiglia di Santiago Maldonado e fu presente alla richiesta di giustizia per l’assassinio di Rafael Nawel, da parte della Prefettura Navale.

Nora si unirà ad una missione internazionale dei Diritti Umani alla quale parteciperanno spazi come l’Organizzazione Mondiale contro la Tortura, il Comitato per i Diritti Umani in America Latina e il Centro di Studi Legali e Sociali dell’Argentina, tra gli altri. L’obiettivo della Missione è documentare le denunce sulle lesioni dei diritti umani avvenute durante le attuali manifestazioni sociali, rendendo conto di queste in modo imparziale e obiettivo di fronte alla comunità internazionale. Nello stesso tempo, cerca di apportare elementi per possibili alternative per il superamento della crisi democratica che vive il paese da una prospettiva dei diritti umani. La missione visiterà le città di Santiago, Valparaiso e Temuco.

Norita Cortiñas a Zapala durante il processo alla dirigente mapuche Relmu Ñanko

Allo stesso tempo visiterà le comunità mapuche e il prigioniero politico Facundo Jones Huala che si trova nel carcere di Temuco sottoposto ad un contestato processo, che nel marzo del 2018 comportò la sua estradizione dall’Argentina. In quell’occasione Norita responsabilizò il governo argentino che, sostenne, “vuole approfittare anche di questo motivo per reprimere e reprimere, per favorire queste famiglie come i Benetton, che hanno le nostre terre, che non sono state acquistate, ma che gli sono state date. È un’infamia così grande che, per la sua persecuzione delle comunità, sembra di stare all’epoca di Roca”.

Tra le sue attività è in agenda un incontro pubblico con delle organizzazioni sociali a Temuco, sabato 9 novembre alle 19:00, e lunedì 11 alle 12:30 a Santiago.

6 novembre 2019

Mapuexpress

Traduzione del Comitato Carlos Fonseca:
La madre de todas las batallas: Nora Cortiñas acompañará las movilizaciones en Temuco” pubblicato il 06/11/2019 in Mapuexpress, su [http://www.mapuexpress.org/?p=29137&fbclid=IwAR0A3dLHySF8vGPCzKMFMil7riVCdvIJ9e62z8iRw30PvpD91ZOiz-DgASY] ultimo accesso 08-11-2019.

, ,

  1. Nessun commento ancora.
(non verrà pubblicata)